Mondiali U19: il sogno si spegne in finale, il Canada travolge l’Italia ed è campione del mondo!

Pubblicato il 0  

Canada – Italia 79-60

(24-10; 27-26; 18-12; 10-12)

L’Italia parte con lo stesso quintetto della semifinale, ossia Bucarelli, Okeke, Mezzanotte, Penna e Pajola: i canadesi si fanno sentire subito vicino al ferro, mettendo tanta intensitàper il 10-2 iniziale; l’Italia soffre la fisicità e l’atletismo degli avversari, ma anche l’atteggiamento mentale non piace a Capobianco che chiama timeout sul 14-4 dopo l’ultimo possesso con tre rimbalzi consecutivi dei nord americani. Gli azzurrini non riescono a rialzare la testa, nonostante le triple di Penna e Visconti: i nostri pagano la differenza sotto i tabelloni a rimbalzo (18-8) e in penetrazione e il primo quarto recita al termine 24-10. Nonostante le giocate di Oxilia e il posizionamento difensivo a zona, non cambia la sorte degli azzurrini: i transoceanici continuano a correre e a spingere sfruttando il tasso fisico a favore e restano avanti 29-16; il talento bolognese prova a prendersi sulle spalle la squadra, ma alcuni errori in attacco e le disattenzioni difensive tengono il punteggio sul 38-20. Ma l’abisso non ha mai fine: si inseriscono anche le triple di Darling e i tiri in sospensione di Kibag, che spengono l’entusiasmo del buon momento dei ragazzi di Capobianco in attacco; Okeke prova ad accendersi e sul -15 (51-36) il Canada chiama timeout. La sfortuna del ferro sputa la tripla di Penna allo scadere del quarto e il punteggio rimane invariato all’intervallo.

Al rientro sul parquet, la nazionale nord-americana riprende da dove aveva cominciato, ossia portando gli azzurri sotto canestro sfruttando il fattore fisico e subito volano a +20 (60-40); tanta sfortuna e tanti errori non vengono perdonati in questa finale, con i canadesi che cavalcano l’onda e continuano a tenere basso il livello di fiducia negli azzurri che non riescono a segnare, in attacco muovono con tanta fretta il pallone e con poca convinzione, chiudendo la frazione con un 69-48 che sembra chiudere definitivamente i giochi. L’ultimo quarto è un puro garbage time con la nostra nazionale che non riesce proprio a segnare e i canadesi che tengono un ritmo blando e volano a vincere il titolo mondiale per 79-60.

Canada: Henry, Wigginton 11, Barrett 18, Djuricic 3, Darling 12, Kirkwood 3, Shepard 6, Bamba 6, Miller, Oduro 8, Kigab 12, Longpre

Italia: Penna 12, Simioni, Caruso 4, Pajola 2, Visconti 3, Denegri 8, Bucarelli 5, Mezzanotte, Massone, Okeke 14, Antelli, Oxilia 12

 

Federico Gaibotti

Classe ’92 di Brescia, laureato in Scienze Motorie presso l’Università di Bologna, attualmente specializzando in Scienze dello Sport presso l’Università di Urbino.
Appassionato di tutto il movimento cestistico italiano e internazionale professionistico e giovanile.
Supporter dei San Antonio Spurs.
Collaboratore per BasketUniverso da Ottobre 2014

  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Inizia la discussione!

wpDiscuz