Il patron del Panathinaikos non prende bene lo 0-3 col Fenerbahce: ritorno ad Atene in pullman

Coppe Europee Eurolega Home

La serie playoff tra Fenerbahce e Panathinaikos si è chiusa ieri sera, con i turchi volati alle Final Four casalinghe con un secco 3-0. Un verdetto netto, non trasparso nel campo, dove gli uomini di Pascual hanno fatto il possibile contro l’armata di Zejico Obradovic, arrivando alla fase preliminare dopo un ottimo percorso in regular season. L’epilogo non è stato certamente il migliore, e tra coloro che non si son ritenuti soddisfatti c’è anche il numero uno della società biancoverde, Dimitris Giannakopoulos, che aveva promesso ai suoi un bonus di 250.000 euro in caso di passaggio alle Final Four.

Poco male, il patron ha sicuramente risparmiato un esborso milionario, ma al risultato non ottenuto sul campo è però susseguita anche una punizione: infatti Giannakopoulos ha fatto cancellare i biglietti aerei per il ritorno ad Atene, ordinando invece un rimpatrio via autobus a coach, staff e giocatori, con 1.097 km (distanza Istanbul asiatica – Atene) in cui pensare e rimuginare. Un castigo che alcuni non hanno voluto scontare, preferendo volare da soli piuttosto che stare nel mezzo con la squadra.
David Pick ha seguito l’incredibile vicenda da vicino, schierandosi apertamente contro Giannakopoulos e riportando i nomi dei “ribelli”:

Il numero uno del Panathinaikos, spinto dall’orgoglio della rivalità tra i due paesi, non ha preso bene la sconfitta. Bisognerà vedere i risvolti che avrà il caso anche nel campionato nazionale, dove gli ateniesi sono primi con tutti i pronostici a favore

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.