Le pagelle di Trento-Torino: Washington e White dominanti, a Trento non basta super Flaccadori

Home Pagelle Serie A

AQUILA TRENTO

A. Craft 4,5: L’emblema della sua partita è riassunto con la disperata corsa negli ultimi 10″, dove deraglia da solo in area. Pochi assist rispetto al solito, 1/9 dal campo e una presenza sottotono tutto l’incontro.

J. Jefferson 6,5: Il suo lavoro in area lo fa sempre, quello gli viene chiesto. Ingaggia un bellissimo duello con White, dove ne esce un pelo sconfitto ma non di certo ridimensionato.

F. Baldi Rossi 6: Lavoro sporco, 8 punti e un pò di sostanza difensiva. Ma cala alla lunga ed è un calare pesante per i suoi. Appena sufficiente, anche se poteva dare di più.

Image00200R. Moraschini 7: L’ex Mantova attacca la gara fin dal primo momento in cui mette piede in campo, risultando un difficile avversario per la difesa torinese. 10 punti a referto e tanta intensità, anche se non basteranno alla fine.

T. Forray 6: Neopapà Toto gioca una gara di ordinaria amministrazione, 15 minuti con 5 punti e 3 assist. Va nettamente meglio di Craft nonostante non sia eccelso, ma forse qualcosina in più sul parquet poteva rimanere.

D. Flaccadori 7,5: Il più piccolo in campo è l’ultimo ad arrendersi, riporta in parità i suoi con 2 favolosi 2+1 in transizione, è sempre presente su tutti i 28 metri del campo, e non molla mai. 20 anni all’anagrafe con l’esperienza di uno che gioca da 15 anni almeno in Serie A. Solo applausi per Diego.

J. Gomes 5: 16 minuti in campo per il portoghese con una presenza assolutamente inesistente. Forse ha giocato fin troppo per ciò che ha dato.

D. Houge 6,5: E’ forse il giocatore più continuo nella serata di Trento, 12 punti e 6 rimbalzi, 8 falli subiti sinonimo di una continua pressione offensiva, e anche un discreto lavoro dietro, nonostante si trovi a combattere uno scatenato Weashington.

D. Lighty 5: La prima cosa buona sarebbe l’illusoria tripla del meno 2 a 20″ dalla fine, per il resto è discontinuo al tiro per tutto il match chiudendo con 5/14. Perde palle banali e dietro viene spesso battuto, risultando dannoso per la sua squadra.

All. Maurizio Buscaglia 5,5: Il momento no dei suoi continua, la gara è punto a punto, e lui si ostina comunque a dar parecchio spazio a Lighty e Craft, che sono in una serata totalmente no. Gli italiani la tengono a galla, ma purtroppo la vittoria non arriva.

 

FIAT TORINO

Image00217

J. Wilson 6,5: Poche cose ma sempre ben fatte, tiri ben presi e ottima presenza a rimbalzo. Silenzioso ma quanto mai efficiente.

T. Harvey 5: Dopo la prestazione balistica mostruosa con Milano, arriva una serata totalmente fuori giri per Harey, che chiude con solo 3 punti a referto, senza vedere mai il campo nei momenti decisivi dell’incontro.

C. Wright 6: Fino al minuto 39.40 era da 4 in pagella. In 20″ mette una tripla e due liberi che danno la vittoria a Torino. 7 palle perse avevano macchiato la sua partita, ma quei 5 punti hanno un peso troppo importante sull’economia dell’incontro.

DJ White 7+: Dominatore dell’area, ennesima doppia-doppia, Jefferson è un gran rivale ma ha comunque la meglio, 14+10 e il canestro del 67-65 che da il là alla vittoria gialloblu. Un leone vero e proprio.

M. Alibegovic 7: Mirza non è totalmente continuo nell’incontro, ma quando Torino va dal meno 4 al +6, il merito è praticamente tutto suo, con le sue triple e le sue giocate che ispirano tutta la squadra.

P. Poeta 6+: L’ex di serata ha tantissima voglia di far bene davanti al suo ex pubblico, e nel primo tempo Peppe risponde come suo solito con tantissima grinta e anche una buona dose di punti. La scena finale se la prendono altri, ma lui il suo lo ha fatto.

Image00168D. Washington 8,5: Probabilmente è ancora in campo a smontare il parquet del basket per mettere giù quello del Trentino volley per la prossima partita, in quanto ha fatto praticamente di tutto e di più. 21 punti, 10 rimbalzi, 3 stoppate clamorose, una difesa asfissiante, una spina nel fianco continua. Semplicemente devastante.

V. Mazzola 5,5: 20 minuti solidi a rimbalzo ma poco concreti in attacco. Alterna cose positive ad altre meno, poteva comunque dare di più.

All. Frank Vitucci 7: Prima vittoria esterna stagionale, si stacca dal gruppone basso della classifica e dopo le belle cose mostrate contro Milano porta meritatamente a casa due punti. Gestisce bene i cambi, soprattutto tenendo a sedere Harvey in serata negativa, prendendosi così un successo importantissimo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.