Stings Mantova – Bondi Ferrara derby ad alta tensione

Home Serie A2 News

Una settimana fa gli Stings avevano tante certezze, guardavano tutti dalla vetta solitaria della classifica, venivano da due vittorie consecutive ottenute davanti al proprio pubblico con Jesi e Chieti. In trasferta la squadra era stata pressoché perfetta collezionando una serie di 4 vittorie esterne su 4 avendo espugnato nell’ordine i parquet della fortitudo Bologna ( giocata a Rimini), di Legnano, Matera e Treviglio. La sconfitta con Roseto sul campo neutro di Verona sembrava essere stato solo un incidente di percorso e la dinamica arrivava al primo vero big match della stagione nel monday night contro la Scaligera piena di convinzioni. I 40 minuti di basket visti sul parquet dell’impianto veronese pero’ sono stati un brusco risveglio, una doccia gelata che ha riportato un po’ tutto l’ambiente Mantovano con i piedi per terra. Sicuramente questa settimana coach Martelossi oltre al lavoro fisico in palestra ha dovuto analizzare la sconfitta di Verona con i suoi ragazzi per evitare di trascinarsi dietro pericolosi risvolti psicologici negativi.

Coach martelossi a colloquio con i suoi giocatori
Coach martelossi a colloquio con i suoi giocatori

Domenica sera al palabam non arriva un’avversaria qualunque, la partita con Ferrara non è solo un derby per la vicinanza geografica delle due città , non è solo la rinvicita della semifinale playoff del 2014 ma è la partita dei grandi ex:  coach Alberto Morea, attuale allenatore della Bondi Ferrara, per lui non può essere una partita come le altre, Per la prima volta si accomoderà nella panchina ospiti del palabam dopo aver conquistato con gli Stings la serie A2 gold nella stagione 2013-2014. Nella panchina degli Stings sarà invece seduto proprio l’ex allenatore di Ferrara Alberto Martelossi, quindi entrambi gli allenatori si troveranno a sfidare il proprio passato. ma non sarà solo un derby sulle panchine, anche tra i giocatori che calcheranno il parquet del palabam sara’ una sfida dalle emozioni forti, la Bondi Ferrara infatti schiera nel suo roster Jordan Losi, guardia classe 1980, un altro artefice dei recenti trionfi Stings che però non si è lasciato in buonissimi rapporti con la compagine virgiliana come testimoniano le recenti dichiarazioni comparse sulla stampa mantovana. Tra le fila di Mantova invece scenderà sul parquet Alessandro Amici l’ala piccola classe 1991 proveniente proprio da Ferrara.

morea ferrara
Coach Morea il grande ex della sfida

Insomma non mancheranno le motivazioni ad entrambe le compagini nella partita di domani. Mantova dovrà dimostrare davanti al proprio pubblico di non essere la squadra vista lunedì scorso al palaolimpia mentre Ferrara ha  l’occasione di rilanciarsi in campionato dopo un avvio altalenante. Le formazioni dovrebbero essere al completo a parte il forfait del play Ibarra di Ferrara.

Di certo domani sera al palabam non ci si annoierà.

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.