Gli Warriors trovano subito il sostituto di Bogut: firmato Zaza Pachulia

Pubblicato il  

I Golden State Warriors sono stati costretti a cedere Andrew Bogut sostanzialmente per nulla (una scelta del secondo turno) per liberare spazio per Kevin Durant, che ha annunciato il suo approdo sulla Baia. Il salary cap non permetterà più grandi investimenti ai californiani quest’estate, anzi i Dubs dovranno rinunciare, come fatto con l’australiano, ad alcuni free agent come Harrison Barnes e Festus Ezeli. C’è però chi, e sono molti, pur di vincere un titolo e fare parte di una delle squadre più forti di sempre, almeno sulla carta, è disposto a ridursi in grandissima misura lo stipendio: il primo è Zaza Pachulia, ma probabilmente ne arriveranno altri, anche perché Golden State ha ancora molti buchi da colmare nel roster.

Il georgiano non è affatto una firma da poco: oltre a colmare il vuoto lasciato dalla partenza di Bogut, porterà una grande presenza sotto i tabelloni, essendo reduce dalla miglior stagione in carriera a Dallas con 8.6 punti e 9.4 rimbalzi di media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.