3 strade alternative che Dallas avrebbe per convincere i Bucks a scambiare Giannis Antetokounmpo

Home NBA News

I Dallas Mavericks hanno molte ragioni per sentirsi bene in questo momento. Stanno uscendo da una stagione che li ha visti tornare ai playoff dopo tre anni di assenza. Nonostante la loro inesperienza, hanno dato a una delle migliori squadre della Western Conference, i Los Angeles Clippers, tantissimo filo da torcere, tant’è che sono arrivati fino a gara-6. E hanno due dei migliori giovani giocatori del campionato, il 21enne Luka Doncic e il 25enne Kristaps Porzingis. Insomma , i Mavs non possono che migliorare.

Un altro motivo per cui i Mavericks si sentono bene è che si dice che siano una potenziale destinazione per Giannis Antetokounmpo dei Milwaukee Bucks, MVP del campionato e difensore dell’anno appena proclamato. Antetokounmpo non diventerà un free agent fino alla scadenza del suo accordo con i Bucks nel 2021, ma un’altra uscita anticipata dai playoff ha alimentato la speculazione che potrebbe lasciare la squadra. L’ex giocatore e analista della NBA, Brian Scalabrine, aveva precedentemente affermato che Dallas è una potenziale destinazione per The Greek Freek.

Ecco tre strade alternative che hanno i Mavericks per convincere Milwaukee a lasciar partire l’MVP in carica:

  • Tim Hardaway Jr., Seth Curry, Dorian Finney-Smith, Maxi Kleber, due scelte del primo giro (2020 e 2022)
  • Tim Hardaway Jr., Seth Curry, Dwight Powell, Jalen Brunson, due scelte del primo giro (2020 e 2022) e due del secondo (2021 e 2022)
  • Mettere sul piatto Kristaps Porzingis, come hanno fatto i Clippers per arrivare a Paul George con Shai Gilgeous-Alexander o i Lakers per arrivare ad Anthony Davis con Brandon Ingram
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.