Strelnieks e la difesa regalano la vittoria in volata all’Olympiacos, Real KO in casa

Coppe Europee Eurolega

Real Madrid Baloncesto – Olympiacos Pireus 79-80

(20-21; 19-24; 23-20; 17-15)

Gara bellissima, degna di due top team della competizione europea che han dato prova di grande valore su ambo i lati del campo: sono gli errori dalla lunetta e qualche pecca mentale in difesa a condannare il Real, che incassa una sconfitta casalinga contro un’Olympiacos forte a proteggere il canestro nel momento decisivo e trovando in Strelnieks l’uomo chiave della vittoria.

L’avvio di gara è molto equilibrato con le squadre che ragionano molto e costruiscono buoni tiri, ma i rimbalzi offensivi tengono avanti i madrileni (13-9), poi un minibreak di 8-0 porta avanti la compagine greca. Il Real prova a rispondere con le rotazioni, ma altrettanto presenti lo sono anche quelle dei biancorossi che chiudono il primo quarto avanti 20-21. Sotto canestro l’Olympiacos fa male con McLean e Wiltjer, ma i blancos restano aggrappati con le fiammate di Reyes e Carroll (32-34) in un periodo che prosegue sullo stesso ritmo del primo se non più alto; approfittando dei maggiori errori al tiro, soprattutto dalla lunga distanza, e di un gioco di squadra molto più incisivo degli avversari, la truppa di Sfairopoulos comincia a guadagnare terreno, arrivando anche a +8, poi il canestro di Carroll chiude il primo tempo sul 39-45.

Al rientro in campo, la compagine di Laso stringe le maglie in difesa e trascinata da Doncic in attacco riallaccia gli avversari a quota 49; l’Olympiacos prova a rilanciarsi nuovamente approfittando dei vantaggi lasciati dalla difesa dei padroni di casa, i quali però tengono ben salda la presa sulla presa e restano attaccati sul 62 pari, in un botta e risposta continuo, poi Wiltjer si inventa un incredibile buzzer che vale il vantaggio greco ancora una volta (62-65) prima del quarto finale. Le stoppate esaltano la difesa madrilena che prova a prendersi il vantaggio con Thompkins e tocca anche il +6 con Causeur, ma i greci non mollano: con la difesa sotto canestro e con Printezis che si prende in attacco la squadra, è subito controparziale e nuovo vantaggio sul 73-74. La partita si protae su questi binari fino all’ultimo minuto sul 76-77: Doncic firma il sorpasso dalla lunetta, Strelnieks risponde, Doncic fa 0/2, poi viene graziato da un’invasione e firma il pari a quota 79; Strelnieks ancora fa 1/2 stavolta, poi sul timeout il Real non tira ma un dubbio fallo su Campazzo a tempo scaduto rischia di far saltare tutto. La revisione arbitrale però dà ragione ai greci che vincono 79-80.

REAL MADRID: 27 (+13 falli subiti), Thompkins 20

OLYMPIACOS: Printezis 21, Wiltjer 12, Strelnieks 11 (+7 assist)

  • 6
  • 1
  •  
  •  

Commenta

Inizia la discussione!