Rodriguez è stratosferico, il CSKA stende il Khimki anche in gara 2

Coppe Europee Eurolega

CSKA MOSCA – KHIMKI MOSCA 89-84

(24-22; 19-23; 25-21; 21-18)

Importante vittoria del CSKA Mosca che si porta sul 2-0 nel derby con il Khimki di coach Bartzokas. Grandissima prestazione del chacho Rodriguez che mette a referto una sontuosa doppia-doppia da 26 punti e 10 assist, bene anche Higgins (19p) e Clyburn (16p); non bastano agli ospiti i 24 punti di un ottimo Gill, male Shved che realizza “soli” 12 punti. Ora il CSKA si sposta sul campo del Khimki per tentare di chiudere la serie e volare alle Final Four.

Primo periodo all’insegna dello spettacolo in quel di Mosca. Le due formazioni, nonostante l’alta intensità difensiva, mantengono altissime le percentuali e si rispondono colpo su colpo (50% dal campo per gli uomini di Itoudis, 57% dal campo per gli ospiti): il CSKA prova ad affidarsi al talento di Rodriguez, mentre dall’altra parte a fare la differenza sono Gill, Vialtsev e il capocannoniere dell’Eurolega Shved (5p+4ast). Al primo mini riposo sono Rodriguez e compagni a condurre sul 24-22.

L’ex Real Madrid va a prendersi un po’ di riposo e il Khimki ne approfitta, questa volta affidandosi a Markovic, che, dopo 4 punti consecutivi, costringe coach Itoudis a fermare la gara (31-30 Khimki). Jenkins infila la sua seconda tripla di serata e gli ospiti allungano (36-32), ma il tentativo di fuga è subito annullato dalle giocate di Hunter (8p) e dal rientro di Rodriguez. Ultimo minuto di quarto all’insegna dello spettacolo: Anderson spara due bombe di fila da casa sua, a cui risponde lo stesso chacho sempre da oltre l’arco. Si va al riposo lungo questa volta con gli ospiti in vantaggio per 45-43.

Il rientro in campo vede un parziale di 8-0 in favore del CSKA che prova a rimettere la testa avanti, è il solito Shved a fermare l’emorragia con un gioco da tre punti in penetrazione (51-48 CSKA). Rodriguez e Clyburn risuonano la carica, ma il Khimki rimane lì e con Gill (13p) impatta nuovamente sul 57-57. Pur con Vialtsev costretto in panchina con 4 falli gli ospiti non mollano e, con 30 secondi da giocare, il Khimki torna davanti sul 66-65. La terza frazione di gioco si chiude sul 68-66 CSKA dopo la bomba di Rodriguez (20p+8ast).

Nessuna delle due formazioni è in grado di prendere il largo, a metà quarto periodo sono ancora i padroni di casa a condurre sul 76-70 dopo il 2+1 di Clyburn (15p+5rim). Robinson si becca un antisportivo, poi tecnico alla panchina del Khimki e il CSKA prova ancora a mettere la freccia (79-70); Rodriguez spara dalla lunga, Jenkins lo imita e il Khimki è di nuovo a -7. I ritmi si alzano e i padroni di casa provano ad approfittarne, ma il Khimki non molla e rimane lì; il CSKA perde l’occasione per chiudere la gara, Kurbanov commette fallo sul tiro da tre di Gill che però non ne approfitta a pieno e realizza solo 2 dei 3 liberi a disposizione (87-84 CSKA). Clyburn chiude dalla lunetta, vittoria per 89-84.

CSKA: Rudd 0, Fridzon 0, Westermann 2, Antonov 12, Rodriguez 26+10ast, Vorontsevich 0, Clyburn 16+7rim, Higgins 19, Khryapa NE, Kurbanov 0, Hunter 14+7rim

KHIMKI: Robinson 2+7rim, Shved 12+7ast, Vialtsev 8, Zaytsev 0, Markovic 11, Monia NE, Gill 24, Todorovic 0, Zubkov 0, Anderson 11, Jenkins 9, Thomas 7

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.