Green allo scadere e l’Alma torna a vincere, Dinamica stoppata al Pala Rubini

Serie A2 Recap

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – DINAMICA MANTOVA 69 – 67

(27-20; 11-19; 14-12, 17-16)

Ph. Andrea G. Costa
Ph. Andrea G. Costa

Quintetti: 

Trieste: Parks, Bossi, Green, Pecile e Da Ros

Mantova: Daniels, Giachetti, Candussi, Amici e Corbett

Assenze: 

Coach Dalmasson non ha problemi di organico per questa gara e avrà a disposizione il roster al completo. Anche coach Martellossi avrà l’organico al completo per questo match.

Stato di forma: 

Trieste arriva a questa partita dopo la sconfitta subita a Bologna contro la Virtus, ma nelle gare precedenti era riuscita ad inanellare cinque vittorie di fila. Tra le mura amiche del Pala Rubini, quindi, l’Alma cercherà subito il riscatto per continuare a restare nelle zone alte della classifica.

Mantova, invece, arriva da sette vittorie consecutive, l’ultima delle quali in casa contro Udine e si trova stabilmente tra le prime della classifica. Anche oggi, quindi, la Dinamica vorrà vincere per continuare nella sua cavalcata.

Scelta tattica:

Trieste fa partire l’azione con Bossi o Prandin e cerca tramite circolazione di palla Parks e Green per una penetrazione o un tiro da tre. Come alternativa l’Alma sfrutta i centimetri di Da Ros o Cittadini per una soluzione facile in post basso. L’ex Verona è il più cercato e spesso e volentieri segna punti decisivi. Difesa subito molto aggressiva quella dei giuliani, ma a tratti distratta e poco incisiva.

Mantova manovra in attacco con Corbett e Giachetti. L’americano spesso si isola per cercare una soluzione personale, soprattutto da tre. Anche Amici è spesso al centro dell’azione e si prende parecchie responsabilità in attacco, cercando con continuità il tiro dall’arco. Sotto le plance ci si affida a Candussi e Bryan per un tiro facile, ma non sempre è la soluzione migliore. Difesa sempre molto aggressiva quella della Dinamica, ma che spesso pecca in lucidità e regala punti facili agli avversari.

La gara:

Corbett segna subito per Mantova, ma Da Ros risponde presente con la tripla per il vantaggio dell’Alma. Trieste poi vola a +7 grazie al parziale di 6-0 firmato da Pecile e Parks. Corbett prova a tenere la Dinamica in partita, ma l’Alma allunga ancora con Pecile e Green +9. Bossi spara anche la tripla del +12, ma ancora Corbett tiene a galla i suoi. Ancora Bossi e compagni segnano anche il +15,  anche se a fine quarto Amici  e Vencato riportano sotto Mantova fino al -5. Da Ros però segna il +7 che chiude il periodo. Nel secondo quarto Casella e Amici trascinano la Dinamica a +2, grazie ad un parziale di 9-0. Cittadini pareggia ma ancora Amici è scatenato e fa +2 per la Dinamica. Dopo il pareggio di Green la partita si stabilizza su un costante equilibrio, solo a fine primo tempo Amici riesce a spezzarlo con la tripla del +1 mantovano. 38-39 il risultato a metà gara.

Ph. Andrea G. Costa
Il Pala Rubini torna ad essere un fortino inespugnabile (Ph. Andrea G. Cosa)

Mantova parte forte al rientro in campo e con Amici e Candussi si porta subito a +5. Da Ros, però, non ci sta e con sette punti in fila riporta sopra l’Alma. Amici e compagni allora ritornano sopra di due e la gara diventa tiratissima. Bossi poi pareggia per Trieste, ma Mantova allunga ancora con Corbett e Amici fino al +5. Dopo l’antisportivo a Green e il tecnico a Bryan la partita diventa molto nervosa. L’Alma rientra poi con merito fino al -1 e poi ritorna sopra allo scadere del periodo sfruttando i liberi a favore. Amici apre le danze nell’ultimo quarto e Mantova passa di nuovo a condurre, ma Parks riporta avanti Trieste. Ancora la Dinamica con Corbett e Daniels vola a +6 e l’Alma soffre. Dopo il -2 di Green in contropiede, però, la partita cambia e Trieste giunge al pareggio con Bossi. Finale tiratissimo con le due squadre punto a punto fino ad un secondo dal termine, quando ancora Green segna dal post e regala il +2 all’Alma. Amici sbaglia l’ultimo tiro e Trieste vince, finisce 69-67.

Svolta della partita:

La rubata di Javonte Green che sul +4 per la Dinamica sottrae palla a Candussi e inchioda il -2 che spezza l’attacco di Mantova. Lo stesso Green poi segnerà il canestro decisivo a quattro secondi dal termine, canestro che regala la vittoria all’Alma.

Migliori in campo: 

Corbett riparte da Mantova per stupire ancora.
Non basta Corbett a Mantova per espugnare il Pala Rubini.

Trieste: Javonte Green, segna il canestro decisivo e mette a segno ben 7 palle rubate. Inoltre, come se non bastasse, segna anche 16 punti e cattura 6 rimbalzi. Nota di merito per Matteo Da Ros: altra bella prova la sua con una doppia doppia da 15 punti e 12 rimbalzi.

Mantova: La’Marshall Corbett, tiene in partita Mantova nei momenti di maggior sofferenza e cerca in tutti i modi di far vincere la sua squadra. Chiude con 24 punti. Nota di merito per Alessandro Amici: se Mantova stava per vincere lo doveva anche alle sue giocate, 23 punti però non sono bastati.

Peggiori in campo: 

Trieste: Roberto Prandin, non è giornata oggi per la guardia veneziana che non incide sull’economia della partita. Chiude con la miseria di 3 punti.

Mantova: Jacopo Giachetti, non incide la sua esperienza in questa partita e uno punto segnato e 4 assist non bastano per salvarlo.

Tabellini: 

ALMA TRIESTE: Parks 14, Bossi 11, Coronica 0, Green 16, Ferraro ne, Pecile 8, Baldasso 0, Gobbato ne, Simioni ne, Prandin 3, Cittadini 2, Da Ros 15, All. Dalmasson; RIMBALZI: 47 (Da Ros 12); ASSIST: 17 (Bossi 6); T2: 25/56; T3: 5/15; TL: 4/7;

DINAMICA MANTOVA: Daniels 7, Vencato 3, Giachetti 1, Timperi 0, Candussi 6, Casella 3, Amici 23, Corbett 24, Gergati ne, Bryan 0, Morello ne, Rinaldi ne, All. Martellossi; RIMBALZI: 38 (Candussi 7); ASSIST: 14 (Giachetti 4); T2: 24/64; T3: 13/36; TL: 11/28;

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.