En plein Ravenna: vince a Verona e vola in semifinale

Pubblicato il  

TEZENIS VERONA – ORASÌ RAVENNA 73-76
(14-22; 19-18; 23-16; 17-20)

QUINTETTI

RAVENNA: Masciadri, Tambone, Smith, Sabatini, Sgorbati

VERONA: Frazier II, Robinson, Portannese, Diliegro, Totè

STATO DI FORMA
Verona deve assolutamente vincere per tenere aperto uno spiraglio sullo 0-2. Ravenna è a una vittoria per l’ennesimo appuntamento con la sua storia.

LA GARA

Portannese e Diliegro iniziano al meglio la partita, rispondendo alle incursioni di Smith per il vantaggio prolungato dei padroni di casa. Sabatini è caldissimo dall’arco, con due triple aggancia Verona in parità e apre al super parziale degli ospiti, che scappano per il +8 per il 2-16 sulla sirena del primo quarto (14-22). Smith, Tambone e Chiumenti proseguono il parziale al ritorno in campo per il +12. La Scaligera si ritrova a dover scalare una montagna, cerca di farlo affidandosi a Brkic ma i romagnoli sono tenaci e colpo su colpo tengono il distacco sopra la doppia cifra. Alla metà i locali riescono a diminuire il gap, trovando i punti dalle mani di Diliegro; Ravenna rimane comunque avanti con grande merito (33-40).

Al rientro dagli spogliatoi la OraSì viene travolta dall’ondata america: Robinson e Fraizer II sono infatti i protagonisti iniziali della rimonta dei gialloblù, con 9 punti importantissimi per il -1 alla metà. Smith cerca di dare ossigeno ai suoi, ma Verona è sveglia e, ancora con Brkic e Diliegro, ribaltano il minibreak costruito da Sabatini e Chiumenti. Amato nel finale mette 5 punti importantissimi, risponde al “doppiozero” giallorosso e pareggia l’inerzia, tra l’entusiasmo del pubblico (56-56). A 10 minuti dalla fine tutto è ancora possibile. La Tezenis inizia con una bomba il quarto periodo, ma il bombardamento vero e proprio arriva direttamente dalla Riviera: 3/3 dai 6.75, sommati ai 4 punti di Raschi e Smith, rimettono decisamente avanti i ragazzi di Antimo Martino e costringe al timeout coach Dalmonte. Sotto di 10 lunghezze, la strada si fa in salita per la Scaligera, fronteggiata più volte da un super Taylor Smith. Nel finale la voglia di vincere è tanta, i locali danno il tutto per tutto per ribaltare una situzione veramente complicata, arrivando perfino al -4 con la tripla di Fraizer II. I tanti errori condannano però Verona, che chiude tra le mura amiche la stagione dopo il miracolo Biella. Al contrario Ravenna può festeggiare per la prima storica semifinale di playoff, con una Serie A che non sembra più tanto lontana (73-76).

LA SVOLTA DELLA GARA
L’inizio sprint della quarta frazione, con il break di 13-2 di Ravenna.

MIGLIORI IN CAMPO

TVR: Diliegro – 23 punti con 10/14 al tiro, 9 rimbalzi (di cui 5 offensivi), 1 palla recuperata, 29 valutazione

ORA: Smith – 20 punti con 10/12 al tiro, 12 rimbalzi, 4 assist, 33 valutazione

PEGGIORI IN CAMPO

TVR: Robinson – 4 punti con 2/8 al tiro, 2 rimbalzi, 1 assist, 0 valutazione

ORA: Raschi – 3 punti con 1/5 al tiro, 3 assist, 2 rimbalzi, 3 palle perse, 2 valutazione

TABELLINI

TEZENIS VERONA: Fraizer II 12, Amato 6, Diliegro 23, Robinson 4, Brkic 17, Guglielmi NE, Totè 5, Boscagin 0, Rovatti NE, Pini 2, Portannese 4

ORASÌ RAVENNA: Smith 20, Tambone 11, Raschi 3, Sabatini 23, Masciardi 7, Marks NE, Crusca 0, Scaccabarozzi NE, Chiumenti, Seck NE, Sgorbati 3

  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz