Verso Pistoia-Bologna, parlano Bongi (vice di Esposito) e Ramagli

Serie A News

Domenica alle 18 penultimo appuntamento casalingo per una già salva The Flexx Pistoia: l’avversaria è la Virtus Bologna, un pezzo di storia della pallacanestro italiana, in cerca di punti playoff

FABIO BONGI, VICE DI ENZO ESPOSITO

“Sarà la nostra penultima partita casalinga -esordisce Fabio Bongi, che parla al posto di Esposito – e giocheremo contro una squadra che in questo momento non attraversa il suo miglior momento a livello di salute. Non conosco con precisione la loro situazione, ma probabilmente la Virtus che verrà a Pistoia sarà priva di due giocatori importanti nel reparto esterni, anche se potrà però contare su un nuovo acquisto come Wilson, già visto l’anno scorso a Torino, che può giocare sia da quattro che da tre, ha grande qualità realizzativa e che aiuterà la Virtus ad aprire il campo. Questa -prosegue Bongi- sarà la prima chiave tattica a cui fare attenzione domani, perché giocatori con Wilson, Ndoja, Baldi Rossi, Lafayette, Stefano Gentile, Lawson da 5 perimetrale sono tutti giocatori che hanno grande feeling dall’arco e dovremo essere svegli.”

Bongi ha le idee chiare su cosa la The Flexx dovrà aspettarsi: “La Virtus proverà ad appoggiare maggiormente il pallone vicino a canestro, cosa che gli è riuscita meno contro Varese: vorranno chiudere e riaprire la nostra difesa, andando nel pitturato per poi riaprire il campo sugli esterni. Nella metà campo offensiva dovremo provare a correre, perché loro, preferendo giocare a metà campo, non sono una squadra dal ritmo altissimo. Proveremo ovviamente a spingere ogni volta che ne avremo la possbilità, per innescare i nostri punti forti. Un duello importante sarà nello spot di numero 4, dove loro possono ruotare molti giocatori mentre i nostri Gaspardo e Bond saranno chiamati a fare una partita di un certo livello. Ce lo aspettiamo da loro, come da tutti i nostri ragazzi”.

La settimana è stata tranquilla e molto serena, complice anche la matematica certezza della permanenza in serie A: “Come sempre -afferma Bongi- la squadra ha lavorato bene. Questo gruppo avrà sicuramente dei difetti, ma non gli si può certo rimproverare una scarsa attitudine al lavoro e alla fatica. Sono anni che non ricordo una squadra così attenta ai dettagli e alla preparazione della partita, forse proprio perché i ragazzi percepiscono le loro difficoltà e sono consci di dover tirare fuori il meglio per competere al massimo livello. Il merito è ovviamente anche del coach, che è riuscito a inculcare questa mentalità fin dall’inizio della stagione, ma il gruppo è sempre stato disponibilissimo”.

Indipendentemente dalle considerazioni di natura tecnica e tattica, comunque, la gara con la Virtus riveste sempre un fascino particolare: “Giocheremo contro una squadra affamata, che sull’ossatura della squadra che lo scorso anno ha vinto la A2 ha innestato elementi di qualità tra i quali due dei migliori giocatori italiani di questo momento come Aradori e Gentile. La volontà da parte loro -spiega Bongi- sembra quella di voler tornare ai fasti di un passato più o meno recente, e questo sta dando stimolo a tutto il loro ambiente. Noi, per non far sentire troppa pressione ai ragazzi, abbiamo sempre fatto passare il messaggio di curare i dettagli e di dare il massimo, indipendentemente da chi ci troviamo di fronte la domenica. Effettivamente però, giocare contro avversari di questo calibro è qualcosa di eccezionale, sia per i giocatori che per tutto l’ambiente: domani, per gli amanti del basket e di Pistoia, dovrebbe essere una giornata speciale, perché possiamo provare a battere un pezzo di storia della pallacanestro italiana. E spero fortemente che anche in futuro si possa avere ogni settimana questa straordinaria opportunità: da pistoiese -conclude il vice di coach Esposito- avrei pagato, da ragazzo, per vedere tutte le domeniche queste squadre e questi campioni e penso che questo sia un patrimonio da preservare per la città”.

Fonte Uff.Stampa Pistoia Basket 2000

ALESSANDRO RAMAGLI, COACH VIRTUS BOLOGNA

“Pistoia ha giocatori stranieri esperti, a partire dagli americani e da un elemento come Ivanov, che sa come far spendere falli all’avversario. Con loro un bel gruppo di italiani. E’ un gruppo che ha già raggiunto il suo obiettivo stagionale, e gioca in casa pronto a vendere cara la pelle contro la Virtus, che anche per questioni di vicinanza accende un sentimento di rivalità. Dovremo fare attenzione al loro attacco, pericolosissimo quando si accende. Cercheremo di giocarci le nostre carte, è importante per noi riuscirci”.

“Jamil Wilson ha alle spalle gli allenamenti di giovedì e venerdì, oltre alla rifinitura tecnica di oggi. Giovedì è stato un allenamento complesso, c’era il fuso da smaltire e c’erano i ritmi da ritrovare. Venerdì l’ho visto meglio. In due giorni, inserirlo in un contesto preciso è difficile, ma intanto è un uomo in più, e poter contare su un giocatore in più nelle ultime tre partite è importante. Lo considero un giocatore di qualità, che può giocare in diversi ruoli anche se quello di ala forte mi pare quello che gli si addice di più. Gli chiederemo un impegno ad ampio raggio, anche per quanto riguarda la fisicità potrà darci una grossa mano. Ha atletismo in corpo”.

“L’effetto della sconfitta di Varese? Noi ora stiamo vivendo un po’ alla giornata, in quella partita abbiamo messo tutto in campo e lo sappiamo, questa settimana siamo ripartiti in modo sereno. Poi, l’arrivo di Wilson ha cambiato un poco l’aria, anche a livello tattico. Sono novità che levano di torno i pensieri e ti fanno ragionare del presente e del futuro, non più del passato”.

“Perdiamo un giocatore, ne arriva uno nuovo, ne perdiamo un altro per una roba che non ho mai visto in trent’anni di carriera, e di fatto è ancora ricoverato in ospedale (Michael Umeh, ndr). Tutto questo fa pensare poco a quello che è successo, anche nel recentissimo passato. La vittoria di Torino? Sembra sia passato un anno. Dobbiamo essere bravi a pensare giorno per giorno, perché le cose possono cambiare in fretta”.

“Alessandro Gentile sta ancora facendo terapia a Milano, all’inizio della prossima settimana capiremo meglio la sua situazione, e se potremo chiedergli l’impegno di essere disponibile contro Avellino”.

Fonte Virtus.it

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.