EuroCup: rilasciati i primi riconoscimenti. COY a Martinez, Rising Star a Smits di Fuenlabrada

Pubblicato il  

L’EuroCup è ormai giunta al termine. Alle porte c’è l’attesa finale tutta spagnola Unicaja Malaga-Valencia Basket: le compagini spagnole hanno rispettivamente superato Lokomotiv Kuban e Hapoel Gerusalemme e sono ormai pronte ad affrontarsi per il secondo titolo continentale.

Nel frattempo sono stati rilasciati i primi premi individuali.
Ad accaparrarsi il riconoscimento di Coach of The Year è Pedro Martinez, allenatore proprio della finalista Valencia: il coach spagnolo ha guidato i suoi uomini all’ultimo scontro con un record di 17-3, la sua squadra ha la seconda migliore difesa della competizione (73.85 punti subiti) e vanta il minor numero di palle perse a partita (solo 11.6). Valencia è stata anche la migliore squadra a rimbalzo d’attacco (12.5).
Non è il primo premio nella bacheca di Martinez: infatti il coach nativo di Barcellona può già vantare il riconoscimento di allenatore più giovane della storia a vincere un trofeo europeo (fu una coppa Korac, vinta in finale contro la Scavolini Pesaro nell’ormai lontano 1990).

Il premio di miglior giovane della competizione lo porta a casa il 21enne Rolands Smits, in forza al Montakit Fuenlabrada (il riconoscimento viene consegnato ad un giocatore di età inferiore ai 22 anni compiuti entro il 1 luglio dell’estate precedente all’inizio della stagione): l’ala del Fuenlabrada ha totalizzato 9.4 punti, 2.8 rimbalzi, e 0.9 assist di media (60% da due, 48% da tre), risultando il terzo migliore, sia per punti segnati che per rimbalzi catturati, della sua squadra. Grazie al suo contributo il Fuenlabrada ha sfiorato la qualificazione ai playoff di EuroCup.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.