Juvecaserta: Stipulato passaggio del 62% delle quote societarie.

Home Serie A News

Finalmente è stato stupilato dal notaio stamattina, dopo numerosi rinvii, l’accordo per il passaggio del 62% delle quote della Juvecaserta da Iavazzi alla Fortune Investment & Consulting. Subito indetta una conferenza stampa allo Juvecaserta Store con Iavazzi che annuncia: “Io resterò al timone della società fino al bilancio prossimo. Poi darò le dimissioni e ci sarà un nuovo consiglio di Amministrazione. Ringrazio il sindaco che ha dato la possibilità dell’incontro tra le parti. ‘Caserta città del Basket’ aveva il 72%, da qui il 62% passa alla Fortune: 28% resta a me ed il 10% va a Caserta Città del Basket. La squadra è competitiva, rispetto all’ultimo anno siamo migliorati, può puntare ai playoff ma ora sta ai ‘generali’ far vincere le battaglie. Per la campagna abbonamenti non si arriva oltre 2mila, ci metto la firma: questa voce rappresenta neanche il 10% del nostro budget. Il Palamaggiò ce lo teniamo stretto e le spese non sono a carico della Provincia”. Ha parlato Fulco subito dopo il patron Iavazzi, togliendosi anche qualche sassolino dalle scarpe: “Oggi si è coronato quello che avevo detto il 26 giugno, il passaggio ad una società forte. Adesso la Juvecaserta potrà partecipare in maniera visibile a questo campionato. Parlerà il campo. Tutto quello che, nel passato, è stato detto sul sottoscritto o la società sono state smentite”. Poi inizia Beneduci: “La tifoseria è calda e quindi è comprensibile il disappunto per questo ritardo. Adesso abbiamo una squadra buona, un ottimo staff dirigenziale, valuteremo scelte future e serve il supporto dei tifosi. La problematica è arrivata anche per la Brexit e non era chiaro il regolamento per le holding. Anche io ho avuto qualche ritardo per impegni presi. E’ un primo anno sperimentale, la squadra è competitiva e poi vedremo i risultati. Costruiamo passo dopo passo. L’obiettivo futuro vedremo quale sarà, non parliamo prima. Il nostro progetto è pluriennale, l’investimento è medio per un ritorno pubblicitario per nuove iniziative sul territorio italiano. Mi aspetto tanto affetto dei tifosi nella campagna abbonamenti”. C’è anche il sindaco Carlo Marino: “Voglio ringraziare voi per aver costruito una società forte. Ringrazio Lello per aver tenuto il titolo a Caserta e per tutti gli sforzi fatti per mantenere il basket. Il progetto sportivo è migliore, non entro nel lato tecnico, ma da appassionato del basket dai tempi del Diario e c’ero alla prima al Palamaggiò contro Perugia, ora c’è un passo da fare: nei prossimi anni spero che la Juvecaserta proponga il ‘Basket Stadium’ nel cuore della città. Un palazzetto nel cuore della città sarebbe bello. Come Amministrazione vogliamo fare un playground in ogni quartiere della città”. Chiude il gm Guastaferro: “Con le risorse avute abbiamo fatto una buona squadra, iniziamo a fare meglio del passato. E’ chiaro che, se durante il percorso servirà qualcosa, vediamo come fare. Sicuramente stiamo ancora attenti sul mercato, potremmo smaltire un reparto per potenziarne un altro. In merito agli abbonamenti restiamo nei prezzi più bassi della serie A, ho posto l’obiettivo 2mila tessere, se non fosse ci abbiamo messo tutte le energie possibili e forse sarà il campo a convincere gli indecisi. Accrediti ridotti agli istituzionali. Chi viene a lavorare al Palamaggiò lo farà, non verrà a vedersi la partita”. Per i tifosi bianconeri adesso l’unico pensiero dovrà essere rivolto al campo e al basket giocato. Nel frattempo domani prevista la presentazione della squadra al Centro Commerciale Campania di Marcianise alle ore 19.30.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.