Sassari risorge nel quarto periodo e supera la Virtus Bologna

Home Serie A Recap

Dinamo Sassari-Virtus Bologna 82-74

(11-15; 14-23; 23-18; 32-17)

La Dinamo Sassari al termine di una partita al cardiopalma batte la Virtus Bologna 82-74 e sale così a 20 punti, portandosi a -2 dai bolognesi, che dalla loro, mantengono in attivo la differenza canestri. Da segnalare l’espulsione di Pasquini nel corso del terzo quarto, che rischiava di chiudere il match, ma Sassari da quel momento ha stretto le maglie in difesa e ha prima ricucito il gap, poi è andata a portare a casa i 2 punti.

Bologna parte nel migliore dei modi prediligendo maggiormente un gioco interno sfruttando anche il vantaggio dal punto di vista fisico e si porta subito sul 5-0. Bostic sblocca l’attacco sassarese, ma la Virtus aumenta l’intensità difensiva e con la schiacciata di Baldi Rossi vola sul 4-9. Nella seconda metà del quarto Sassari reagisce sulle ali di Bamforth e Pierre e la schiacciata dell’ala canadese vale la parità a quota 11. I canestri di Gentile (8 punti nel solo primo quarto) e Aradori chiudono il periodo sull’11-15.

Nel secondo quarto la Dinamo continua a soffrire contro la difesa bolognese e dopo 13′ è ancora ferma a quota 11 e con ben 9 palle perse sul groppone: 11-17. Lawson e Stefano Gentile incrementano ulteriormente il vantaggio delle V Nere e al 17′ la Virtus è avanti 15-26. Bamforth è il principale terminale offensivo dei sardi che grazie alla tripla allo scadere di Hatcher chiudono il primo tempo sotto di 13 punti: 25-38.

Al ritorno dagli spogliatoi Sassari è più concentrata e con uno scatenato Planinić accorcia a -10: 31-41. Il minuto di sospensione di Ramagli non ha gli effetti sperati e due triple consecutive di Polonara portano Sassari a -5: 39-44. Dopo qualche decisione arbitrale piuttosto dubbia, gli arbitri rifilano il secondo fallo tecnico a Pasquini, che deve abbandonare anzitempo il parquet. I punti e gli assist di Stefano Gentile fanno respirare la Virtus, che anche in virtù del fallo antisportivo fischiato a Jones ritrova la doppia cifra di vantaggio: 46-56. Il libero di Lawson e il secondo canestro sulla sirena di Hatcher chiudono il terzo quarto su definitivo 50-57.

Nell’ultimo e decisivo periodo è sempre la Dinamo ad avere in mano il pallino del match e con Jones e Hatcher accorcia a -2: 59-61. La tripla di Tavernari vale il primo vantaggio del match per i sassaresi e coach Ramagli è costretto a chiamare timeout: 62-61. Sassari continua a incrementare il proprio gap e l’appoggio di Pierre vale il +8: 69-61.
La tripla di Alessandro Gentile sblocca Bologna, ma Jones prima e Hatcher poi, regalano alla Dinamo il +10: 76-66. Sassari perde due sanguinosi palloni e la Virtus realizza due canestri in contropiede che valgono il -6: 76-70. Gli ospiti ricorrono al fallo sistematico, ma Spissu e Stipcević sono perfetti dalla lunetta e Sassari vince 82-74.

Dinamo Sassari: Spissu 3, Bostic 4, Bamforth 16, Planinić 10, Devecchi NE, Pierre 4, Jones 7, Stipcević 6, Hatcher 17, Polonara 8, Picarelli NE, Tavernari 7

Virtus Bologna: Gentile A. 22, Umeh 8, Pajola 0, Baldi Rossi 5, Ndoja 0, Lafayette 7, Aradori 8, Gentile S. 10, Lawson 11, Slaughter 3

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.