A1 Femminile, 6ª giornata: Lucca espugna Ragusa, Napoli vince il derby campano

A1 Femminile Femminile Recap Home

Come ogni settimana, riecco il nostro riepilogo riguardante la Serie A1 femminile, che è ormai giunta alla sesta giornata. Mettendo da parte per un attimo l’inaspettata sconfitta interna di Broni contro il Fila San Martino, possiamo dire che le vittorie maggiormente significative siano quelle conseguite da Lucca e dalla Saces Napoli, rispettivamente in quel di Ragusa e nel derby campano con la Treofan Battipaglia.

FAMILA SCHIO – MECCANICA NOVA VIGARANO 76 – 64

(16 – 15, 14 – 26, 23 – 13, 23 – 10)

Alla Meccanica Nova non è bastato un super secondo quarto di gioco, che le ha consentito di andare negli spogliatoi in vantaggio (30-41): il Famila, trascinato in particolare dai 20 punti di Zandalasini e dalla partita a tutto tondo di Lisec (19 punti, 12 rimbalzi e 5 assist), porta a casa la quinta vittoria stagionale. Si rivelano inutili i 32 punti e gli 11 rimbalzi di Armstrong.

TREOFAN BATTIPAGLIA – SACES NAPOLI 62 – 67

(11 – 19, 14 – 12, 20 -17, 17 – 19)

Al PalaZauli le padrone di casa, ancora alla ricerca della prima gioia stagionale, hanno ospitato per il derby campano la Saces Napoli. Alla fine, le ospiti sono riuscite sia a conquistare la vittoria sia, almeno per il momento, ad interrompere la striscia di risultati negativi. Harmon e Dolson, rispettivamente con 27 e 20 punti, sono riuscite a prevalere sulla solita Davis (17).

PASSALACQUA RAGUSA – GESAM GAS&LUCE LUCCA 56 – 58

(14 – 13, 16 – 18, 21 – 15, 5 – 12)

Il big match del sesto turno era sicuramente quello disputato in Sicilia tra la Passalacqua e la Gesam Gas: il team allenato da coach Recupido, che non ha potuto schierare a lungo Ndour, è caduto nuovamente tra le mura casalinghe. Le ospiti, che hanno mandato a referto tutte le giocatrici che hanno calcato il parquet, son state trascinate verso la vittoria da Drammeh, che pur non sbloccandosi da oltre l’arco ha realizzato 19 punti. Dall’altra parte è da segnalare la quasi doppia-doppia di Hamby (14+9).

PALL. FEMM. BRONI – FILA SAN MARTINO 61 – 64

(13 – 9, 17 – 20, 17 – 18, 14 – 17)

Il PalaVerde, strano a dirsi, è terra di conquista: il Fila San Martino, grazie ad una prova di squadra, esce trionfante dalla struttura pavese. All’interno di un match a lungo equilibrato, si sono rivelate decisive le 18 palle perse dalle padrone di casa, a cui non è bastata la solita Wojta (21+7).

UMANA REYER VENEZIA – FIXI PIRAMIS TORINO 87 – 52

(18 – 15, 24 – 12, 25 – 10, 20 – 15)

Al Taliercio non c’è storia. L’Umana Reyer di Liberalotto, dopo essere inciampata in casa del Fila San Martino, continua la sua corsa verso il primo posto. Ovviamente, a causa dell’ampio scarto, dal punto di vista statistico non c’è equilibrio: sono 19 i punti di Williams così come sono 21 le palle perse delle ospiti.

LA CLASSIFICA

10 Reyer Venezia, Famila Schio, Gesam Gas&Luce Lucca

8 Fila San Martino

6 Passalacqua Ragusa

4 Meccanica Nova Vigarano, Fixi Piramis Torino, Pall. Femm. Broni, Saces Napoli

0 Treofan Battipaglia

IL CALENDARIO

domenica 19 novembre (ore 18:00)

Vigarano – Battipaglia

Napoli – Broni

Ragusa – Venezia

Lucca – Schio diretta televisiva su Sportitalia

San Martino – Torino

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.