Un super Jalen Reynolds trascina la Grissin Bon: Torino si allontana dal sogno playoff

Home Serie A Recap

Grissin Bon Reggio Emilia 89-82 Auxilium Fiat Torino

(18-21; 22-21; 25-18; 24-22)

Al PalaBigi va in scena la gara tra Grissin Bon Reggio Emilia e Fiat Torino valida per la ventisettesima giornata di Serie A. Alla vigilia del match Menetti decide di sostituire Julian Wright (problema alla caviglia) con Jalen Reynold, assente dalle rotazioni da tre partite.

Il primo quarto inizia bene con entrambe le squadre a segno in tutte le occasioni. fino ad un’infrazione di passi di Riccardo Cervi. Vujacic commette un fallo antisportivo su Reynolds, e Chris Wright ne approfitta per il primo vantaggio casalingo sul 12-11, che però dura veramente poco. Tra le fila reggiane sembra ispirato Markoishvili, mentre tra i torinesi spicca Mbakwe. Il quarto si chiude 18-21, nonostante i richiami di allenatori e giocatori e le numerose palle perse da entrambe le squadre. Il secondo quarto si apre con il poster di Pelle ai danni di Cervi e Torino sale sul +7. Reggio Emilia appare nervosa soprattutto a causa dei pochi falli fischiati a favore dalla terna arbitrale. In mezzo alla confusione Vujacic rimane a terra ed è costretto ad abbandonare il parquet a causa di un colpo alla testa. Markoishvili mette a referto la quarta tripla della serata e nell’azione successiva il canestro di White che porta i reggiani sul -2, costringe coach Galbiati a richiamare i suoi per il time-out. Gli arbitri continuano a fischiare dei falli alla squadra di casa, ma nonostante ciò sul finale di quarto viene fischiato un tecnico a Garrett. le due squadre vanno all’intervallo lungo sul 40-42. In avvio di terzo quarto la Grissin Bon fa fatica a trovare il canestro in attacco. Dall’altra parte Garrett esce per il quarto fallo e viene sostituito da Poeta. Washington commette un antisportivo, anche questa volta piuttosto dubbio, e ciò consente a Reynolds di accorciare le distanze. Torino sembra controllare la gara, soprattutto grazie ad un ottima difesa su Della Valle che lo tiene completamente fuori ritmo. Jalen Reynolds si prende la squadra sulle spalle e porta in vantaggio la Reggiana sul finale di quarto sul 64-60. Il quarto quarto si avvia sulla stessa scia del finale di terzo periodo, complice uno straordinario Reynolds. Nonostante i 9 punti di svantaggio, Torino riesce a tornare sul -4 grazie alla tripla di Garrett-Diante. Questo mini-break firmato Fiat Torino costringe coach Menetti a chiamare il time-out. In uscita dal time-out arriva la tripla di James White che riporta tranquillità tra i giocatori reggiani. Markoishvili uguaglia il record in carriera di triple segnate in una singola partita (6/6 in 26′ di gioco) e allunga ulteriormente le distanze. Reynolds continua a mettere a referto punti importantissimi e a tre minuti dalla fine realizza anche il suo record personale di punti con la maglia della Reggiana (25 in 29′ sul parquet). Nel minuto finale Washington prova a tenere viva Torino, ma Reggio risponde subito con uno straripante Reynolds. Mbakwe realizza due tiri liberi procurati da un fallo di Markoishvili e riporta la squadra di coach Galbiati sul -6. Il quarto periodo si chiude sull’ 89-82.

MVP della partita Jalen Reynolds, autore di una prestazione straripante sia sul fronte offensivo che su quello difensivo. Reynolds realizza 29 punti (record con la squadra di Reggio Emilia), ma mette a referto anche ben 18 rimbalzi, di cui 7 offensivi. Ottima partita anche di Manuchar Markoishvili, autore di 24 punti con un entusiasmante 7/7 dall’arco (record in carriera). Sottotono, invece, Amedeo Della Valle anche a causa di un’ottima difesa torinese. Tra i giocatori ospiti spiccano le prestazioni di Mbakwe (19 punti), Garrett-Diante (17 punti) e Washington (10 punti).

Tabellino:

Grissin Bon Reggio Emilia: Candi, Della Valle 10, White 9, Reynolds 29 (+18 rimbalzi), Markoishvili 24, C. Wright 7, Cervi 2, Dell’Osto, Llompart, De Vico 8. Coach: Menetti.

Fiat Torino: Garrett 17, Pelle 10, Vujacic 5, Poeta 2, Boungou 7, Washington 10, Jones 8,  Mazzola 4, Tourè, Mittica, Akoua, Mbakwe 19. Coach: Galbiati.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.