5 ipotesi di trade per Russell Westbrook

Focus Home NBA Rubriche

Da qualche giorno, Russell Westbrook è ufficialmente sul mercato: da quando ha chiesto di lasciare gli Houston Rockets dopo essersi unito a loro solo una stagione fa. La point guard, reduce da una stagione da 27.2 punti, 7.9 rimbalzi e 7.0 assist di media, ha 32 anni ed un contratto piuttosto pesante che si struttura in questo modo nelle prossime tre stagioni: 41.3 milioni di dollari nella 2020-21, 44.2 milioni di dollari nella 2021-22 e infine 47 milioni di dollari circa nella 2022-23 (quest’ultima è una Player Option). Per questo motivo sembra che al momento il mercato per Westbrook sia piuttosto freddo, anche se si è registrato l’interesse in particolare di New York, Charlotte e Los Angeles Clippers. Abbiamo provato ad ipotizzare 5 trade per portare Russ lontano da Houston.

 

Russell Westbrook Trade Rumors: Knicks 'Being Careful' Pursuing Rockets Star | Bleacher Report | Latest News, Videos and Highlights

New York Knicks

NYK riceve: Russell Westbrook

HOU riceve: Julius Randle, Elfrid Payton, Frank Ntilikina, Mitchell Robinson, pick #27, scelta del primo turno 2021 (da Dallas)

I New York Knicks non vedono i Playoff dal 2013, e dopo 7 anni di insuccessi e scelte in Lottery (senza mai nemmeno la gioia della #1) probabilmente sperano di invertire la tendenza col nuovo corso di coach Tom Thibodeau. Per farcela però servono anche giocatori di un livello superiore, e forse andare all in su Westbrook, con tutti i rischi del caso, è l’unica mossa che potrebbe fargli fare velocemente questo step. L’unico vero sacrificio in questo scenario sarebbe Mitchell Robinson, giocatore molto stimato dai Knicks che però potrebbe fare comodo a Houston sotto canestro. Per il resto Randle è in scadenza nel 2021, Ntilikina non è stato mai veramente apprezzato, mentre Payton arriva da una stagione costellata di infortuni e in questi anni di NBA si è dimostrato un giocatore con qualche pregio ma molto incompleto. Anche le due scelte prese in causa non sarebbero comunque un grosso sacrificio per New York, mentre i Rockets manterrebbero una certa flessibilità salariale.

 

Charlotte Hornets

CHA riceve: Russell Westbrook, scelta del secondo turno 2024 (da Golden State)

HOU riceve: Nicolas Batum, Cody Zeller, Malik Monk

Gli Charlotte Hornets sono tra le squadre accostate a Westbrook in questi giorni, anche per via del legame tra i giocatore e il Jordan Brand, suo sponsor. La reunion tra Russ ed MJ potrebbe costare relativamente poco agli Hornets: una serie di contratti pesanti che farebbe comodo scaricare, più Malik Monk, che in due anni di NBA nonostante le aspettative ha avuto più problemi disciplinari che altro. D’altro canto, i Rockets potrebbero provare a recuperare Monk, che ha ancora soltanto 22 anni, magari come backup di James Harden, e potrebbero aggiungere un giocatore versatile come Batum. Sia il francese che Zeller hanno contratti pesanti, rispettivamente circa 27 e 14 milioni di dollari, ma sono entrambi expiring: in scadenza la prossima estate. Houston potrebbe quindi farsi carico di questo fardello, con l’obiettivo di liberare spazio per la free agency 2021 e tornare così competitiva.

 

Chicago Bulls: 3 sensible trade packages for Russell Westbrook

Chicago Bulls

CHI riceve: Russell Westbrook, Danuel House Jr, scelta del primo turno 2021 (da Dallas)

HOU riceve: Otto Porter Jr, Cristiano Felicio, Lauri Markkanen, pick 4

A Chicago, Westbrook riabbraccerebbe coach Billy Donovan, avuto per 3 stagioni ai Thunder. Nel contempo i Bulls otterrebbero finalmente una point guard di primo livello dopo i tentativi di plasmare prima Kris Dunn e poi Coby White. Privarsi della scelta #4 in un Draft che sembra povero di talento fuori dalla Top 3 è un sacrificio a metà, come lo è lasciar andare Otto Porter Jr che arriva da una stagione guardata quasi del tutto dalla tribuna per vari infortuni ed è in scadenza nel 2021. Inoltre i Bulls potrebbero liberarsi dell’inutile contratto di Felicio, uno che ha giocato solo 22 partite nell’ultima stagione e guadagna quasi 9 milioni di dollari l’anno. Ovviamente rientrerebbe nell’affare anche la cessione di Lauri Markkanen, che però è reduce da un’annata molto deludente quando ci si aspettava invece che potesse fare il passo decisivo per affermarsi ad alti livelli. Tutto sommato però i Bulls riceverebbero, oltre a Westbrook, anche un giocatore solido (e che guadagnerà poco più di 3 milioni di dollari ancora per le prossime 2 stagioni) come Danuel House Jr, il cui rapporto con i Rockets non dovrebbe essere ai massimi storici dopo quanto avvenuto nella “bolla” di Orlando.

 

Detroit Pistons

DET riceve: Russell Westbrook

HOU riceve: Blake Griffin, Luke Kennard

La trade più semplice. Westbrook per Griffin, sostanzialmente. Con l’aggiunta di Kennard, un discreto tiratore (40% abbondante nell’ultima stagione) che Detroit aveva provato a cedere anche in prossimità dell’ultima deadline. Houston formerebbe una coppia potenzialmente spaventosa con Harden e Griffin, detto che le condizioni fisiche di quest’ultimo danno ben poche garanzie. A differenza di altri giocatori menzionati nell’articolo, il contratto di Griffin scadrà solo nel 2022 (visto che probabilmente sfrutterà la Player Option sull’ultimo anno) e questo è forse il rischio più grosso per i Rockets.

 

Rockets – Clippers: Russell Westbrook says goodbye to Patrick Beverley

Los Angeles Clippers/Cleveland Cavaliers

LAC riceve: Russell Westbrook, scelta del secondo turno 2022 CLE (da San Antonio)

HOU riceve: Andre Drummond, Ivica Zubac, Collin Sexton, Mfiondu Kabengele

CLE riceve: Pat Beverley, Lou Williams, Rodney McGruder, Danuel House Jr, scelta del secondo turno 2022 LAC (da Atlanta)

Per chiudere, una blockbuster trade sicuramente intrigante. In quest’ottica, i Clippers otterrebbero Westbrook per formare un nuovo Big Three insieme a Leonard e George e dare nuovamente la caccia al titolo. LA si dovrebbe però liberare di molti comprimari: innanzitutto di Lou Williams e Pat Beverley, che per necessità salariali finirebbero a Cleveland, e poi di Ivica Zubac e Rodney McGruder. I Rockets riceverebbero il pesante contratto di Andre Drummond che però, oltre che essere in scadenza nel 2021, risolverebbe il problema del centro di Houston. Da Cleveland arriverebbe poi Collin Sexton, giocatore ancora molto acerbo che però colmerebbe il vuoto lasciato proprio da Westbrook in quintetto. Cleveland infine vedrebbe partire la sua point guard titolare, ma ne otterrebbe due molto valide e comunque rimarrebbe con Darius Garland, quarta chiamata assoluta al Draft 2019.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.