Riccardo Cortese a BU: “Dire che il canestro era buono o meno non spetta a me. Instant replay giusto anche in A2”

Esclusive Serie A2 News

cortese ferrara

Riccardo Cortese è stato l’autentico protagonista della vittoria di Ferrara contro la Virtus Bologna grazie ai suoi 25 punti e la tripla che ha permesso alla Bondi di espugnare la Unipol Arena.
Il canestro, arrivato fuori tempo massimo è stato comunque giudicato valido dagli arbitri che non hanno potuto usufruire della tecnologia dell’instant replay (in Italia può essere utilizzato solo in Serie A).

BasketUniverso ha intervistato in esclusiva l’ex giocatore di Pistoia e Avellino parlando della partita contro le “V nere” e dell’eventuale introduzione in A2 dell’instant replay.

Come ti senti dopo quel canestro che ha regalato la vittoria a Ferrara contro la Virtus Bologna?

Bene, perché comunque ho portato due punti alla squadra in una partita giudicata dal nostro stesso coach “jolly” perché è stata una vittoria fuori dal programma. E’ vero che arriviamo da un buon periodo, ma comunque andare a vincere a Bologna è duro per tutti. E’ un campo difficile, ma loro non venivano sicuramente dal loro miglior periodo e  ha influito anche l’assenza di Lawson, per me il centro più forte del campionato. Noi siamo rimasti compatti e vogliosi di vincere quella partita.

Il tiro a tempo scaduto di Riccardo Cortese.
Il tiro a tempo scaduto di Riccardo Cortese.

Il canestro è arrivato a tempo scaduto. Ti eri accorto che era già suonata la sirena o comunque dato che si tratta di mezzo secondo, effettuando il tiro non hai fatto caso a ciò?

Io quel tiro dovevo prenderlo, uno le prova tutte. Dire che era buono o meno non spetta a me, dovevo fare canestro e la palla è entrata. Gli arbitri commettono errori, non parlo mai di arbitraggio perché è un alibi un po’ stupido da usare. Va detto che la terna arbitrale ha cambiato il proprio metro molte volte da entrambe le parti. Per il mio canestro lascio giudicare gli arbitri perché quello è il loro lavoro, io faccio il giocatore e il mio compito è quello di fare più canestri possibili e aiutare la squadra a vincere.

In A2, a differenza della Serie A gli arbitri non possono usare l’instant replay. Secondo te sarebbe giusto introdurre questa importante tecnologia anche nella seconda categoria?

E’ una tecnologia che va sfruttata. E’ un campionato molto competitivo e ci deve essere la possibilità di usarlo perché ci sono varie dirette, come per esempio Sky e possono aiutare gli arbitri a svolgere al meglio il loro lavoro. Non capisco davvero come in un campionato come quello di A2 non si possa sfruttare l’instant replay. Non so i costi che possa avere questa tecnologia, ma se si può utilizzare è un aiuto in più per tutti.

Spesso in Serie A le partite vengono decise da questa tecnologia…

Certo! E’ un aiuto fondamentale in determinate situazioni. Voglio fare un esempio palese.
Nel 2005 ho fatto tutta la stagione con la Fortitudo Bologna e lì è stato assegnato uno scudetto con l’instant replay. Noi ora stiamo sempre parlando del tiro finale, però anche durante una semplice rimessa laterale, se un arbitro non è sicuro durante la partita può usare questa importante tecnologia. E’ un aiuto in più per svolgere al meglio il proprio lavoro, un po’ come il PC al posto di un foglio cartaceo per un qualsiasi lavoratore.
Mi ricordo tanti episodi di quando ero ad Avellino e Pistoia che l’arbitro non era sicuro sull’assegnazione della rimessa ed è andato a controllare l’instant replay.
Sarebbe davvero giusto metterlo in A2 anche al fine di evitare molte problematiche e meno polemiche sotto ogni tipologia di possesso. Qua posso fare l’esempio del derby di Bologna, con l’episodio preso in considerazione in modo ironico da coach Boniciolli dopo il mio tiro. La valutazione del mio tiro la lascio decidere agli arbitri, ognuno ha i propri compiti.

Di seguito il video del finale di partita tra Fortitudo e Olimpia Milano, con il canestro di Ruben Douglas.

Questa può essere la vittoria della svolta per Ferrara?

Oggettivamente a inizio stagione non ci aspettavamo di essere in questa posizione, perché comunque abbiamo una buona squadra soprattutto per la fase offensiva. Magari abbiamo qualche pecca in difesa, anche se il nostro vero problema è la discontinuità. Abbiamo vinto varie partite alla fine, ma abbiamo perso qualche match agli ultimi tiri, anche se questo è il bello e il brutto della pallacanestro. Questa partita potrà darci ancora più fiducia per la partita di domenica contro Imola, nella quale non dobbiamo “dormire sugli allori” ed essere sicuri della vittoria. L’eventuale vittoria di domenica metterebbe più al sicuro la salvezza e poi potremo lavorare più tranquillamente. Bisogna guardare partita per partita senza guardare avanti e dobbiamo rimanere con i piedi per terra.

I playoff sono lontani solo 4 punti. La post season rimane comunque un obiettivo a portata per Ferrara. 

Ferrara ora può davvero sognare?
Ferrara ora può davvero sognare?

Abbiamo le potenzialità di andare ai playoff, come quelle di perdere 4 partite di fila. Noi dobbiamo essere un po’ più cinici nel lavoro che facciamo creando una nostra identità difensiva che piano piano con coach Furlani stiamo mettendo dentro. Ora stiamo facendo più canestri in attacco e siamo riusciti a vincere contro Mantova e Virtus. forse le due squadre più forti del campionato.

In Serie A Avellino e Venezia vogliono firmare due giocatori importanti come Logan e Batista. Secondo te gli irpini e i veneti possono mettere in difficoltà Milano per la vittoria del campionato?

Attualmente non posso non dire che Milano è la dominatrice del campionato. Anche se Avellino e Venezia dovessero rinforzarsi molto bene, non riesco a vedere qualcuno che sulle 7 partite possa mettere in difficoltà Milano. Se fosse una partita secca potrei anche dirti che può esserci il colpaccio. Sulle 7 partite però è davvero dura. Milano ha un roster lunghissimo e fortissimo sotto ogni aspetto. Avellino e Venezia diranno la loro, Reggio Emilia tornerà dove deve stare, però vedo l’Olimpia come favorita.

In Coppa Italia, essendo gara secca potrebbe esserci un colpo a sorpresa?

In Coppa Italia può succedere di tutto. Parlando di scudetto, come detto, con serie da 5-7-7 non ci sono squadre che possano vincere 4 volte contro Milano, riuscendo anche a espugnare il Forum

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.