Piacenza vince d’orgoglio: sfuma il settebello per Verona

Serie A2 Recap

Assigeco Piacenza – Tezenis Verona 75-70

(27-20, 17-21, 13-10, 18-19)

Si interrompe così la striscia di 6 vittorie consecutive della Tezenis Verona sul campo di Piacenza. L’Assigeco ritrova due punti importanti per il proseguo del campionato, anche senza Fromenti e Fontecchio. Ottime prestazioni di Guyton e Arledge (37 punti in due) e l’apporto dalla panchina di Oxilia. Per Verona in doppia cifra Greene, Amato e Poletti.

Mani molto fredde nei primi due minuti prima che si inizi a segnare. Piacenza si lascia trascinare dai suoi americani Arledge e Guyton che ne fanno 8 in due, Greene dalla lunga distanza impatta 10-10. Gli uno contro uno e i pick and roll dei piacentini continuano ad essere un problema per la difesa della Tezenis. La tripla di Reati sancisce il -5 (20-15). Greene ricuce lo strappo infilando la sua seconda tripla della gara e Guyton nell’altra metà campo replica immediatamente. Nell’ultima azione del quarto Passera con un layup sigla il massimo vantaggio per Piacenza sul 27-20.

Parte molto bene Verona che apre il secondo quarto con un parziale di 7-3 mentre per l’Assigeco si iscrive a referto con un 2+1 Tommaso Oxilia (30-27). Il pivot classe ’98 di Loano ha un forte impatto sulla partita ma Udom e Jones pareggiano i conti sul 37-37 a metà. I padroni di casa rimettono la testa avanti 44-39 con la tripla e il libero di Sanguinetti. Amato allo scadere arriva al ferro e si va alla pausa lunga 44-41. 

Rientro in campo non esaltante per entrambe, molti errori e palle perseVerona riesce a sorpassare per la prima volta 46-47. Piacenza sfrutta gli attacchi confusi avversari e con i canestri di Guyton, Oxilia e Arledge ritorna a dirigere a +5 (52-47). In seguito al timeout chiamato da Dalmonte, Palermo manda a bersaglio una tripla ma la difesa biancorossablu cresce di intensità. La “bomba” di Guyton manda agli ultimi dieci minuti sul 57-51.

La Tezenis si rimbocca le maniche e raccorcia con Tote’ e Amato, Piacenza non ci sta e rimane a +6 grazie al duo Passera-Oxilia (64-58). Break significativo 2-8 per Verona che dopo i due punti dalla linea della carità di Jones ritorna pari a quota 66-66 con un minuto al termine. Reati da tre e Infante danno ossigeno all’Assigeco che riallunga 71-66 mentre i gialloblu continuano a pasticciare. Sempre Infante fa due su due ai liberi e pesano come un macigno a 19″ dallo scadere. Finisce 75-70 al Palabanca.  

Assigeco Piacenza: Reati 13, Infante 4, Passera 7, Sanguinetti 4, Arledge 17, Guyton 20, Oxilia 10.

Tezenis Verona: Poletti 10, Palermo 7, Udom 9, Jones 9, Greene 13, Tote 8, Nwohuocha 1, Amato 10, Ikangi 3.

 

  •  
  •  
  •  

1 thought on “Piacenza vince d’orgoglio: sfuma il settebello per Verona

  1. L’ho detto e lo ripeto: buona squadra, ma non è il nostro anno. L’autore dell’articolo ha usato il termine giusto che a Verona ormai è diventato un leit motiv: “pasticciare”. Il talento c’è, manca l’esperienza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.