A Jesi è una battaglia, Green e Hasbrouck costringono Forlì ad arrendersi solo alla fine

Serie A2 Recap

Termoforgia Jesi 87 – 83 Unieuro Forlì

(24-19, 23-25, 23-16, 17-23)

 

Primi minuti del match in sostanziale equilibrio, il primo allungo della partita è firmato Hasbrouck e Marini che al quarto minuto regalano a Jesi il +11. Forlì segna 4 punti in cinque minuti e a 2′ dalla fine del quarto la tripla di Hasbrouck (8 punti nei primi 10′) porta la Termoforgia sul 24-11; Severini e Diliegro guidano la reazione dell’Unieuro che torna a -5 alla fine del primo tempo. Si riprende e continua il momento positivo per Forlì con Naimy e Diliegro che mettono la firma sul 12 a 0 di parziale a cavallo tra le due frazioni di gioco; quando gli ospiti sembrano aver trovato continuità per mettere in difficoltà Jesi, Marini sale in cattedra e con sette punti filati riporta a +10 i suoi. E’ una partita giocata con continui strappi da una parte e dall’altra; Forlì trema, con la tripla di Green che la spedisce a -13,  ma non si scompone e in un attimo Severini segna da tre il canestro che la riporta a -6, 38-32. Cagnazzo richiama in panchina Marini e Piccoli raccoglie la sua eredità: realizza prima da tre poi dall’area e grazie anche a Fontecchio la Termoforgia torna a +9 quando manca 1’30” all’intervallo lungo. Ancora una volta l’Unieuro non ci sta a rimanere indietro: la tripla di Jackson e quella di Castelli (primi punti della partita per lui) sulla sirena fissano il 47-44 a fine secondo quarto. Una prodezza di Green apre il terzo parziale, ma c’è tanta confusione da una parte e dall’altra (11 perse per Jesi, 10 per Forlì) con entrambe le squadre troppo precipitose nel cercare la giocata vincente. Torna a segnare Hasbrouck, ma la difesa jesina continua a dimenticarsi di Jackson che ringrazia e da tre segna per il 59-53. Green capisce che il momento è buono per cercare di indirizzare la partita: prima una magia che libera in area Ihedioha poi la tripla personale gli valgono la standing ovation del pubblico e il nuovo +10 per Jesi a 2′ dall’ultimo intervallo. Ancora un tiro sulla sirena per Forlì, messo a segno da Severini, chiude il quarto, ma questa volta le lunghezze da recuperare per i romagnoli sono 10 (70-60). Inizia l’ultima frazione con Jesi che commette qualche errore di troppo che Forlì non riesce a capitalizzare; a metà periodo l’Unieuro è ancora indietro 77 a 68 ma la partita non è chiusa. Hasbrouck prova senza riuscirci a vincerla da solo vanificando due possessi, Forlì ringrazia e con Naimy e Diliegro si riporta a -5, 77-72. Cagnazzo decide di cambiare l’attore principale della sua squadra, chiama timeout e affida a Green le chiavi del gioco; si riparte e il play americano va subito a segno da tre. L’ultima reazione di una Forlì mai doma non riesce ad andare oltre al -3 a trenta secondi dalla fine, poi dalla lunetta non sbaglia Jesi che porta a casa un’importante vittoria in chiave playoff in vista del match di domenica prossima contro Ferrara.

 

TABELLINI:

 

Termoforgia Jesi: Green 15 (8 a), Ihedioha 9, Fontecchio 12, Hasbrouck 23, Marini 14 (12 r), Rinaldi 9, Kouyate, Montanari, Valentini, Massone, Piccoli 5.

All.re Cagnazzo

 

Unieuro Forlì: Castelli 8, Bonacini, Jackson 18, Fallucca 7, Diliegro 16 (10 r), De laurentiis, Ravaioli, Naimy 15 (12 a), Severini 17, Gallera, Thiam 2, Campori.

All.re Valli

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.