Milano parte alla grandissima, ma subisce la rimonta del CSKA guidato da Rodriguez e De Colo

Coppe Europee Eurolega

CSKA MOSCA – OLIMPIA MILANO 93-84

(16-30; 22-18; 27-16; 28-20)

L’Olimpia esce sconfitta all’esordio con il CSKA, ma lo fa dopo una grandissima gara e un primo quarto irreale, toccando addirittura i 16 punti di vantaggio, per poi soccombere alla maggior esperienza dei russi, capitanati da Rodriguez e Higgins prima, e soprattutto da De Colo nel secondo tempo. Bella prestazione degli italiani che sembrano squadra vera, ora toccherà a Pianigiani portare a casa i risultati.

La gara comincia con il grande ex di turno super ispirato, difatti sono 2 bombe di Micov che scavano il primo solco tra le squadre con Milano avanti 11-4 e il 100% dal campo; il parziale di Milano prosegue con le giocate di Goudelock e un Tarczewski perfetto sotto canestro, col CSKA che ha dal solo Higgins qualcosa. Il vantaggio arriva in doppia cifra, e sulla sirena Goudelock trova un clamoroso buzzer per un altrettanto clamoroso 30-16 milanese. L’ingresso di Hunter cambia un pò gli scenari, l’attacco milanese si blocca e l’ex pivot senese, aiutato dal solito Higgins perfetto dal campo permette un mini parziale russo, accorciando sul meno 9 (24-33). Bertans e Theodore permettono il nuovo allungo milanese, ma sono 8 punti filati del Chacho Rodriguez a firmare il meno 7 per il CSKA. Ma nel finale di periodo il solito Goudelock, e poi Bertans con un altro buzzer permettono all’Olimpia di chiudere sul 48-38 il primo tempo.

La ripresa comincia con un’altra verve per i russi che alzano notevolmente la difesa, e con la coppia Higgins-Chacho in un amen rimontano e sorpassano sul 51-50, con Milano notevolmente in difficoltà. Ci vuole una tripla di Bertans a sbloccare i biancorossi e rimettere la testa avanti di 4 punti, ma è solo un fuoco di paglia perchè il CKSA continua a macinare difensivamente, Clyburn punisce dall’arco e sull’ennesima persa a centrocampo milanese, Higgins si invola per il 65-64 di fine terzo periodo. Il divario non si schioda per 4 minuti con le squadre che effettuano sorpassi e controsorpassi a ripetizione, prima che il CSKA faccia il parziale che spacchi in 2 la partita: prima De Colo, poi la tripla mortifera di Westermann portano il punteggio sull’80-72 per i russi. De Colo si prende la scena con canestri e liberi a ripetizione, appoggiando il +9 a 2′ dalla fine; il finale serve per sistemare il tabellino, il CSKA vince 93-84.

CSKA MOSCA: De Colo 19, Fridzon, Westermann 3, Antonov, Rodriguez 20, Vorontsevich, Clyburn 15, Higgins 21, Khryapa, Kurbanov 4, Hines 6, Hunter 5

OLIMPIA MILANO: Goudelock 17, Micov 16, Kalnietis 3, Fontecchio, Tarczewski 7, Cusin, Abass, M’Baye 5, Theodore 7, Jefferson, Bertans 14, Gudaitis 15

Luca Consolati

Nato nel 1990 a Milano, tifoso sfegatato proprio dell’Olimpia, cresciuto a suon di triple di Dante Calabria e giocate del ‘Falco’ David Hawkins, mi diletto a scrivere di pallacanestro nel tempo libero. Ragioniere contabile di professione, amo tutto ciò che ruota attorno al basket italiano ed europeo, seguendo invece unicamente a livello di risultati il basket americano.

  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Inizia la discussione!