A1 Femminile, 13ª giornata: Ragusa espugna Napoli, vittorie esterne per Schio, Lucca e Venezia

A1 Femminile Femminile Recap

Le squadre della Serie A1 femminile, dopo la pausa natalizia, sono tornate in campo per disputare la tredicesima giornata di Regular Season. Considerando le vittorie esterne conseguite dalle big del torneo e l’ormai solita sconfitta della Treofan Battipaglia, l’unica “sorpresa” della giornata è la vittoria della Passalacqua Ragusa, in quel del PalaCaravita di Cercola, ai danni della Saces Napoli.

PALL. FEMM. BRONI – UMANA REYER VENEZIA 52 – 64

(14 – 18, 8 – 14, 10 – 19, 20 – 13)

Ruzickova

Le ospiti, grazie ad una vittoria che in realtà è stata ben più facile da ottenere di quanto dica il punteggio finale (32-51 al 30′), difendono la seconda posizione in classifica dall’attacco di Lucca. Ai fini del risultato finale, è stato decisivo il parziale (di 18 a 33, ndr) dei due quarti centrali. Dal punto di vista statistico, è netto il dominio nel campo della valutazione di squadra (39 a 75, ndr). Da segnalare i 13 punti di Wojta e la doppia doppia di Ruzickova (13+11).

MECCANICA NOVA VIGARANO – GESAM GAS&LUCE LUCCA 63 – 70

(18 – 24, 15 – 18, 17 – 17, 13 – 11)

Le campionesse d’Italia in carica, pur riuscendo a condurre il match fin dal primo mini-intervallo, non riescono mai a concludere il lavoro fino alla sirena finale e, di conseguenza, soffrono più del previsto. Da un lato ci sono i 18 punti e 15 rimbalzi di Zempare e dall’altro i 17 di Udodenko, ma la profondità della panchina ospite ha fatto la differenza (8 e 23, i punti delle rispettive panchine, ndr).

FILA SAN MARTINO – TREOFAN BATTIPAGLIA 75 – 54

(27 – 17, 13 – 13, 19 – 14, 16 – 10)

Neanche a dirlo, a San Martino di Lupari non accade il miracolo: la Treofan, dopo aver concesso 27 punti alle avversarie durante la sola prima frazione di gioco, resta a galla fino all’intervallo lungo (40-30 al 20′) ma crolla nel secondo tempo. Al termine del match sono 26 le palle perse dalle campane, che però hanno potuto contare su un’ottima Miletic (17+6). Tra le fila delle padrone di casa, da evidenziare è la prova di Oroszova (18+6).

SACES NAPOLI – PASSALACQUA RAGUSA 70 – 76

(13 – 16, 24 – 24, 20 – 14, 13 – 22)

Harmon

Al team di Coach Nino Molino non basta una super-prestazione di Harmon, autrice di 28 punti (11/20 dal campo, ndr) e 7 rimbalzi; le ospiti, trascinate dalla solita coppia Kuster (20+10) – Ndour (23+6), portano a casa due punti fondamentali per la griglia playoffs. La Saces, dal canto suo, dopo aver finalmente ribaltato l’inerzia dell’incontro (57-54 al 30′) non ha avuto la freddezza per aggiudicarsi la posta in palio.

FIXI PIRAMIS TORINO – FAMILA SCHIO 53 – 80

(13 – 23, 12 – 21, 12 – 20, 16 – 16)

Macchi

Il “basket day” torinese (in precedenza la FIAT ha sconfitto la capolista Leonessa Brescia, ndr) non riesce a fermare la corsa del Famila Schio che, pur dovendo fare a meno di Zandalasini, si aggiudica la contesa già all’intervallo lungo (25-44 al 20′). Alla fine, come normale che sia dato il punteggio finale, il dominio nel campo della valutazione (44 a 111, ndr) e dei rimbalzi (24 a 37, ndr) è evidente. Le migliori prestazioni sono quelle di Tikvic (14+8) e dell’eterna Macchi (21 punti, 7 rimbalzi e 8 assist in 25′).

LA CLASSIFICA

22 Famila Schio

18 Umana Reyer Venezia, Gesam Gas&Luce Lucca

16 Fila San Martino*

14 Passalacqua Ragusa*, Saces Napoli

8 Meccanica Nova Vigarano, Fixi Piramis Torino, Pall. Femm. Broni

2 Treofan Battipaglia

*una gara da recuperare

IL CALENDARIO 

domenica 14 gennaio (ore 18:00)
Battipaglia – Broni diretta televisiva su Sportitalia

Ragusa – Vigarano

Venezia – San Martino

Schio – Napoli

Lucca – Torino

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.