Il ritorno di Della Valle aiuta Reggio a superare Cremona

Home Serie A News

Grissin Bon Reggio Emilia 91 – 84 Vanoli Cremona

( 27-22; 18-20; 22-21; 24-21)

A Reggio Emilia va in scena il recupero tra Grissin Bon Reggio Emilia e Vanoli Cremona. Buone notizie in casa Reggio che vede sfoltirsi l’infermeria con il ritorno di Niccolò De Vico e, soprattutto, Amedeo Della Valle.

Al PalaBigi è la Vanoli Cremona ad avere il primo possesso del match che però non riesce a sfruttare perdendo il pallone. E’ la squadra di coach Menetti a realizzare il primo canestro della serata con un gancio morbido del reggiano Riccardo Cervi. Cremona non tarda a rispondere e si riporta in vantaggio con il libero di Fontecchio, ma un ritrovato Della Valle realizza la tripla del 5-3. Della Valle parte subito bene e sembra sentire l’importanza di questa partita e nell’azione successiva realizza la seconda tripla della serata. Dopo 5.30′ di gioco con altri due punti Della Valle mette a referto un tabellino personale di 10 punti. Dopo le giocate di Della Valle e alla tripla di Manuchar Markoishvili, coach Sacchetti è costretto a richiamare i suoi in panchina per un time-out. Il primo quarto si chiude con i due tiri liberi realizzati da Pedro Llompart (24/27 in stagione), che fissa il risultato sul 27-22. Il ritorno di Amedeo Della Valle sembra aver dato sicurezza e fiducia dei propri mezzi ai reggiani. Il secondo quarto di gioco si apre con la tripla di Drake Diener che accorcia ulteriormente le distanze. I canestri di Fontecchio e Martin rendono vano il tiro da tre di De Vico, e ciò costringe coach Menetti a chiamare il time-out per evitare la rimonta dei lombardi. Dopo 5 minuti di gioco è la Vanoli ad avere dalla sua parte l’inerzia della partita, mentre per Reggio sembrano ricomparire i fantasmi delle ultime partite caratterizzate da troppe disattenzioni da entrambe le parti del campo. Cremona prova ad approfittarsi della situazione falli di Riccardo Cervi (3 in 3′ disputati) e tenta in svariate occasioni di attaccarlo soprattutto con il centro Henry Sims. Ancora con un canestro di Llompart si chiude il quarto di gioco, che vede Reggio Emilia tornare in vantaggio nonostante il recupero di Cremona. 45-42 dopo i primi 20′. I primi due punti del terzo quarto sono firmati da Sims che riporta in vantaggio i suoi. Markoishvili e Fontecchio mettono a referto entrambi due tiri dei 6,75m. Cremona prova a lanciare un segnale ai padroni di casa con la schiacciata di Johnson-Odom. La squadra di coach Menetti ritrova il pareggio a poco più di due minuti dalla fine grazie al canestro più fallo realizzato da Julian Wright. Julian Wright da un lato e Travis Diener dall’altro provano a tenere in vantaggio le rispettive squadre a suon di giocate. Il terzo quarto termina sul 67-63. L’ultimo quarto di gioco è molto equilibrato e vede le squadre alternarsi al comando. Reggio allunga nei minuti decisivi, quando Della Valle offre a Chris Wright un ottimo pallone per due punti facili. Nel finale dalla lunetta allungano Julian Wright, Della Valle e in contropiede Chris Wright con un lay-up vincente. Il punto esclamativo viene messo dallo stesso Julian Wright che allo scadere inchioda una schiacciata. Il finale al PalaBigi è 91-84.

MVP della partita è Julian Wright autore di una strepitosa seconda metà di gioco. J. Wright mette a referto 23 punti, conditi da 6 rimbalzi. Per Reggio grandi prestazioni anche del recuperato Amedeo Della Valle (14 punti), James White (16 punti) e Chris Wright (13 punti e 7 assist). Tra le fila di Cremona da ricordare i 17 punti di Sims e Johnson.Odom e i 15 di Travis Diener.

Tabellino: 

Grissin Bon Reggio Emilia: J. Wright 23, Bonacini, Candi, Della Valle 14, White 16, Markoishvili 7, C. Wright 13 (+ 7 assist), Cervi 8, Llompart 7, De Vico 3. Coach Menetti.

Vanoli Cremona: Johnson-Odom 17, Martin 6, Gazzotti, T. Diener 15, Ricci, Ruzzier 4, Portannese, Fontecchio 9, Sims 17, D. Diener 6, Milbourne 10. Coach Sacchetti.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.