Panathinaikos ed Eurolega ai ferri corti: “Qualcuno corrompe gli arbitri”

Coppe Europee Eurolega Home

I rapporti fra il Panathinaikos e i vertici dell’Eurolega sono ai minimi storici dopo il board di qualche giorno fa, in cui l’ECA non ha voluto togliere la squalifica inflitta al patron dei Verdi, Dimitrios Giannakopoulos.

Secondo quanto riporta David Pick il greco avrebbe accusato un altro club di aver corrotto gli arbitri con più di un milione di dollari, suscitando la reazione dei rivali dell’Olympiacos, il cui proprietario avrebbe invitato Giannakopoulos a parlar chiaro dal vivo e non sui social, anche perché il patron del Pana non è nuovo a esternazioni del genere.

 

Nel frattempo le strade del Pana e dell’ECA sembrano sempre più lontane, nei giorni scorsi Giannakopoulos aveva usato il suo canale Instagram per definire l’Eurolega una mafia, postando anche una foto del logo FIBA, aggiungendo che la sua squadra tornerà nelle competizioni organizzate dalla Federazione Internazionale.

 

La cosa però non sarebbe indolore per il Panathinaikos che per uscire dall’Eurolega potrebbe essere costretto a pagare una penale di 10 milioni di euro.

 

Roberto Caporilli

Nato ad Alatri (Fr) nel '93 e qui diplomato al Liceo Classico. Laureato in Lingue e Letterature Moderne all'Università di Roma Tor Vergata nel 2016, fa parte di BU da Ottobre del 2012. Appese le scarpette al chiodo dopo essere arrivato fino alla C2 con la squadra della sua città, è istruttore minibasket e collabora con varie testate della provincia di Frosinone. Addetto stampa del Basket Ferentino dal 2015 al 2017, anno durante il quale è diventato giornalista pubblicista. Dal Novembre del 2017 è direttore responsabile di BasketUniverso e studia presso l'Università Cattolica di Milano.
  • 3
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.