A Ferrara è partita vera, gli Sharks si arrendono solo sulla sirena.

Home Serie A2 Recap

BONDI FERRARA 81 – 77 ROSETO SHARKS

(23-21, 19-24, 17-19, 22-13)

 

Partita soffertissima che la Bondi vince con un grande ultimo quarto giocato senza Cortese (18 punti) uscito anzitempo per falli. In avvio è Ferrara a guidare, senza tuttavia riuscire mai a prendere un vantaggio importante, poi Roseto si porta avanti trascinata da Carlino e dalla coppia Ogide-Infante (31 punti in due) a dominare sotto canestro. Come già detto l’ultimo quarto porta la firma estense; Hall, Moreno e Rush guidano la rimonta e la Bondi strappa la vittoria negli ultimi due minuti.

Parte bene Ferrara, subito Fantoni prima da sotto poi con l’assist per la schiacciata di Cortese. Si gioca sui binari dell’energia e Roseto risponde presente con Casagrande e Ogide. Dopo 4′ è 13 a 7 con Rush che mette a segno il primo parziale per la Bondi segnando e provocando l’antisportivo di Casagrande. Poi si accende la partita, entrambe le squadre decidono di correre e ad avere la meglio da questo momento sono gli Sharks che entrano definitivamente in partita con Carlino e, soprattutto, Ogide (10 punti nei primi 10′); quando mancano due minuti alla prima sirena è parità a 21. L’appoggio di Panni chiude la prima frazione 23 – 21. Si riprende con Roseto a zona e lo stesso Panni libero di colpire da tre, dall’altra parte Infante e Ogide fanno la voce grossa sotto canestro e tengono gli Sharks aggrappati alla partita. A metà frazione è 33-30 con la Bondi che continua a gestire un vantaggio minimo senza riuscire a mettere a segno l’affondo decisivo. Bravi Marulli e Contento a rispondere a Hall e riportare sotto gli Sharks che con Ogide trovano il primo vantaggio sul finire del quarto. Al riposo lungo Ferrara è sotto di tre, 42-45. Subito una tegola si abbatte sulla Bondi, Cortese commette fallo e l’accenno di protesta gli costa il tecnico e il quarto personale, poi al resto ci pensano Carlino e Ogide; Bonacina vede scivolare i suoi a -9 e chiama timeout dopo 2 minuti. La reazione di Ferrara è nervosa, ci provano Cortese e Rush, Roseto però non fa sconti e al quinto minuto Ogide confeziona il massimo vantaggio sul 48-60. Ancora Cortese, tenuto in campo nonostante i 4 falli, e Moreno riportano Ferrara a -5 all’ultimo mini intervallo. Gli ultimi dieci minuti sono appassionanti; Roseto attacca Cortese costretto al quinto fallo e poi si lascia guidare da Infante che trova quattro punti consecutivi. Dopo quattro minuti gli Sharks sono ancora a +9. Poi Hall si mette improprio, segna con libero aggiuntivo e nell’azione successiva colpisce da tre per il 69-74. Dopo alcuni minuti senza segnare succede tutto negli ultimi due giri di orologio: Moreno e Hall riportano avanti Ferrara (75-74), Carlino risponde da tre e sul capovolgimento di fronte due liberi di Moreno fissano la parità a 77. Nell’azione successiva sbaglia Contento e sul lancio in contropiede di Hall per Rush Marulli commette tecnico: Rush segna i due liberi e va a procurarsi un ulteriore fallo di gioco che lo porta ancora in lunetta (1 su 2 e +3 Ferrara). La palla persa di Marulli nell’azione che poteva dare la parità agli Sharks è fatale e la Bondi vince 81-77.

 

TABELLINI

 

Bondi Ferrara: Rush 16, Drigo, Hall 21, Fantoni 5, Carella, Donadoni, Molinaro 5, Cortese 18, Panni 6, Moreno 10.

All.re Bonacina

 

Roseto Sharks: Carlino 18, Ogide 21, Lupusor 2, Contento 9, Di Bonaventura, Lusvarghi, Zampini 1, Casagrande 7, Marulli 9, Infante 10.

All.re Di Paolantonio

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.