Sassari gioca al meglio e vince il remake scudetto contro Reggio Emilia.

Home Serie A Recap

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 94-70
(26-18; 47-35; 80-56; 94-70)

Una sfida che ricorda nottate estive, trionfi e grande pallacanestro. A distanza di 6 mesi dalla strabiliante gara 6 di playoff scudetto, la Dinamo Sassari riesce nell’impresa di battere una poco precisa e molto rivedibile Reggio Emilia, imbattuta prima di questa gara, uscendo vincitrice da un Palasseradimigni in festa e facendo un passo avanti per la qualificazione alle Final Eight.

haynes sassari
Grande partita anche di Quez Haynes, che sfiora la doppia doppia (15+9)

I padroni di casa cominciano al meglio la gara, grazie ai colpi della coppia Logan-Haynes e trascinati anche da un inaspettato Brent Petway, che difende egregiamente e scocca tre frecce letali dai 6,75, che firmano il momentaneo massimo vantaggio sassarese (+8). Gli emiliani tentano di tenere testa agli avversari con Gentile e Aradori, cucendo parzialmente lo strappo sul -2. Sassari però riesce a tenersi stabilmente in vantaggio per tutto il restante periodo, nonostante le minacciose incursioni di Reggio, con la tripla di Haynes che chiude il quarto sul 26-18. Anche nella seconda frazione i padroni di casa, nella personificazione di Haynes, Logan ed Eyenga, rispondono colpo su colpo alle insidie della Grissin Bon con Silins, Veremeenko e De Nicolao, lasciando gli avversari sotto di 10 punti. Nonostante il buon vantaggio, la Dinamo soffre l’attacco degli ospiti, bruciando in pochi minuti il bonus di falli. Logan però prende in mano la situazione e, con tutta la sua classe, ristabilisce la doppia cifra di vantaggio (+12) grazie a due sue conclusioni “tipiche” e un 3/3 dalla lunetta. Gli ultimi minuti sono difficili per Reggio che, comunque sia, chiude con la tripla di Silins il secondo periodo, congelando il risultato alla pausa lunga sul 47-35.logan sassari

La terza frazione ricomincia con Sassari che fa piovere triple con l’inarrestabile trio Haynes-Logan-Eyenga prima dell’alley-oop Logan-Petway che porta a 21 punti la distanza tra le squadre. Gli emiliani non riescono ad avere la stessa lucidità dei padroni di casa dalla lunga distanza , ma attaccano al meglio la zona sassarese con i lunghi Lavrinovic-Silins-Veremeenko, costringendo la difesa biancoblù ad esaurire il bonus dopo appena 5′. David Logan si infiamma tiro dopo tiro (6/7 da 2 e 3/4 da tre) tenendo in equilibrio le distanze mentre i compagni esplodono in transizione più volte, approfittando nel momento no della Grissin Bon. In piena trance agonistica è ancora lo straripante Logan a chiudere il terzo quarto sul 80-56, avvicinandosi ai mille punti in Serie A con la maglia sassarese (991 punti). Gli ospiti tentano il tutto per tutto nell’ultimo quarto, faticando vista la poca precisione al tiro e la gran difesa dei biancoblù. A Sassari basta amministrare, cercando di frenare al meglio le speranze di rimonta dei biancorossi. La Dinamo mette la parola “fine” alla gara con la schiacciata di Eyenga e i punti di Varnado, in un clima di entusiasmo che non si vedeva da mesi. Grazie alla tripla finale di Stipcevic la gara si conclude 94-70. Sassari torna a regalare serenità ai tifosi prima di Natale.

DINAMO BANCO DI SARDEGNA: Haynes 15, Petway 11, Logan 25, Formenti 3, Devecchi 0, Alexander 4, D’Ercole NE, Sacchetti 4, Stipcevic 9, Eyenga 11, Varnado 12.
ASSIST 20 (Haynes 9) – RIMBALZI 25 (Sacchetti/Logan 4).
T2 22/32 – T3 15/28– TL 5/11.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Aradori 12, Polonara 0, Lavrinovic 13, Della Valle 7, De Nicolao 11, Pechacek 0, Strautins 0, Veremeenko 12, Silins 6, Gentile 9.
ASSIST 15 (Della Valle 8) – RIMBALZI 25 (Aradori 7).
T2 18/29– T3 5/20 – TL 19/22.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.