Italiani in Erasmus: esordio per Gentile, il Lugano vola alle F4. Natale amaro per il “Poz”

Rubriche

alessandro gentile panathinaikos
Esordio con vittoria con il Panathinaikos per Alessandro Gentile. La compagine greca ha vinto agevolmente per 116-83 contro l’Agor, grazie a un ottimo gioco corale che ha portato ben 6 uomini in doppia cifra. Alessandro Gentile, in 17′ ha realizzato 2 punti conditi da 5 assist.

Settimana positiva per il Fenerbahce di Gigi Datome che ottiene 2 vittorie in 3 partite e rialza la testa in Eurolega e in campionato. La settimana non era sicuramente iniziata nel migliore dei modi con la sconfitta subita in casa contro il Darussafaka (64-71) che si dimostra un avversario antipatico per le big. Il Fener, però, solo due giorni dopo riesce a vincere a sorpresa a Mosca, contro il CSKA (79-95) nel replay della finale dello scorso anno vinta dai russi. In campionato, invece il giorno di Natale è arrivata la decima vittoria stagionale, grazie al successo ottenuto contro il Trabzonspor (98-78). Nelle due partite di Eurolega Datome ha realizzato 5 e 4 punti, mentre contro il Trabzonspor ha messo a referto 20 punti conditi da 8 rimbalzi.

E’ di due vittorie e una sconfitta il bottino del Brose Bamberg della coppia Melli-Trinchieri. I tedeschi,nella prima gara settimanale sono stati sconfitti per 95-72 dal Real Madrid trascinato da un Luka Doncic versione MVP: 16 punti, 6 rimbalzi e 5 assist in 19′ (Melli 7p+4r). Due giorni dopo, sempre nella massima rassegna continentale, arriva l’immediato riscatto con la conquista della vittoria numero 5 in Eurolega ai danni dell’Olympiacos (82-68). In campionato, invece arriva, se pur con qualche patema, la vittoria numero 15 (88-92 contro il Bayreuth). Melli ha chiuso le tre partite rispettivamente con 7, 13 e 21 punti dimostrando ancora una volta di essere determinante nelle gerarchie della compagine tedesca.

I Lugano Tigers di coach Brienza volano alle Final Four della Coppa Nazionale. I ticinesi hanno infatti battuto per 66-74 gli Starwings di Basilea grazie ai 21 punti di Eric Williams e il 18 di Louissant. I Tigers, a febbraio affronteranno il Fribourg a Montreux in una semifinale che si prospetta molto interessante.

jerrells hapoelNell’unica gara settimanale vince l’Hapoel Jerusalem di Simone Pianigiani che nel big match dell’undicesima giornata della Winner League batte per 72-65 l’Hapoel Tel Aviv e agguanta Banks e compagni al quarto posto in classifica. Migliore in campo per l’Hapoel Jerusalem il solito Jerrells, autore di 18 punti conditi da 5 rimbalzi.

Sesta sconfitta stagionale in campionato per lo Spirou Charleroi allenato da coach Bastianini. I belgi, che arrivavano da un ottimo momento di forma (6 vittorie nelle ultime 7 partite), sono stati sconfitti in maniera piuttosto netta dall’Aalstar (102-82). Shepherd e compagni perdono così la possibilità di volare al terzo posto in classifica, ora occupato proprio dall’Aalstar. Il miglior marcatore dell’incontro è stato Troisfontaines (Aalstar) con 33 punti, mentre nelle file dello Spirou spicano i 22 punti del solito Bowman.

In questa settimana natalizia fa bottino pieno l’Unics Kazan di coach Molin. In Eurolega, grazie alle vittorie contro Zalgiris (80-88, con 26 punti di Langford) e Galatasaray (73-60, con 22 punti di Voronov) scavalcano l’Olimpia Milano e si portano a -4 dall’ottavo posto. In VTB League Colom e compagni battono dopo un overtime il Parma (98-105) e rimangono al secondo posto in classifica in coabitazione con il CSKA. Da segnalare nella partita contro il Parma i 34 punti di Orlando Johnson.

Settimana da dimenticare per il Cedevita Zagabria. La squadra croata, che vede nel proprio staff anche Gianmarco Pozzecco ha subito prima una sconfitta in Lega Adriatica contro la Stella Rossa (91-95, 30 p+5a per Boatright), poi in campionato contro il GKK Sibenik (95-81, 16 punti di Kruslin). Alla luce di questi risultati il Cedevita scivola al terzo posto in campionato, posizione che conserva anche il Lega Adriatica, in virtù delle sconfitte di Buducnost e Cibona.

Turno di riposo per i Manchester Magic dei fratelli Anumba, i Rangers Storm di Andrea Tuni, il KFUM Blackeberg di Reali e il Trelleborg di Asiedu.

Sono rimasti fuori per infortunio invece Andrea Bargnani e Daniel Hackett.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.