Italiani in Erasmus: bene Poz e Anumba, premiato Gresta, ai box Datome e Bargnani

Home Rubriche
Gigio Gresta riceve la “Retina d’Oro”.
(facebook.com)

Settimana da dimenticare per il Bamberg della coppia Melli-Trinchieri, che subisce due sconfitte in tre partite. Il primo ko, arriva per mano dell’Ulm, autentica dominatrice del campionato tedesco con 26 vittorie e 0 sconfitte. Il Bamberg, nonostante i 17 punti di Melli e Miller, è stato battuto per 79-84 dal ratioharm, trascinato dai 24 di Morgan (10/16 al tiro).
La seconda sconfitta, se pur indolore, il Bamberg la subisce contro il Darussafaka (97-99), grazie ai 56 punti combinati del grande ex Wanamaker e Clyburn.  Doppia doppia invece per Melli, autore di 12 punti e 10 rimbalzi.
L’unico successo arriva nella giornata di domenica contro il Goettingen (70-71). Per l’ex Milano 4 punti in 15′.

Sconfitta e settimo posto in Eurolega per il Fenerbahce di Gigi Datome, che viene sconfitto 61-56 dal Real Madrid. Nel penultimo turno della regular season di Eurolega, i turchi hanno dovuto fare ancora una volta a meno dell’ala della Nazionale, a cui si è aggiunto anche lo stop di Anthony Bennett. Gli spagnoli, grazie a questa vittoria rendono matematico il primo posto al termine della prima fase.
In campionato, invece, il Fenerbahce è riuscito a sconfiggere il Tofas Bursa per 90-75, grazie a uno scatenato Nunnally, autore di 26 punti (6/6 da 3). Da segnalare anche i 9 assist di Bogdanović.

Ancora out per infortunio anche Andrea Bargnani, che non prende parte alla settimana perfetta del suo Baskonia, capace di vincere sia in Eurolega che in Liga. I baschi, grazie alla vittoria contro il Galatasaray (80-103), sperano ancora nel quarto posto, che significherebbe fattore campo, ora nelle mani del Panathinaikos. In Liga invece il Vitoria batte con qualche patema il Siviglia (79-75) e sale al terzo posto in classifica.

Simon Anumba (facebook.com)

Dopo aver chiuso la regular season al secondo posto, ai quarti di finale dei playoff della NBL1, i Manchester Magic dei fratelli Anumba superano senza troppi patemi i Bradford Dragons per 87-62 e approdano così in semifinale, dove affronteranno il Loughbourough che ha superato a sorpresa i Derby Trailblazers. Nella vittoria dei Magic è stato come sempre decisivo Simon Anumba autore di 20 punti. Da segnalare anche la prestazione di Goldsbrough che ha sfiorato la doppia doppia (8p+13r).

Nel giorno in cui Gresta è stato premiato con la Retina d’Oro, nel big match della 30esima giornata del campionato austriaco il suo Arkadia è stato sconfitto per 59-66 dal Vienna con i capitolini che sono stati trascinati da Miletic (24 punti) e Koch (14p+10r). All’Arkadia non basta il 17p+11r di Vay.

Dopo le vittorie contro Geneve Lions e Neuchatel, che avevano portato i Lugano Tigers di Nicola Brienza al secondo posto della seconda fase, i luganesi cedono 80-52 contro il Monthey capace di portare ben 6 uomini in doppia cifra. Nei Lions si salva solo il trio Everett-Carey-West che porta alla causa 35 punti su 52. Il Monthey inoltre scavalca i Tigers al secondo posto.

In attesa dell’esordio di Alessandro Gentile, cade per la quarta volta nelle ultime cinque partite l’Hapoel Jerusalem di Pianigiani che scivola così al sesto posto in classifica con un record di 13 vinte e 12 perse. Stavolta Dyson e compagni sono stati sconfitti dal Galil Gilboa per 80-86, nonostante la doppia doppia da 20 punti e 11 rimbalzi di Stoudemire e i 19 punti di Jerrells. Il Gilboa infatti grazie a delle ottime percentuali al tiro porta 5 giocatori in doppia cifra e compie il colpaccio.

Prosegue il magic moment del Cedevita di Pozzecco che batte in gara 3 il Partizan e ottiene così il pass per la finale della Lega Adriatica, nonostante gli stop di Boatright e Arapović. I croati in finale affronteranno la Stella Rossa che ha superato sempre per 2-1 il Buducnost. MVP di gara 3 il giovane Musa, autore di 15 punti con 5/8 al tiro. Da segnalare anche i 16 punti di Bilan. In campionato, invece il Cedevita, forse complice anche la stanchezza, cade contro il Cibona per 71-69 e viene agganciata dagli  stesso cugini al terzo posto in classifica.

Ventidueesima sconfitta e ultimo posto in Eurolega per l’Unics Kazan che vede il nostro Lele Molin nel proprio staff. Ora i russi, si giocheranno al Forum, il 15esimo posto contro l’Olimpia che nell’ultimo turno ha battuto lo Zalgiris e si è portata a +2 dall’Unics. I russi sono stati battuti dalla Stella Rossa per 83-65 al termine di un match dominato dall’inizio alla fine dalla compagine serba. Ancora una volta l’unico giocatore positivo del roster è risultato Keith Langford, autore di 16 punti e 10 falli subiti.
I russi trovano però un’importante vittoria in VTB League, vincendo 82-86 contro il VEF Riga.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.