Cremona vince contro Cantù e sogna ancora la salvezza

Serie A Recap

VANOLI CREMONA – MIA-RED OCTOBER CANTU’

(29-14, 26-19, 13-27, 25-22)

Quintetti

CR: Johnson-Odom, Turner, Harris, Thomas, Biligha.
CTU: Dowdell, Cournooh, Durden, Callahan, Johnson.

Assenze

La Vanoli si presenta con il roster al completo mentre Cantù ha Acker infortunato e mette a referto Slokar.

Stato di forma

Cremona viene da due pesanti sconfitte che l’hanno lasciata ultima da sola in classifica viste le contemporanee vittorie di Pesaro, mentre Cantù arriva dalla vittoria interna contro Pistoia.

La Gara

L’intensità nei primi minuti è alquanto rivedibile con Cremona che, sicuramente più decisa a guadagnarsi i punti in palio, tira con percentuali eccellenti (75% sia da due che da tre) e difende con maggiore abnegazione andando sul +15 (29-14) con Turner e Johnson-Odom sul velluto. Nel secondo quarto la musica non cambia, Cantù è solo Johnson ma perde 8 palloni (10 recuperi nel primo tempo per i cremonesi) e la Vanoli con 7 assist nel solo secondo quarto va a +22 (55-33).
Quando la partita sembrava ormai in ghiaccio, Cremona gioca un pessimo terzo quarto (12 perse, 4 a testa per Johnson-Odom e Biligha), concede due parziali rispettivamente di 0-7 e 0-11 (marchiati a fuoco da Johnson e Darden) e arriva a inizio quarto quarto con solo 8 punti di vantaggio. Ma la scelta vincente è panchinare i lunghi titolari e giocare tutti gli ultimi 10 minuti con Gaspardo e Wojciechowski (11 punti nel solo ultimo parziale) che non sbagliano un tiro e neanche una scelta, tanto in difesa quanto in attacco. Due triple di Mian suggellano il vantaggio decisivo per Cremona che vince 93-82, tirando benissimo dal campo e distribuendo ben 17 assist. Per Cantù rivedibile l’approccio, giustificato solo dal fatto che il campionato ha ormai poco se non nulla da chiedere.

Svolta della partita

Nel primo tempo la Vanoli ha scavato il solco decisivo ma, dopo il passaggio a vuoto nel terzo quarto (con un numero esorbitante di palle perse), la svolta è arrivata con la scelta di giocare costantemente con Gaspardo e Wojciechowski, perfetti dal campo e capaci di mettere in campo un’intensità che Biligha e Thomas non hanno prodotto con continuità. Cantù, ormai certa della salvezza e quasi fuori dai Playoffs ha giocato con poca energia, lasciando campo a una Cremona più affamata e bisognosa di punti.

Migliori in campo

CR: Jakub Wojciechowski (18 punti con 5/5 da due, 2/2 da tre e 2/3 ai liberi, 4 rimbalzi, 3 assist e 23 di valutazione) e Raphael Gaspardo (13 punti con 5/5 da due e 3/3 ai liberi, 4 rimbalzi, 3 recuperi, 2 assist e 23 di valutazione).
CTU: JaJuan Johnson (24 punti con 10/16 da due, 1/3 da tre e 1/2 ai liberi, 7 rimbalzi, 3 recuperi e 1 assist per 23 di valutazione).

Tabellini

CR: Johnson-Odom 16, Mian 6, Gaspardo 13, Harris 6, Carlino 3, Wojciechowski 18, Biligha 9, Turner 15, Thomas 7, Ibarra NE.

CTU: Ballabio NE, Cournooh 9, Baparapè NE, Parrillo, Pilepic 9, Calathes 2, Callahan 10, Darden 13, Dowdell 11, Quaglia, Johnson 24, Slokar 4.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.