Pistoia, il presidente Maltinti: “Fiducia a Esposito, tutti uniti per salvarci”

Pubblicato il 0  

Nessun esonero di coach Esposito, nessuna decisione affrettata, anzi forse un passo indietro sugli obiettivi: la salvezza è l’unico dichiarato al Palacarrara di Pistoia.

La conferenza stampa del presidente Roberto Maltinti e del coach della The Flexx è servita a spazzare via qualche dubbio: la certezza è che i biancorossi non possono permettersi di finire in A2.

Insomma, la società è pronta a muoversi sul mercato pur di non trovarsi in acque torbide. “Forse qualcuno ha frainteso le mie parole quando ho detto in estate che avremo voluto provare ad alzare l’asticella – ha spiegato il presidente pistoiese Roberto Maltinti- avevamo un budget leggermente superiore, è vero, ma questo automaticamente non significa che dovevamo per forza arrivare in alto in classifica. Nello sport capita che le cose non prendano la direzione auspicata. Abbiamo avuto tanti problemi, imprevisti, a cominciare da Czyz a inizio stagione, passando per quelli di Sanadze fino all’infortunio di McGee. Stiamo attraversando un momento complicato ma solo dal punto di vista sportivo, non ci sono infatti ritardi nei pagamenti degli stipendi, non ci sono giocatori che giocano contro l’allenatore, non ci sono problemi di spogliatoio. L’importante è restare uniti e remare tutti in direzione della salvezza. Se ci sarà da intervenire lo faremo, perdere la A1 sarebbe ancora più grave che sforare il nostro budget”. Un messaggio che non è passato certo inosservato.

E’ chiaro che nessuno si attende una vittoria sabato sera sul parquet dei campioni d’Italia, a Venezia. Ma una reazione di orgoglio e di attributi, quello sì. “Dopo cinque sconfitte consecutive e un ko tremendo come quello di Reggio Emilia – ha detto coach Esposito – c’è grande voglia di reagire e di riscatto. Penso di poter essere l’uomo giusto per capacità e grinta per uscire da questa crisi e per salvarsi, fosse anche all’ultima giornata di un campionato che resta lungo. A Venezia non sarà facile, ma ci proveremo, in ogni modo, la cosa importante in questo momento è la fiducia reciproca, il calore di un pubblico che non è mai mancato e la voglia di proseguire su questa strada per un obiettivo chiaro a tutti”.

Salvarsi il prima possibile, insomma, e stringere i denti finché McGee non rientrerà. Almeno nel breve termine. Poi si vedrà.

  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Inizia la discussione!

wpDiscuz