#21Michigan inchioda la 7°W

Home

NCAA Basketball: NCAA Tournament-Michigan vs SyracuseVice-campioni dell’anno passato, i Michigan Wolverines orfani di giocatori chiave come Trey Burke e Tim Hardaway, passati nella Nba, e della loro miglior forward Mitch McGary, fuori per infortunio, dopo un inizio titubante nella pre-season sembrano aver trovato l’alchimia di squadra in Big10. Nei primi mesi la #BlueNation ha incassato sconfitte contro Iowa State, Charlotte, Duke e Arizona che gli sono costate l’esclusione dal Ranking nazionale. Nulla faceva presagire un avvio positivo per quanto riguarda le partite di conference. Sebbene avversi a tutti i pronostici degli addetti ai lavori, i Wolverines di coach Jim Boeheim oggi conducono forse la più agguerrita e impegnativa conference Usa. La squadra è composta principalmente dalla coppia di lunghi Jordan Morgan e Jon Horford, dalla ala sophomore, la stella, Glenn Robinson III(Foto), dalla guardie Caris LeVert, sophomore esploso durante il Summercamp, dal play Derrick Walton jr. e dall’ala piccola, il canadese Nick Stauskas che con le sue “Deep 3’s” sta trascinando la squadra nei momenti salienti. Nell’ ultima week i Wolverines proprio grazie ad un Nick Stauskas da 26 punti e ad un Glenn Robinson(14pnt-9rim), regolano prima la #10Iowa 75-67 e poi affondano nel derby #3Michigan State 80-75. Nella partita di ieri notte, clinic di tiro per Stauskas, 5-6 da tre, buone prestazioni di LeVert(17pnt-8rim) e Walton jr. 19 punti. Per gli Spartans si conferma l’ottimo periodo per la point-guard Gary Harris con 27 punti. Rimanendo nella Big10, diamo un’occhiata più da vicino ai Wisconsin Badgers di Boo Ryan. Attualmente con un record di 17W-3L, i Badgers hanno dimostrato di essere una squadra solida ed esperta che può contare sui lunghi Sam Dekker e Frank Kaminsky, sulle guardie Ben Brust e Josh Gasser senza parlare della “mente”, il play Traevon Jackson raramente fuori controllo. Vantano “Quality Win” contro Florida, Saint Louis, Marquette e Iowa anche se recentemente hanno avuto un calo perdendo tre partite consecutive. Un altro team della B10 in rottura prolungata è Ohio State il quale ha perso anche contro Nebraska 68-62, il play nonché leader della squadra, Aaron Craft sostiene che è solo un momento 527846a59839a_imagedifficile, non c’è motivo di preoccuparsi, il team reagirà. Ovviamente non poteva mancare la partita settimanale di SkySport. Questa volta è stato il turno di Michigan State-Indiana. Gli Hoosiers senza Will Sheehey, riescono a dare del filo da torcere agli Spartans, grazie soprattutto alla recente esplosione del freshman Noah Vonleh(Foto,prospetto intrigantissimo per la Nba) che realizza una doppia-doppia e alla sicurezza di Kevin “Yogi” Ferrell(19pnt). Tuttavia i padroni di casa vincono per 71 a 66 grazie al maggior numero di “hustle play” e di “second effort”, ovvero pressing, grinta, tenacia e palle sporche intercettate che nella Ncaa fanno tutta la differenza tra una vittoria e una sconfitta. Altra grandissima partita del sophomore Gary Harris(24pnt-5stl) e Branden Dawson(13pnt-9rim), il migliore nella Divison I se si parla di “hustle play”. In Pac12 procede la corsa di #1Arizona che sconfigge Colorado 69-57. James+Bell+Villanova+v+St+Joseph+1TiCYuDpDwTlPerde punti California che incassa la prima sconfitta, battuta dall’ex ateneo di Demar DeRozan, USC, 77-69. Mentre sembra non rialzarsi Oregon la quale non sta ripetendo l’ottima annata passata, attualmente è 1W-4L. Positiva settimana per #14Kentucky che batte sia Georgia, bene James Young e Julius Randle, sia Texas A&M. Trend costante anche per la Bracket Buster del 2013, Florida Gulf Coast che in quel della A-Sun conduce 7-2. In Big12 grande settimana per l’attesissimo Andrew Wiggins, ala dei Jayhawks, che realizza 17 punti nella vittoria contro #24Baylor e altri 27 contro TCU. Ora Kansas occupa saldamente l’8°piazza del Ranking. La #4Villanova invece, cade sotto le triple di Creighton 96-68(Wragge 27,Mcdermott23, 21-35 da tre,60%) mentre nel SaturdayNight vince 94-85 contro i GoldenEagles di Marquette. Per la #NovaNation 20-11 assist di Ryan Arcidiacono, 30 di James Bell(Foto) e 20 Darriun Hilliard. Sorprese dalla AAC dove Cincinnati guidata dalla stella Sean Kilpatrick occupa la 15°posizione nel Poll.

Redazione BasketUniverso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.