Strelnieks e la difesa regalano la vittoria in volata all’Olympiacos, Real KO in casa

Coppe Europee Eurolega

Real Madrid Baloncesto – Olympiacos Pireus 79-80

(20-21; 19-24; 23-20; 17-15)

Gara bellissima, degna di due top team della competizione europea che han dato prova di grande valore su ambo i lati del campo: sono gli errori dalla lunetta e qualche pecca mentale in difesa a condannare il Real, che incassa una sconfitta casalinga contro un’Olympiacos forte a proteggere il canestro nel momento decisivo e trovando in Strelnieks l’uomo chiave della vittoria.

L’avvio di gara è molto equilibrato con le squadre che ragionano molto e costruiscono buoni tiri, ma i rimbalzi offensivi tengono avanti i madrileni (13-9), poi un minibreak di 8-0 porta avanti la compagine greca. Il Real prova a rispondere con le rotazioni, ma altrettanto presenti lo sono anche quelle dei biancorossi che chiudono il primo quarto avanti 20-21. Sotto canestro l’Olympiacos fa male con McLean e Wiltjer, ma i blancos restano aggrappati con le fiammate di Reyes e Carroll (32-34) in un periodo che prosegue sullo stesso ritmo del primo se non più alto; approfittando dei maggiori errori al tiro, soprattutto dalla lunga distanza, e di un gioco di squadra molto più incisivo degli avversari, la truppa di Sfairopoulos comincia a guadagnare terreno, arrivando anche a +8, poi il canestro di Carroll chiude il primo tempo sul 39-45.

Al rientro in campo, la compagine di Laso stringe le maglie in difesa e trascinata da Doncic in attacco riallaccia gli avversari a quota 49; l’Olympiacos prova a rilanciarsi nuovamente approfittando dei vantaggi lasciati dalla difesa dei padroni di casa, i quali però tengono ben salda la presa sulla presa e restano attaccati sul 62 pari, in un botta e risposta continuo, poi Wiltjer si inventa un incredibile buzzer che vale il vantaggio greco ancora una volta (62-65) prima del quarto finale. Le stoppate esaltano la difesa madrilena che prova a prendersi il vantaggio con Thompkins e tocca anche il +6 con Causeur, ma i greci non mollano: con la difesa sotto canestro e con Printezis che si prende in attacco la squadra, è subito controparziale e nuovo vantaggio sul 73-74. La partita si protae su questi binari fino all’ultimo minuto sul 76-77: Doncic firma il sorpasso dalla lunetta, Strelnieks risponde, Doncic fa 0/2, poi viene graziato da un’invasione e firma il pari a quota 79; Strelnieks ancora fa 1/2 stavolta, poi sul timeout il Real non tira ma un dubbio fallo su Campazzo a tempo scaduto rischia di far saltare tutto. La revisione arbitrale però dà ragione ai greci che vincono 79-80.

REAL MADRID: 27 (+13 falli subiti), Thompkins 20

OLYMPIACOS: Printezis 21, Wiltjer 12, Strelnieks 11 (+7 assist)

Federico Gaibotti

Classe '92 di Brescia, laureato in Scienze Motorie presso l'Università di Bologna, attualmente specializzando in Scienze dello Sport presso l'Università di Urbino. Appassionato di tutto il movimento cestistico italiano e internazionale professionistico e giovanile. Supporter dei San Antonio Spurs. Collaboratore per BasketUniverso da Ottobre 2014
  • 6
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.