La Grissin Bon cade in Russia: gara-1 finisce 82-65

Coppe Europee Eurocup Home

Lokomotiv Kuban Krasnodar 82 – 65 Grissin Bon Reggio Emilia

(19-15; 24-13; 20-23; 19-14)

Dopo l’incredibile vittoria con lo Zenit, la Grissin Bon torna in terra russa per sfidare in semifinale di Eurocup il Lokomotiv Kuban di Krasnodar. Due assenze illustri: Della Valle bloccato alla schiena rimane a riposo in Italia in vista di gara-2, mentre in casa Krasnodar rimane fuori l’ala australiana Ryan Broekhoff.

Reggio Emilia parte subito bene con cinque punti firmati Markoishvili-Nevels ma il Krasnodar si fa subito sotto e porta il punteggio in proprio favore sul 10-7 a metà primo quarto. Il quarto termina con i tiri liberi realizzati prima da Chris Wright e dopo da Julian Wright e riportano Reggio sulla scia del Lokomotiv sul punteggio di 19-15. Secondo quarto che si apre con i due punti facili di Chris Wright su assist di Jalen Reynolds e i due tiri liberi messi a segno da Niccolò De Vico. L’attacco della Lokomotiv fa fatica ad attaccare la difesa reggiana e la squadra di coach Menetti pareggia sul 21-21 grazie al layup semplice di Reynolds (autore nell’azione precedente di una gran stoppata su Joe Ragland). A metà quarto qualche piccola disattenzione di Reggio consente al Krasnodar di riportarsi in vantaggio in seguito alla palla persa di Markoishvili. La tripla di Antipov porta il Krasnodar ad allungare di quattro distanze. Chris Wright entra in un momento difficile per i suoi e suona la carica proprio come aveva fatto in gara-3 contro lo Zenit. La Grissin Bon fatica molto a contendere i rimbalzi alla squadra russa e sembra sempre cercare i fischi arbitrali per eventuali falli del Krasnodar. La squadra russa aumenta verso il finale del primo tempo l’intensità e si porta all’intervallo lungo sul +15 grazie ad un tiro dall’angolo da tre realizzato da Chris Babb allo scadere. A fine primo tempo il migliore dei russi è Frank Elegar autore di 9 punti e ben 7 rimbalzi, mentre per Reggio da notare Jalen Reynolds che mette a referto 9 punti, 5 rimbalzi e 3 stoppate. Il risultato dopo i primi venti minuti è 43-28. Ad inizio terzo quarto Reggio reagisce prima con la tripla di Nevels e dopo con il canestro da due punti di Chris Wright e costringe coach Sasa Obradovic a richiamare i suoi per un time-out. Al rientro dal time-out Reggio non riesce a mettere in difficoltà la Lokomotiv che appare compatta in difesa e concreta in attacco. La Grissin Bon si fa avanti con il tiro da tre di Nevels e il canestro di Cervi che portano la squadra ospite sul -12. Nonostante qualche buona azione a fine terzo quarto la squadra di Menetti non sembra mai realmente capace di rientrare in partita. Il terzo quarto termina sul 63-51 per i padroni di casa. Il quarto quarto si apre con i primi due punti dal campo di Joe Ragland e con il canestro con fallo di Lacey. Partita che procede lentamente e per il Krasnodar si tratta solamente di ordinaria amministrazione, favorita anche dalla situazione falli per la Grissin Bon. Chris Wright si dimostra ancora una volta in un periodo di gran forma e dopo aver raccolto un rimbalzo offensivo serve un assist per il tiro dai 6,75m di De Vico. Nei minuti finali spazio anche per Federico Mussini e Federico Bonacini. Alla fine il Krasnodar conduce senza grossi problemi e si aggiudica gara-1 per 82-65.

MVP della partita Brian Qvale autore di 16 punti e 4 rimbalzi. Per la Grissin Bon bene Chris Wright, Jalen Reynolds e Garrett Nevels.

 

 

Tabellino:

Lokomotiv Kuban Krasnodar: Collins 10, Antipov 8, Ragland 9, Baburin, Lacey 4, Ivlev, Ilnitskiy 4, Khvostov, Elegar 11+9 rimbazi, Babb 11, Kulagin 9, Qvale 16.

Grissin Bon Reggio Emilia: Mussini, J. Wright 7, Bonacini, Candi 3, White 6, Reynolds 13+9 rimbalzi, Markoishvili 3, C. Wright 14, Cervi 4, Nevels 10, Llompart, De Vico 5.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.