Cremona crolla ancora nel finale, Brindisi sbanca il Palaradi

Serie A Recap

VANOLI CREMONA 69-84 ENEL BRINDISI

(17-16, 16-22, 19-11, 17-35)

brindisi cremona

Quintetti

CR: Holloway, Turner, O. Thomas, T. Thomas, Biligha.
BR: Goss, Scott, Cardillo, M’Baye, Agbelese.

Assenze

Per la Vanoli nessuna assenza, recuperato anche Amato che aveva avuto un problema in settimana. Per l’Enel Brindisi recuperati Agbelese e Scott dopo aver sofferto in settimana di un problema rispettivamente alla caviglia e alla mano.

Stato di forma

I ragazzi di coach Pancotto stanno attraversando un periodo difficile, venendo da quattro sconfitte consecutive anche se, eccetto per la rimonta subita in casa con Caserta, sono sempre stati a contatto degli avversari affrontati fino almeno a 3 minuti dalla fine. Coach Meo Sacchetti invece settimana scorsa ha visto i suoi vincere in casa contro Torino dopo una furiosa rimonta marchiata a fuoco M’Baye-Cardillo, portandosi a 2 vittorie in classifica.

Scelta tattica

Cremona tenta sempre di impostare la propria azione con doppie uscite dai blocchi e pick and roll centrali per poter cercare i lunghi all’interno dell’area o i tiratori sugli scarichi, mentre Brindisi si affida pedissequamente al talento di M’Baye cercandolo alternativamente sul perimetro o in post quando può sfruttare dei mismatch, mischiando ciò alle penetrazioni di Scott e ai pick and roll di Goss per cercare di sfruttare le lacune difensive dei padroni di casa.

La Gara

Le due squadre partono un po’ contratte e faticano a trovare il canestro per un paio di minuti e per il resto del quarto il punteggio rimane sempre in equilibrio (massimo vantaggio 3 punti), con Cremona che controlla bene i tabelloni (12 rimbalzi a 6, di cui 3 offensivi) e tira bene da 2 (7/10) mentre l’Enel rimane a contatto perdendo un solo pallone e affidandosi alla verve di un ispiratissimo M’Baye. Il secondo quintetto della Vanoli nel secondo quarto lavora molto bene e così i padroni di casa provano a scappare, trascinati dagli italiani della panchina (Mian 5 punti, Gaspardo 7 tra cui una schiacciata tonante) con un parziale di 14-3 ma, dopo aver costruito tre buone triple e averle sbagliate subisce il controparziale di Brindisi (prima 0-10, poi 2-19 fino alla fine del quarto) targato Scott e ancora M’Baye (16 punti fin qui) che sigillano il punteggio sul 33-38, figlio anche di tante palle perse (9 contro le sole 4 brindisine) e del 20% dall’arco dei cremonesi.
Al rientro dagli spogliatoi Brindisi (e sempre il solito M’Baye, dominante per tutta la gara) sembra ancora più in palla degli avversari che abbozzano anche una difesa a zona ma è un parziale di 11-1 della Vanoli, con due triple e due schiacciate, a portare sul 47-47 prima di 5 punti di un Elston Turner fino a quel momento impalpabile che fissano il punteggio sul 52-49 prima degli ultimi 10 minuti. Dopo aver tirato 0/7 da tre nel terzo periodo, nel quarto quarto l’Enel comincia con 4/4 prendendo il largo senza essere più raggiunta, anche merito di 13 punti di Kris Joseph (gli unici della partita) e in generale di un difesa cremonese che, totalmente in affanno, ha subito 35 punti. Gli ultimi minuti sfociano nel più classico dei garbage time che congela il risultato finale sul 69-84.

brindisi cremona

Svolta della partita

La partita è stata segnata da più parziali nell’arco di tutti i 40 minuti, ma il più significativo è avvenuto nei primi minuti dell’ultimo quarto, quando in circa 6 minuti, Brindisi è riuscita a segnare 25 punti, subendone solo 7, mettendo a segno qualunque cosa passasse loro nelle mani. Per Cremona la partita è stata giocata a lunghi tratti dagli italiani che uscivano dal pino, in particolare Amato ha sostituito un Holloway totalmente nullo per non dire dannoso (dopo essere stato uno dei pochi salvabili nelle prime uscite). Il clima in casa Vanoli, già teso nelle ultime settimane con anche voci di mercato, ora si fa incandescente.

Migliori in campo

CR: Tashawn Thomas (12 punti con 4/7 da due, 1/3 da tre, 1/3 ai liberi, 11 rimbalzi di cui 4 offensivi, 4 assist per 20 di valutazione in 29 minuti).
BR: Amath M’Baye (28 punti con 10/13 da due, 1/4 da tre, 4/5 ai liberi, 6 rimbalzi di cui 1 offensivo, 2 assist, per 32 di valutazione in 27 minuti).

Peggiori in campo

CR: Tu Holloway (0 punti con 0/3 da due, 3 perse per -6 di valutazione e -21 di plus/minus, già molto negativo con Cremona in vantaggio, in 19 minuti).
BR: AJ English (0 punti con 0/3 da due e 0/3 da tre per -5 di valutazione e -16 di plus/minus, unico negativo, in 12 minuti).

Tabellini

VANOLI CREMONA: Amato 8, Mian 8, Gaspardo 11, Wojciechowski, Biligha 11, Turner 15, York 2, O. Thomas 2, T. Thomas 12, Holloway.

ENEL BRINDISI: Agbelese 6, Scott 16, Carter 5, English, Cardillo, Pacifico NE, Donzelli 3, M’Baye 28, Joseph 13, Sgobba NE, Spanghero 3, Goss 11.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.