4 ipotesi di trade per Blake Griffin

Home NBA Rubriche Trade Machine

“Dobbiamo dircelo molto chiaramente” (citazione): ad oggi Blake Griffin è un giocatore ben avviato sul cosiddetto viale del tramonto. A quasi 32 anni, il lungo attualmente ai Detroit Pistons ha visto le proprie cifre calare drasticamente nelle ultime due stagioni, passando da 24.5 punti, 7.5 rimbalzi e 5.4 assist di media nel 2018-19 ai 12.3 punti, 5.2 rimbalzi e 3.9 assist a partita dell’annata in corso. Il tutto giocando appena 18 partite nella scorsa stagione.

Se alle precarie condizioni fisiche, che gli hanno permesso di giocare almeno 60 partite in un anno in appena 2 delle ultime 5 stagioni, aggiungiamo i dettagli del suo attuale contratto, è facile affibbiare a Griffin l’aggettivo di “untradable”, non possibile da scambiare. La storia NBA ci ha però insegnato che nessun contratto è davvero “untradable”: tutti possono partire per il giusto prezzo e i giusti sacrifici.

In particolare in questa stagione Griffin sta guadagnando 36.5 milioni di dollari, nella prossima, che sarà una Player Option che con tutta probabilità il giocatore sfrutterà, diventeranno invece 38.9: solo nell’estate 2022 il veterano sarà free agent, a quasi 34 anni. È quindi pressoché impossibile che Griffin, messo fuori squadra da Detroit finché non gli sarà trovata una nuova destinazione, finisca in una contender: nessuno ha contratti in eccesso tali da pareggiare gli oltre 36 milioni di dollari dell’ex Clippers. Diverso ovviamente se si dovesse arrivare ad un buyout, tuttora un’opzione per Griffin, perché a quel punto probabilmente firmerebbe al minimo salariale da free agent.

Abbiamo comunque provato a ideare 4 ipotesi di scambio per Griffin, tutte funzionanti a livello salariale.

 

Risultato immagini per blake griffin pelicans

NEW ORLEANS PELICANS

New Orleans riceve: Blake Griffin

Detroit riceve: JJ Redick, Lonzo Ball, Nicolò Melli, Willy Hernangomez

Entrambe le squadre si libererebbero di giocatori non desiderati. Non è un segreto che sia Redick che Lonzo siano sul mercato, i Pelicans vogliono liberarsene prima della deadline e tutti e due hanno un contratto in scadenza in estate, quindi saranno un peso relativo per Detroit. Stesso discorso contrattuale anche per Nicolò Melli, che non gioca una partita con New Orleans (per scelta tecnica) dal 4 febbraio. Hernangomez andrebbe a completare il pacchetto, mentre i Pelicans riceverebbero un veterano molto versatile che andrebbe a rinforzare un reparto lunghi un po’ scarno (a parte Steven Adams e Zion Williamson, l’unico lungo che può giocare minuti consistenti probabilmente è l’acerbo Jaxson Hayes).

 

Risultato immagini per blake griffin pistons

OKLAHOMA CITY THUNDER

Oklahoma City riceve: Blake Griffin, scelta del primo turno 2023 (protetta in Top 10)

Detroit riceve: Trevor Ariza, George Hill, Darius Miller

Non c’è una squadra che ha collezionato più scelte al Draft dei Thunder. Prendendo Blake Griffin, il GM Sam Presti potrebbe addirittura guadagnarne un’altra visto che andrebbe ad accollarsi due anni del giocatore dei Pistons a oltre 70 milioni di dollari complessivi. OKC è una delle poche squadre che possono permettersi di avere un giocatore estremamente sovrapagato come Griffin senza che questo impedisca la crescita, dal momento che sono già in un processo di rebuilding e nella offseason hanno dimostrato di essere ben disposti a caricarsi contratti pesanti in cambio di chiamate al Draft. Sia Ariza che Miller sono invece expiring contracts, mentre Hill ha un biennale ma è un buon veterano che potrebbe sostituire Rose, ceduto a New York. Come bonus anche il lato romantico: Griffin tornerebbe “a casa”, essendo lui nato proprio ad Oklahoma City.

 

Risultato immagini per blake griffin spurs

SAN ANTONIO SPURS

San Antonio riceve: Blake Griffin

Detroit riceve: LaMarcus Aldridge, Trey Lyles

Griffin è un giocatore che in passato è stato esplosivo, ma per questioni fisiche negli ultimi anni non lo è più. È comunque versatile e potrebbe essere perfetto negli Spurs di Gregg Popovich, aggiungendo abilità di passatore in un frontcourt che al momento non ne ha. Il valore di Griffin non è minore di quello, attuale, di LaMarcus Aldridge, che è però expiring in estate. Nello scambio rientrerebbe poi Lyles, che va a libro paga per 5.5 milioni di dollari ma anche lui scadrà in offseason.

 

Risultato immagini per blake griffin detroit

CHICAGO BULLS

Chicago riceve: Blake Griffin, scelta del secondo turno del 2023 di Cleveland o Golden State (la peggiore delle due)

Detroit riceve: Thaddeus Young, Denzel Valentine, Cristiano Felicio, Garrett Tample

Come OKC, anche i Bulls possono concedersi due anni di Blake Griffin a quelle cifre nella situazione attuale. Costerebbe sicuramente poco, in questo scenario: Young ha un anno in più dell’ex Clippers ed è un buon giocatore ma sicuramente non una stella, Valentine ha ormai disatteso le aspettative che si avevano per lui dopo la stagione 2017-18, Felicio è il peso più difficile da scaricare per Chicago visto i 10 milioni del suo stipendio, ma è in scadenza in estate. Infine Garrett Tample andrebbe a bilanciare salarialmente la trade. L’unico dei 4 contratti che Detroit riceverebbe e che non scadrà nella prossima offseason è quello di Young: l’anno prossimo è però garantito per soli 6 dei 14 milioni di dollari pattuiti. In questi termini, forse Griffin darebbe a Chicago maggiori chances di ri-acciuffare il treno Playoff.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.