Rosselli e Chillo sono glaciali: la Fortitudo passa a Bergamo dopo un overtime

Serie A2 Recap

BERGAMO – CONSULTINVEST FORTITUDO BOLOGNA 89-91 dopo 1OT

(24-14; 11-24; 25-22 ; 14-14; 15-17)

Partita mozzafiato in quel di Bergamo. I ragazzi di coach Sacco, alla prima partita stagionale sulla panchina di Bergamo, si arrendono alla capolista Fortitudo dopo 45 minuti di pura battaglia. Decisivi i nervi saldi dei più esperti bolognesi che non tremano dalla lunetta nei minuti finali: sono Rosselli, Chillo e Cinciarini a regalare la vittoria alla Fortitudo. Non bastano ai bergamaschi le stoiche prestazioni di Hollis e Solano.

Bergamo parte con le marce alte, altissime. Grazie ad una difesa molto fisica gli uomini di Sacco annullano i bolognesi concedendo solo 9 punti nei primi 9 minuti di gioco, e scappando di fatto verso il primo allungo di serata (21-9) sulle ali di uno scatenato Hollis (7 punti). Bologna è brava a recuperare un paio di palloni e a rosicchiare qualche punto, ma l’inerzia rimane nelle mani dei padroni di casa che chiudono il primo periodo sul 24-14.

Laganà segna i primi due punti in maglia giallo-nera per il nuovo +10 Bergamo (26-16), poco dopo Fattori realizza dalla lunga distanza facendo saltare in piedi tutti i presenti. Ma i ragazzi di Boniciolli non demordono e in un amen tornano in partita: sono Pini e Cinciarini a guidare la rimonta, con 4 minuti da giocare la Fortitudo è di nuovo lì sul -3 (30-27). La rimonta è completata da Cinciarini che firma in contropiede il 31-30 Fortitudo (10 punti per lui). A fine secondo quarto sono gli ospiti a condurre sul 38-35 dopo l’appoggio a fil di sirena di Pini. Brucianti fino a questo punto della gara le 7 palle perse dei bergamaschi (3 Laganà), che hanno aperto ai 17 punti da palla persa degli ospiti (14 in contropiede).

Cinciarini continua da dove aveva lasciato, con la sua tripla dall’angolo i bolognesi si lanciano verso il primo allungo di serata sul +8 (45-37). Con l’inerzia tutta dalla parte degli ospiti, i bergamaschi sono bravi a risollevare il capo e a tornare in gara: Solano, sfidato dalla curva fortitudina, prende in mano la gara e guida i bergamaschi alla rimonta. Bergamo produce un’importante parziale di 8-0 e ritorna in parità sul 45-45. Il domenicano è una furia, così come Hollis che in acrobazia realizza dalla media per il 56-52 Bergamo costringendo Boniciolli a fermare la gara. Rosselli (11 punti) ferma l’emorragia con un bel jumper fronte canestro e poco dopo Pini (11 punti) appoggia per il nuovo -4 Fortitudo. I bolognesi sono pravi a stringere le maglie in difesa e a tornare a contatto. Il periodo si chiude sul 60-60.

Mini parziale di 4-0 per gli ospiti subito annullato dalla bomba di Sergio. Ferri (6 punti, 3 assist) commette fallo e poi si prende un tecnico per proteste, costringendo di fatto coach Sacco a toglierlo dalla gara per il  suo terzo e quarto fallo. I bolognesi non ne approfittano e Bergamo rimane a contatto (65-63), riacciuffando nel possesso successivo il pareggio con il canestro in penetrazione di Laganà. Non segna più nessuno, le due squadre fanno a sportellate e le percentuali calano vistosamente. E’ Hollis dopo quasi 3 minuti a sbloccare il punteggio con un bel canestro in allontanamento (69-67 Bergamo). L’ultimo quarto è da infarto: Cinciarini fa 1/2 dalla lunetta e poco dopo Mancinelli segna in penetrazione per il nuovo +1 Fortitudo (70-69); Solano appoggia in penetrazione, Chillo risponde, Ferri realizza da tre e i bergamaschi sono ancora avanti (74-72). E’ Chillo ad impattare dalla lunetta sul 74-74 con 15 secondi da giocare. Solano si prende la responsabilità dell’ultimo tiro, il suo jumper è un mattone che si stampa sul ferro. OVERTIME!

Laganà firma 5 punti di fila, Mancinelli e Rosselli riavvicinano la Fortitudo realizzando dalla lunetta (79-78 Bergamo). Bologna rimette la testa avanti dopo il canestro di Chillo, Ferri si becca un altro tecnico e deve lasciare il campo; nel possesso successivo Mancinelli realizza dalla lunga e la Fortitudo prova a scappare sull’84-79. Solano e Hollis provano a tenere a galla Bergamo, ma l’inerzia rimane dalla parte degli ospiti che con 24 secondi sul cronometro conducono per 88-84 dopo i due liberi di Rosselli. Chiudono la gara i liberi di Cinciarini, la Fortitudo si impone per 91-89.

BERGAMO: Augeri NE, Solano 20, Cazzolato 0, Ferri 9, Bedini NE, Magni NE, Fattori 13, Bozzetto 4+14rim, Crimeni NE, Sergio 6, Laganà 16+7rim, Hollis 21+8rim

FORTITUDO BOLOGNA: Cinciarini 16, Mancinelli 7, Fultz 0, Murabito NE, Montanari NE, Chillo 15, Gandini 2, Amici 6, Rosselli 22+7ast, Pini 13, Italiano 6, McCamey 4

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.