Recap NBA Playoff 19/04/2017: Wall e Beal schiantano gli Hawks, Warriors a valanga, i Rockets fermano Westbrook

Home NBA Recap

Atlanta Hawks @ Washington Wizards 101-109

MVP: Bredley Beal (31 punti) & John Wall 32 punti e 9 assist

LVP: Mike Muscala, 2 punti e 5 falli, 1/6 dal campo in  23 minuti di gioco (-12 di plus/minus)

Washington dopo la vittoria in gara 1 mantiene il fattore campo e schianta Atlanta nel secondo incontro della serie: la buona difesa dei Wizards permette agli uomini di coach Brooks di andare subito in vantaggio con Beal e Wall a mettere in crisi gli esterni avversari. Gli Hawks tirano malissimo dall’arco il primo tempo (0/8), ma trovano il sorpasso con Schroder (23 punti e 6 assist) e Millsap (27 punti e 10 rimbalzi): è però ancora John Wall a cambiare le marce in contropiede e Washington si porta sul +7 al termine di una schiacciata ai danni di Schroder. Un parziale di 10-0 permette ad Atlanta con Hardaway Jr (19 punti) e Schroder di andare in vantaggio e con 5 minuti al termine gli Hawks sono sul +3 e nonostante i tentativi del playmaker tedesco, Beal realizza 16 punti nel quarto quarto e la sua tripla a 40 secondi dalla sirena chiude la partita.

 

Oklahoma City Thunder @ Houston Rockets 111-115

MVP: James Harden, 35 punti, 8 assist e 4 rimbalzi

LVP: Victor Oladipo, 11 punti e 2 perse, 4/14 da due, 1/7 da tre

Non basta una prova mostruosa di Westbrook (51 punti, 10 rimbalzi e 13 assist) a pareggiare la serie, nonostante la buona partenza dei Thunder, che si portano subito in vantaggio con un parziale di 12-2 nel primo quarto. Harden ed Eric Gordon provano a impattare il punteggio, ma un travolgente Westbrook trascina Oklahoma sul +11. Dalla panchina arriva anche un ottimo contributo da parte di Lou Williams (21 punti) che in uscita dalla panchina realizza per il sorpasso su assist di Beverley (15 punti 3 6 rimbalzi). Il solito Westbrook prova a tirare la carretta, sostenuto dalla buona prestazione di McDermott (11 punti, 3/4 da tre in 13 minuti), ma Harden sulla sirena del terzo quarto realizza il -3 e negli ultimi 10 minuti un parziale di 8-0 dei padroni di casa permette il sorpasso con una tripla di Gordon (22 punti) con 6 minuti sul cronometro. Westbrook contro-sorpassa Houston, ma a 5 minuti dal termine Harden e Gordon puniscono dall’arco la brutta rotazione difensiva dei Thunder e i Rockets vincono gara 2.

 

Portland Trail Blazers @ Golden State Warriors 81-110

MVP: Stephen Curry, 19 punti, 6 rimbalzi, 6 assist e 4 rubate

LVP: Damian Lillard, 12 punti e 4 perse, 5/17 dal campo, 0/4 da tre

Nonostante il forfait di Kevin Durant, i Warriors passano senza alcuna difficoltà in gara 2: Portland tiene il campo nei primi minuti di gioco con Lillard e Harkless (15 punti), ma Curry in transizione realizza dall’arco il +6 e Thompson (16 punti) regala la doppia cifra di vantaggio. I Blazers rientrano grazie a un parziale di 10-3 con McCollum (11 punti) che segna per il -4 e Turner segna da tre, ma Golden State alza l’intensità in difesa e dalla panchina esce un ottimo McGee (15 punti e 9 assist). Dal +9 i Warriors nel secondo tempo, complici le pessime serate al tiro di Lillard e McCollum, la difesa dei padroni di casa diventa impenetrabile, mentre in attacco la difesa dei Blazers collassa alle triple di Curry e non riesce a fermare le penetrazioni degli esterni, perdendo malamente la partita.

Giovanni Aiello

Playmaker e allenatore udinese, studia all’università di Trieste. Grande ammiratore del lavoro di Tim Thibodeau, ma innamorato follemente di Gregg Popovich. Tifoso dei Chicago Bulls e segreto amante dei San Antonio Spurs. Giocatore preferito? Senza ombra di dubbio Kawhi Leonard.
Scrive per BU da febbraio 2014

  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Inizia la discussione!