space jam 2

5 cose che forse non avete notato nel trailer di Space Jam 2

Home NBA News

Nelle ultime 24 ore, l’argomento più chiacchierato del mondo del basket è stato sicuramente l’uscita del primo trailer di Space Jam 2, “Space Jam: A New Legacy”. Il video è diventato subito virale, raggiungendo in poche ore parecchi milioni di visualizzazioni su YouTube, per non parlare dei social. La durata è di 2 minuti e 37, nell’arco dei quali ci viene accennata la trama e ci vengono presentati i personaggi. LeBron James si unirà ai Looney Tunes per giocare contro la Goon Squad e liberare suo figlio che tengono in ostaggio.

Nel trailer di Space Jam 2 sono presenti numero easter egg targati Warner Bros, la casa di produzione del film che ha lavorato con la SpringHill Company di LeBron. Alcuni più evidenti, altri che è possibile cogliere solo guardando il video con estrema attenzione. Ne abbiamo trovati 5 particolarmente interessanti, che forse non avete notato:

 

1- L’alley-oop di Lola Bunny per James

Probabilmente la citazione più evidente, specialmente per chi segue regolarmente la NBA. In Space Jam 2, durante la partita finale, Lola Bunny si esibisce in un alley-oop “no look” per LeBron, che schiaccia facendosi passare la palla sotto una gamba. Un riferimento nemmeno troppo velato alla foto diventata iconica e virale di qualche anno fa, quando Dwyane Wade (interpretato da Lola) allargò le braccia voltato di spalle dopo aver passato la palla a James quando i due erano compagni a Miami. L’unica cosa che differenzia i due momenti è che la foto scattata a Wade e LeBron non fu in occasione di un alley-oop, come potrebbe sembrare. In quel caso Wade passò la palla all’indietro per l’accorrente compagno che schiacciò in maniera spettacolare.

 

2- I pianeti e Game of Thrones

Essendo un film della Warner Bros, sono presenti parecchi riferimenti ai film o alle serie di questa casa di produzione. Quando LeBron viene catapultato in questo strano mondo digitale, una specie di Matrix, lo si vede passare tra tanti pianeti. Ognuno di essi rappresenta un titolo di spicco della Warner Bros. C’è ad esempio il pianeta del Mago di Oz, del quale si vedono i palazzi color smeraldo e una parte in bianco e nero con un uragano. Tutti riferimenti al film del 1939 divenuto un classico della storia del cinema e di cui la WB detiene i diritti. Ma forse ancora più evidente è il pianeta di Game of Thrones, intorno al quale volteggia l’omonima scritta.

 

3- I membri della Goon Squad

Forse a primo impatto è difficile notarlo, perché le immagini si susseguono molto rapidamente. Ma quando vengono presentati alcuni membri della Goon Squad, quelli che sostanzialmente sostituiscono i Monstars come antagonisti in questo film, ecco qualche volto noto. I personaggi sono infatti ispirati ad attuali giocatori NBA e giocatrici WNBA. C’è Damian Lillard, il giocatore fatto di metallo. C’è Diana Taurasi, il “White Mamba”. Poi c’è Klay Thompson, che passa dalla sua versione acquatica a quella di fuoco (forse un doppio riferimento al fatto che sia uno Splash Brother ma che si “infiammi” da tre punti). E c’è anche Anthony Davis, rappresentato col classico monociglio e delle ali. Infine ci sarebbe anche un quinto personaggio, femminile e con le sembianze di un ragno, che però è difficile identificare. Stando ai leaks, è probabile che si tratti di una tra Chiney e Nneka Ogwumike, due sorelle che militano in WNBA.

La Goon Squad comunque non finirà qui, le rotazioni saranno infatti più lunghe. Dovrebbero esserci infatti anche personaggi con le fattezze di Chris Paul, Draymond Green e Kyle Kuzma, che però non sono apparsi nel trailer.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BasketUniverso (@basketuniverso.it)

 

4- La squadra che LeBron vorrebbe vs. quella che ha

Quando arriva nel mondo dei Looney Tunes trasformandosi in un cartone animato, LeBron James inizia a stilare una lista di nomi con i quali vorrebbe comporre la squadra per affrontare la Goon Squad. Siamo nel mondo della Warner Bros quindi James scrive su una lavagna i nomi di 4 personaggi tra i più potenti di questo universo: Superman, Gandalf, King Kong e Iron Giant. Sfortunatamente per lui, gli toccherà giocare con compagni sulla carta più scarsini, appunto i Looney Tunes.

 

5- Gli innumerevoli cameo tra il pubblico

La Warner Bros ha deciso di inserire nel film tutti, ma proprio tutti, i personaggi di cui detiene i diritti. A parte ovviamente i Looney Tunes, un occhio attento potrà notare la presenza tra il pubblico di una serie di personaggi targati Warner Bros. Giusto per citarne qualcuno, nella parte in cui si vedono diversi personaggi avanzare verso il campo da gioco possiamo vedere Iron Giant, il furgone di Scooby Doo, i Flinstones, l’orso Yogi e Bubu, i Jetsons, Drogon (il drago di Game of Thrones) e King Kong.

Nell’inquadratura successiva, alle spalle diDon Cheadle, si osservano invece gli agenti di Men In Black, le scimmie volanti del Mago di Oz, Pennywise e Khal Drogo. Più avanti, durante la partita, tra il pubblico si intravedono inoltre The Mask, Il Pinguino, la gang di Scooby Doo, The Night King, Dino, i protagonisti di Arancia Meccanica e Robin. E ce ne sono sicuramente tantissimi altri.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.