Melli: “Con la Serbia sarà dura, ma per entrambe le squadre”

Pubblicato il  

In un’intervista rilasciata per Tuttosport a Piero Guerrini Nicolò Melli ha parlato dell’attuale formazione dell’Italbasket, ma anche della sfida con la Serbia che gli azzurri affronteranno stasera.

L’ex-Reggio Emilia ha sottolineato come uno dei pregi di questo gruppo risieda nelle gerarchie definite, cosa che esalta il già elevato spirito di squadra presente. Sul suo ruolo in squadra ha invece detto che le richieste di alcuni di maggiori responsabilità in attacco da parte sua non sono troppo fondate. Melli ha infatti affermato che preferisce leggere il gioco e tirare solo quando c’è una reale possibilità.

Alla domanda sulla partita della Serbia ha risposto così:

 Molto duro per entrambe, spigoloso. Conterà l’approccio. E non pensare sia finita se siamo avanti di 10 o viceversa. Si decide il destino di un torneo.

Nel finale dell’intervista ha speso alcune parole sulla squadra, elogiando l’apporto degli esordienti e in particolare di Ariel Filloy e Paul Biligha, definendo quest’ultimo il Kyle Hines Azzurro. Il lungo azzurro ha anche speso alcune parole sul futuro della nazionale, sentenziando che quest’Europeo non è necessariamente la chiusura di un ciclo, bensì un punto di partenza, molto vicino a quella che potrebbe essere l’inizio di un buon futuro.

Mattia Moretti

About Mattia Moretti

Nato nel 1994 ad Alghero e attualmente studente fuori sede presso l'Università di Padova, indirizzo Filosofia. Basketuniverso lo vede tra le sue fila fin dalla fondazione. Ama raccontare storie sportive, non importa di che tipo. La passione per lo sport fa da corollario ad un amore compulsivo per Cinema e Letteratura.
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz