Grande prova di squadra per l’Olympiacos che schianta l’Efes e si porta in vantaggio nella serie.

Pubblicato il  

OLYMPIACOS PIRAEUS – ANADOLU EFES ISTANBUL 87-72

(18-11 / 24-20 / 25-19 / 20-22)

QUINTETTI
Olympiacos: Spanoulis – Mantzaris – Papapetrou – Printezis – Milutinov

Efes: Granger – Paul – Brown – Osman – Dunston

LA GARA
È Papapetrou che, grazie all’assist di Spanoulis, per primo fa muovere le retine del Peace And Friendship Stadium in questa gara uno dei play-off fra Olympiacos ed Efes. Il primo canestro della squadra turca arriva solo dopo circa tre minuti, con la schiacciata di Brown, ma nonostante ciò l’Efes rimane in contatto grazie ad una grande intensità difensiva. L’Olympiacos prova un primo allungo trainata dalle due triple consecutive di Mantzaris, viste anche le basse percentuali con cui sta tirando l’Efes (14-7); però Honeycutt, appena entrato in gara, si prende sulle spalle l’attacco dei suoi e li riporta a soli due possessi di distanza. L’Efes cala di intensità in difesa e continua a tirare con basse percentuali, così i primi dieci minuti si chiudono con l’Olympiacos in controllo: 18-11.
Ai canestri di Kirk e Honeycutt risponde due volte Dominique Waters con due canestri in palleggio arresto e tiro sfruttando la difesa sul pick and roll che gli uomini di Perasovic stanno facendo; appena Papanikolau segna la tripla del 29-19, sfruttando l’ennesimo errore difensivo di Honeycutt, arriva il primo time out per gli ospiti. L’Efes ritorna a segna dal campo dopo 3’ minuti di astinenza grazie, ancora, ad Honeycutt; mentre dall’altra arte la palla gira molto bene e, con i canestri di Green ed Agravanis, la squadra greca allunga sul 35-23. L’Olympiacos controlla il ritmo del gioco e trova sempre ottime soluzioni in attacco con tutti i giocatori, uno su tutti Milutinov, mentre dall’altra parte del campo continua a costringere l’Efes a prendere brutti tiri o a varie palle perse; visto ciò il primo tempo si chiude 42-31, con Heurtel che segna la prima tripla di serata della squadra ospite, dopo la prima delle due palle perse consecutive di Spanoulis.
Ad inizio secondo tempo è Vassilis Spanoulis a salire in cattedra segnando sei punti consecutivi e dando via l’assist numero cinque della sua partita per Printezis che segna la sua prima tripla di serata; mentre l’Efes è ancora mentalmente negli spogliatoi, con l’Olympiacos che allunga sul 53-35. Tra gli uomini di Perasovic l’unico che riesce a trovare il fondo della retina è Jayson Granger che prova a caricarsi l’attacco dei suoi sulle spalle, ma in difesa non riescono a contenere gli splendidi attacchi della squadra di casa che continua a segnare, così da contenere anche la fiammata di Heurtel che segna 5 punti di fila ed è il primo ad arrivare in doppia cifra (59-47). L’Olympiacos, negli ultimi minuti del terzo quarto, continua a domare facilmente gli attacchi dell’Efes e riesce a chiudere il terzo quarto di gioco avanti con quello che è il massimo vantaggio della serata: 17 lunghezze, 67-50.
Moto d’orgoglio dell’Efes all’inizio dell’ultimo quarto e, grazie alle triple di Paul e Thomas, si riporta sotto di 11 lunghezze. Dopo il time-out obbligato chiamato da coach Sfairopoulos, l’Efes continua a segnare con continuità, ma non riesce con la stessa continuità a negare la via del canestro all’Olympiacos che riesce a riportarsi sul +14. Gli ultimi cinque minuti della gara si giocano per dovere di cronaca, con l’Olympiacos che, senza troppe difficoltà, arriva all’ultima sirena chiudendo la gara con il punteggio di 87-72, portandosi perciò avanti 1-0 nella serie.

SVOLTA DELLA PARTITA
L’Olympiacos ha, sin dall’inizio, controllato il ritmo del gioco, sfruttando anche la disattenta difesa dell’Efes che, nonostante le piccole fiammate di Granger e Heurtel, ha abbandonato la gara con 10 minuti d’anticipo visti i 17 punti di scarto a fine terzo quarto.

MIGLIORI IN CAMPO
Olympiacos: Ottima prova di tutti i giocatori guidati da Sfairopoulos e ciò è dimostrato dal fatto che tutti i giocatori che sono entrati in campo hanno segnato (per Toliopoulos solo 30 secondi di gioco); degne di nota le prestazioni di Spanoulis (10/7 assist) e Mantzaris (14/6 rimbalzi).

Efes: Tyler Honeycutt 17 punti e 10 rimbalzi.

PEGGIORI IN CAMPO
Olympiacos: Nessun peggiore in campo.

Efes: Difficile salvare qualcuno tra le file dell’Efes a parte Granger, Heurtel e Honeycutt.

TABELLINI
OLYMPIACOS: Green 13; Birch 4; Papapetrou 6; Spanoulis 10; Waters 6; Agravanis 4; Milutinov 11; Printezis 11; Papanikolaou 8; Mantzaris 14; Toliopoulos 0; Young N.E.. All. Ioannis Sfairopoulos

EFES: Thomas 6; Honeycutt 17; Balbay 0; Brown 3; Osman 2; Paul 6; Granger 12; Heurtel 14; Dunston 8; Kirk 4; Mutaf N.E.; Geyik N.E.. All. Velimir Perasovic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.