Green è scatenato nel quarto periodo e l’Olympiacos sbanca il campo del Darussafaka

Coppe Europee Eurolega

DARUSSAFAKA DOGUS – OLYMPIACOS  71-77

Terza sconfitta in fila per il Darussafaka (5-5), torna alla vittoria l’Olympiacos (ora a 6 vittorie e 4 sconfitte) con un grandissimo e decisivo Green.

I turchi di Coach Blatt iniziano con Wanamaker, Clyburn, Moerman, Anderson e l’ex Efes Erden, i greci rispondono con Spanoulis, Mantzaris, Printezis, Papanikolaou e Milutinov.

clyburn darussafaka
Partita difficile per l’ex Bamberg

Le due squadre iniziano con le marce altissime, da una parte Spanoulis semina il panico ma dall’altra prende in mano la squadra Clyburn e le due compagini rimangono a distanza ravvicinata. I bianco-rossi riescono però ad innescare con estrema facilità l’asse Spanoulis-Milutinov, il pick&roll centrale diventa un tabu per la difesa turca e l’Oly costringe Blatt al primo timeout sul 14-9 per gli ospiti. La partita continua ad essere molto intensa e divertente, Wanamaker, Anderson ed Erden riportano sotto il Darussafaka ma Lojeski risponde ai colpi dei padroni di casa e al termine del primo periodo l’Olympiacos conduce 24-21. I ragazzi di Blatt entrano in campo con un piglio diverso, Aldemir, Bertans e Clyburn iniziano a mettere in difficoltà la difesa dei greci e il Darussafaka si porta sul momentaneo 28-26; Lojeski ricomincia a bruciare la retina e l’Olympiacos vola sul 37-28 (13 punti per lui nel primo tempo). I padroni di casa, questa volta sulle ali di Clyburn (13 punti anche per lui), provano a riaccorciare nuovamente le distanze ma prontamente Printezis e compagni smorzano il tentativo di recupero degli avversari: il secondo periodo si chiude sul 43-34 per gli ospiti.

Al rientro sul parquet Printezis firma un altro canestro e l’Oly parte forte toccando il +11: il Darussafaka si affida all’1vs1 e alle giocate dei singoli tentando un timido rientro per l’ennesima volta ma gli ospiti rimangono a distanza rassicurante dopo la tripla di Mantzaris che costringe Blatt a fermare la gara. I padroni di casa continuano ad avere enormi difficoltà nella metà campo difensiva, l’Olympiacos gioca in maniera splendida a differenza dei turchi che si affidano esclusivamente alle giocate di Clyburn e ai tiri da fuori. Ed è proprio grazie ai tiri dall’arco di Bertans che il Darussafaka torna sul -6 con 120 secondi da giocare nel quarto costringendo questa volta Sfairopoulos a chiamare il minuto di sospensione. L’ultimo tiro del periodo è per l’ex Siena Green ma il tentativo non sfiora nemmeno il ferro, i greci si mantengono così sul 57-51. Wanamaker firma la terza tripla su altrettanti tentativi e il Darussafaka si riporta a -5, la rimonta continua questa volta con quattro punti filati di Aldemir, i turchi raggiungono il -2 prima di un’altra incredibile tripla di Green che ridà un minimo di ossigeno ai greci. Wilbekin risponde con la stessa moneta all’Olympiacos ma ancora una volta un infuocato Green ricaccia indietro gli avversari; con poco più di un minuto da giocare la giocata fondamentale è di Spanoulis, che subisce sfondamento da Wanamaker causando il suo quinto fallo. L’Olympiacos chiude le maglie in difesa negli ultimi istanti della partita e porta a casa un’importante vittoria.

DARUSSAFAKA: Wilbekin 8, Batuk, Erden 4, Wanamaker 11, Clyburn 21, Moerman 2, Aldemir 10, Anderson 7, Bertans 8

OLYMPIACOS: Green 10, Birch 5, Young, Papapetrou 4, Spanoulis 13, Milutinov 4, Printezis 15, Papanikolaou 3, Mantzaris 5, Hackett 3, Lojeski 15

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.