NBA Numb3rs: ventata d’aria fresca in Ohio, 10 W in fila per i Jazz, Steve Kerr senza eguali

Home NBA News

Dopo il terremoto dell’8 febbraio, i Cleveland Cavs ed in primis LeBron James, sembrano aver cambiato totalmente atteggiamento e approccio alla partita. Non sarà la sola vittoria con i Boston Celtics a decretare la fine del periodo buio per Cleveland, ma è già un buonissimo inizio che priva i diretti avversari di molte certezze. Infatti, i Celtics non stanno attraversando un periodo particolarmente roseo: oltre alla sconfitta rimediata dai Cavs, si sono fatti soffiare il primo posto ad Est e terzo nella lega dai Toronto Raptors che ora sono avanti di o.5 W. Anche loro, come i Cavs, sembrano una squadra completamente diversa rispetto a quella di pochissime settimane fa, complice anche la crescita di Jonas Valanciunas che tanto aveva deluso nella prima parte di stagione.

10. Nonostante la risalita dei Raptors e le 8 W consecutive dei Rockets, la squadra del momento sono gli Utah Jazz. Donovan Mitchell ha guidato i suoi a 10 W di fila risultando sempre il miglior marcatore dei suoi (non accadeva dal 1960 che un rookie guidasse la sua squadra a 10 W consecutive ed in tutte le partite fosse il miglior realizzatore, l’ultimo a riuscirci fu Wilt Chamberlain). Ora i Jazz sono solo a 1.5 W da Nuggets e Pelicans che occupano settimo e ottavo posto.

50k. Anche se i Mavericks hanno rimediato una sconfitta per mano di Danilo Gallinari e i Clippers, il 6 febbraio Dirk Nowitzki ha raggiunto quota 50.000 minuti giocati in stagione regolare. E’ il sesto della storia a raggiungere tale traguardo, Kareem Abdul Jabbar guarda tutti dall’alto grazie ai suoi 57.000 minuti abbondanti giocati in carriera.

40. James Harden è entrato nella lega nel 2009. Dalla stagione 09/10 ad oggi, il Barba ha segnato almeno 40 punti in 46 partite di stagione regolare. Nessuno è riuscito a superare la soglia dei 40 più volte di lui.

40. Torniamo nell’Ohio. Nel match vinto contro i T’Wolves sulla sirena dell’OT grazie ad un fantascientifico canestro di LeBron James, le due squadre hanno totalizzato ben 40 triple segnate (21 i Cavs, 19 i T’Wolves), si tratta di un record ogni epoca.

19. Nel match successivo, i Cavs si sono trovati di fronte gli Altanta Hawks, sconfitti ancora una volta grazie ad una super prestazione di LeBron che ha chiuso con una tripla doppia da 19 assist, nuovo career high. Galvanizzato dallo scontro con la sua ex-squadra e facilitato dalle numerose assenze, Kyle Korver è rimasto sul campo per ben 32 minuti segnando 30 punti (7/13 da tre). Per trovare l’ultimo trentello messo a segno da Korver dobbiamo tornare indietro fino al suo career high: 31 punti contro i Knicks nel 2007 (!).

250. Steve Kerr è diventato l’allenatore più veloce della storia a vincere 250 partite di stagione regolare. Il primato apparteneva a Phil Jackson, capace di vincere 250 partite sulle 346 disputate. Steve Kerr ha avuto bisogno di solo 302 partite per raggiungere un irreale 250-52.

1. Nella notte i Philadelphia 76ers hanno battuto i Knicks orfani di Kristaps Porzingis grazie ad una buonissima prova corale. Il titolo di miglior giocatore del match lo ha vinto TJ McConnell autore di 10 punti, 10 rimbalzi e 11 assist in uscita dalla panchina. Si tratta della sua prima tripla doppia in carriera.

 

  • 90
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.