Bradley Beal: “Cleveland non voleva incontrarci nelle Semifinali di Conference”

Pubblicato il  

Gli Washington Wizards non sono riusciti a porre fine al digiuno che dura dal 1979, l’ultima volta che raggiunsero le Finali di Conference. Gara-7 al TD Garden contro Boston ha messo fine ai sogni di John Wall e Bradley Beal, che comunque sono usciti a testa alta dopo una stagione al di sopra delle aspettative, chiusa in Semifinale dopo il quarto posto in stagione regolare.

Nei giorni successivi l’eliminazione, Beal si è lasciato andare a commenti riguardo il cammino di Cleveland ai Playoffs, i Cavs sono infatti ancora imbattuti dopo Gara-1 contro i Celtics. La guardia di Washington ha suggerito non troppo velatamente che LeBron James non abbia trovato grande resistenza finora e ha poi dichiarato:

Cleveland non voleva incontrarci. L’ho sempre detto. Sento che c’è un motivo per il quale non volevano incontrarci al secondo turno. Non volevano… Se dovevano essere eliminati, sarebbero stati eliminati alle Finali di Conference. Non volevano uscire al secondo turno. Sapevano che gli avremmo dato del filo da torcere. Avremmo lottato ogni notte per cercare di vincere. Non ci saremmo spaventati per chi ci saremmo trovati davanti in campo. Cavolo, fa schifo [essere stati eliminati]. Fa schifo. Fa schifo.

Da queste parole potrebbe anche essere estrapolato un altro concetto: Beal intende forse dire che i Cavs abbiano scelto di arrivare secondi in stagione regolare per non affrontare gli Wizards prima della Finale di Conference?

 

Commenta

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz