#2 Serie A MVP Ladder: Green una certezza, Jefferson altalenante e Blackmon top scorer

Focus Home Serie A News

Siamo ormai giunti al giro di boa di questo campionato ed è perciò anche il momento di aggiornare la corsa all’MVP.
Ci hanno lasciato due candidati come Ricky Ledo e Norris Cole ma abbiamo avuto modo di scoprire altri talenti, ad esempio James Blackmon, il quale sta viaggiando ad oltre 20 punti di media in quel di Pesaro.
Purtroppo non abbiamo potuto inserire sul podio Scott Bamforth perché il sassarese ha terminato la stagione e perciò non potrà competere per il ruolo di miglior giocatore della regular season poiché non scenderà sul parquet nel girone di ritorno.

1- CALEB GREEN

Il lungo della Sidigas Avellino è una vera certezza. Sta conducendo gli irpini da inizio stagione, prima coadiuvato da Norris Cole e ora da un rinfrancato Keifer Sykes. Se la Scandone ha chiuso al secondo posto questo girone d’andata, buona parte del merito è sua.

2- DAVON JEFFERSON

Durante il nostro primo ladder si trovava al primo posto mentre ora è scivolato al secondo per via di qualche partita giocata sottotono a causa dei problemi economici di Cantù che hanno limitato mentalmente anche le sue prestazioni. Nelle ultime tre sfide, due delle quali vinte, è però tornato a dominare. Sicuramente il miglior centro del campionato – tolti quelli di Milano – e insieme a Ike Udanoh forma una coppia di davvero altissimo livello.

3- JAMES BLACKMON

Attualmente è il giocatore con la media punti più alta di tutti, poiché Ledo ha deciso di lasciare la Pallacanestro Reggiana. L’esterno della VL sta viaggiando a 20.3 ppg ed è stato determinante in tutte le vittorie conquistate dai marchigiani in questo girone d’andata. Una grandissima presa da parte di Ario Costa e il suo staff.

4- TYLER CAIN

Il confermato centro americano è in doppia doppia di media, ma soprattutto è il cuore pulsante della difesa di Attilio Caja. Abbiamo deciso di mettere lui subito fuori dal podio come simbolo di questa Openjobmetis Varese costante, che lotta in ogni azione come se fosse la più importante dell’annata.

5- WESLEY SAUNDERS

Arrivato come totale sconosciuto dalla Finlandia, si è preso sulle spalle la Vanoli Cremona fino a portarla al terzo posto in classifica al giro di boa del campionato, al pari dell’Umana Reyer Venezia. Forse non ha un talento fuori dal comune però ha capito sin da subito gli schemi di coach Meo Sacchetti ed è efficace sia quando parte in quintetto sia quand’è in panchina quando c’è la palla a due.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.