Nevola: “Slokar ha esperienza e il profilo giusto per noi”

Home Serie A News

Durante la trasmissione ‘Cestisticamente Parlando’ in onda su Radio Prima Rete sono intervenuti il direttore operativo della Juvecaserta Antonello Nevola e il coach della Giorgio Tesi Pistoia Vincenzo Esposito nella settimana che precede il match tra la Pasta Reggia e il sodalizio toscano.

Nevola: “Per quelli che erano i nostri obiettivi iniziali il bilancio è positivo, siamo contenti di quello che abbiamo fatto finora. Aver perso il ritmo partita dopo la sosta della Coppa Italia ha condizionato la squadra. Siamo andati a Capo d’Orlando con Nevolarotazioni limitate dopo i crac di Gaddefors e Metreveli. E proprio per questo siamo andati sul mercato puntando tutto su un 4-5, partendo dal presupposto che in questo momento i giocatori disponibili sono pochi. Slokar aveva già esperienza del campionato italiano e abbiamo ritenuto più facile da inserire un giocatore con le sue caratteristiche (oggi primo allenamento per Slokar, ndr).A mio modo di vedere quest’anno molte squadre hanno cambiato dall’inizio della stagione e devo far notare che molte squadre hanno continuato a cambiare. Tornando a domenica penso che una vittoria a Capo d’Orlando ci avrebbe aiutato a fare un finale di campionato con maggiore soddisfazione, anche se è ancora troppo presto per delineare la classifica, indubbiamente non è semplice fare di più.”.

Esposito: “Dico sinceramente che il nostro obiettivo dichiarato era la salvezza. Ci siamo ritrovati in una posizione che ancora oggi non è nostra, infatti la gente ci affronta con rispetto. Caserta è partita in ritardo per le vicissitudini estive che tutti sanno. In questo momento non c’è esposito pistoiatantissima differenza tra Caserta e Pistoia. Fin da inizio anno siamo stati i primi che abbiamo deciso di puntare il nostro gioco su un pivot di vecchia maniera perchè la mia idea di gioco è che le squadre che vogliono vincere devono basarsi su un asse play – pivot, per questo ho scelto di avere Ronald Moore e Kirk. A Caserta si sa molto bene cosa significa lavorare con degli infortuni. Noi prendiamo una partita alla volta e credo che farà così anche Caserta. Per quanto riguarda gli infortunati dico che Filloy tra due settimane tornera’ a far parte del gruppo, mentre già ieri abbiamo recuperato Moore, pertanto domenica probabilmente avremo la stessa formazione di ieri a Cantù”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.