A2 Est: Treviso torna alla vittoria e batte Trieste, Ferrara sconfigge Recanati; vincono Legnano, Ravenna e Imola

Serie A2 Recap

Nona giornata di campionato del girone Est della Serie A2: dopo l’anticipo di ieri sera che ha visto la vittoria di Brescia contro Bologna e in attesa del posticipo tra Verona e Mantova di domani sera, oggi si giocano cinque partite al consueto orario delle 18. Vediamo come sono andati questi incontri.

DE’ LONGHI TREVISO – PALLACANESTRO TRIESTE 2004 69 – 55

(13-16; 15-20; 26-9; 15-10)

Al Pala Verde di Treviso coach Pilastrini comincia con Fabi, Fantinelli, Powell, Negri e Ancellotti; mentre coach Dalmasson comincia con Parks, Bossi, Pecile, Pipitone e Zahariev. I primi punti della gara li segna treviso con Negri. Trieste pareggia con Bossi, ma Treviso riesce comunque ad allungare a +3. I triestini, però, rientrano e con la tripla di Zahariev tornano nuovamente al pareggio. Quindi è Trieste ad allungare fino al +5 grazie ancora a Zahariev, Treviso però riesce a ridurre lo svantaggio con Powell e trova il -1. Il primo quarto si chiude con Trieste a +3 grazie ancora al bulgaro Zahariev, punteggio sul 13-16. Nel secondo periodo Zahariev trova subito il +4 per gli ospiti. Treviso soffre e Landi mette anche il +7 per i triestini. I padroni di casa provano a restare in partita e con Powell trovano il -7, ma Trieste allunga nuovamente. La De’ Longhi non ci sta e rientra in partita fino al -3 con Fabi, ma ancora Trieste trova un altro allungo e trova il +10 grazie a Parks. Treviso non riesce a rientrare e chiude il primo tempo sotto di otto punti. 28-36 il punteggio.

Nel terzo periodo Pecile riporta subito a +10 Trieste, ma Treviso rimonta alla grande e prima trova il -5 con la tripla di Fabi e poi il -1 con Ancellotti. Trieste prova a reagire con Zahariev, ma la De’ Longhi ha voglia di rimontare e si rifà ancora sotto. Ancellotti trova il pareggio e poi, nonostante il nuovo +1 dei triestini, si porta a +6 con Powell. Gli ospiti, però, non mollano e Parks mette Trieste a -3. Non basta, perché Treviso allunga di nuovo e trova il +9 con Rinaldi. Il terzo periodo si chiude sul 54-45. Nell’ultimo periodo Trieste prova a rimontare lo svantaggio ma è poco lucida. Così la De’ Longhi amministra e poi colpisce con Rinaldi che trova la tripla del +12. Gli ospiti non mollano ma restano sempre sotto di dieci lunghezze. Zahariev trova poi il -9, ma la difesa di Treviso fa buona guardia e non consente a Trieste di rientrare in partita. Ancellotti quindi allunga a +14 e la De’ Longhi scappa definitivamente. Trieste perde lucidità e si arrende. Treviso vince e torna ad esultare. Finisce 69-55.

trevisobasket.it
trevisobasket.it

MVP, Andrea Ancellotti: nel momento di difficoltà di Treviso è lui che fa uscire i trevigiani da una situazione difficile. Ottima prova sotto le plance, sia in attacco che in difesa. Chiude con 14 punti e 11 rimbalzi.

TABELLINI:

DE’ LONGHI TREVISO: Fabi 14, Fantinelli 8, Powell 14, Negri 3, Ancellotti 14, Corbett 11, De Zardo ne, Malbasa 0, Busetto 0, Rinaldi 5, Legnaro ne, Spessotto ne; RIMBALZI: 42 (Ancellotti 11); ASSIST: 16 (Fantinelli 10); TIRI DA 2: 18/40 ; TIRI DA 3: 6/16; TIRI LIBERI: 15/22;

PALLACANESTRO TRIESTE 2004:  Parks 8, Bossi 2, Pecile 4, Pipitone 0, Zahariev 18, Coronica 2, Ferraro ne, Baldasso 5, Landi 4, Parndin 8, Canavesi 4, Gobbato ne; RIMBALZI: 34 (Parks 11) ASSIST: 11 (Pecile, Zahariev 2) ; TIRI DA 2: 18/46; TIRI DA 3: 4/17; TIRI LIBERI: 7/14;

 

 

BAWER MATERA – EUROPROMOTION LEGNANO 73 – 85

(15-21; 18-16; 21-22; 19-26)

Al Pala Sassi di Matera coach Gresta comincia con Hamilton, Guarino, Mastrangelo, Corral e Okoye. Coach Ferrari, invece, parte con Allodi, Frassineti, Palermo, Pacher e Raivio. Okoye mette a segno i primi punti della gara per Matera, ma Allodi pareggia per Legnano. Gli ospiti provano ad allungare a +4 grazie a Palermo, ma Guarino riporta a +1 i padroni di casa. Dopo un lungo periodo in cui le due squadre si rispondono punto a punto senza trovare l’allungo decisivo, è Legnano ad allungare fino al +8 con Pacher. Matera riduce un po’ lo svantaggio e il primo periodo si chiude sul 15-21Maiocco nel secondo periodo porta subito la Europromotion a +6, ma la Bawer rientra e con Okoye trova il -1. Legnano ritorna vanti di quattro, ma Matera resta comunque in partita. Poi, però, gli ospiti riescono a scappare fino al +9, grazie ai tre punti di Martini, ma Matera rientra in gara e trova anche il pareggio. Cantagalli, infatti, firma la parità. Legnano riesce comunque a chiudere il primo tempo sopra di quattro. Punteggio sul 33-37.

Raivio trova il +6 per Legnano e poi gli ospiti volano anche a +9. Matera prova a rientrare e con Hamilton trova il -3. La Europromotion cerca di allungare nuovamente, ma Matera rientra e trova il pareggio con Corral. Legnano, però, ritrova il vantaggio e con Pacher trova il +6. La Bawer cerca ancora di rifarsi sotto, ma la Europromotion resiste e allunga poi a +6 con Raivio. 54-59 il punteggio alla fine dle terzo periodo. Nelll’ultimo periodo Frassineti trova subito il +7 per Legnano, ma Guarino rimette Matera a -5. Poi, però, gli ospiti allungano a con Allodi trovano il +10. I padroni di casa cercano la rimonta dopo il +11 di Legnano e arrivano fino al -7. Non basta però, perché la Europromotion allunga di nuovo. La Bawer prova disperatamente a restare in gara e trova anche il -4 con Guarino, ma poi gli ospiti allungano. Legnano, infatti, è più cattiva e chiude a +12 la partita. Finisce 73-85.

Non bastano i 22 punti di Raivio a Legnano per vincere a Bologna.
Non bastano i 22 punti di Raivio a Legnano per vincere a Bologna.

MVP, Nicolas Raivio: una prova da incorniciare per l’americano che segna 24 punti e cattura 9 rimbalzi. Determinante nel gioco di Legnano, fa sentire la sua presenza in ogni zona del campo. SUPER!

TABELLINI:

BAWER MATERA: Hamilton 12, Guarino 16, Mastrangelo 2, Corral 15, Okoye 19, Cantagalli 5, Rugolo 2, Bertocco 2, Loperfido ne, Zaharie 0; RIMBALZI: 39 (Okoye 11); ASSIST: 12 (Guarino 4); TIRI DA 2: 21/44 ; TIRI DA 3: 4/11; TIRI LIBERI: 19/25;

EUROPROMOTION LEGNANO: Allodi 5, Frassineti 18, Plaermo 10, Pacher 19, Raivio 24, Navarini 0, Guidi ne, Maiocco 0, Martini 9, Sacchettini 0. Battilana ne ; RIMBALZI: 33 (Raivio 9) ASSIST: 15 (Frassineti 4) ; TIRI DA 2: 26/47; TIRI DA 3: 8/25; TIRI LIBERI: 9/12;

 

 

BONDI FERRARA – BASKET RECANATI 83 – 76 

(13-18; 24-10; 15-24; 31-24)

Al Pala Hilton Pharma di Ferrara coach Morea inizia con Rush, Lestini, Losi, Henderson e Brkic; mentre coach Zanchi risponde con Pierini, Traini, Bonessio, Lawson e Sollazzo. Lawson segna i primi punti del match per Recanati, Rush poi pareggia per Ferrara. La Bondi passa in vantaggio con Brkic e va a +2, ma Recanati, però, trova l’allungo e con Lawson vola a +6. Ferrara soffre, ma in qualche modo riesce comunque a rientrare fino al -2 con Bucci e poi pareggia con Rush. Ma Recanati allunga nuovamente fino al +5 con Lawson e il primo periodo si chiude sul 13-18. Lawson trova subito il +7 per Recanati, ma Ferrara rimonta con Bucci e Brkic e trova la parità. Così la Bondi riesce anche ad allungare e arriva al +6 grazie a Ghirelli. Recanati non ci sta e si rifà sotto fino al -1 con Sollazzo. Ferrara, pero, allunga di nuovo e trova anche il +8, grazie ad un ottimo Henderson. Il primo tempo si chiude sul 37-28.

Brkic trova subito il +12 per la Bondi, Pierini prova a riportare sotto i suoi e Recanati trova il -7. Ferrara, però, resiste e resta in vantaggio e si riporta sopra a +11. Recanati resta comunque in partita e con grande cuore riesce a rientrare. PieriniLawson portano al pareggio gli ospiti e la partita torna in equilibrio. Il primo tempo si chiude sul 52-52. Nell’ultimo periodo ancora Pierini e Lawson portano subito a +4 gli ospiti. Recanati trova anche il +7 e Ferrara è in grossa difficoltà. Poi, però Lestini e Rosi consentono alla Bondi di rientrare e Bucci con la tripla trova anche il +1. Recanati va in barca e Ferrara allunga fino al +7 con Lestini. Gli ospiti provano a rimontare e arrivano fino al -3, ma i padroni di casa resistono e allungano nuovamente anche fino al +10. Recanati prova la disperata rimonta, ma no vi riesce e Ferrara vince. Il punteggio finale è 83-76.

Non basta un'altra super prestazione di David Brkic. Ferrara non riesce a battere Verona.

MVP, David Brkic: grande prova del centro di Ferrara, determinante sia in attacco che in difesa. Chiude con 19 punti e 8 rimbalzi, che consentono alla Bondi di battere Recanati. UOMO OVUNQUE!

TABELLINI:

BONDI FERRARA: Rush 17, Lestini 10, Losi 4;Henderson 12, Brkic 19, Ferrara ne, Ebeling 0, Bucci 19, Salafia 0, Verrigni 0, Ghirelli 2;  RIMBALZI: 35 (Henderson 9); ASSIST: 18 (Losi 9); TIRI DA 2: 17/34 ; TIRI DA 3: 12/31; TIRI LIBERI: 13/19;

BASKET RECANATI: Perini 16, Traini 11, Bonessio 4, Lawson 26, Sollazzo 11, Braida ne, Forte 0, Lauwers 8, Nwokoye ne, Amorese ne, Maspero 0 ; RIMBALZI: 38 (Lawson 12) ASSIST: 15 (Lawson 4) ; TIRI DA 2: 23/38; TIRI DA 3: 6/22; TIRI LIBERI: 12/18;

 

ORASI’ RAVENNA – PROGER CHIETI 68 – 62

(9-17; 15-24; 30-12; 14-9)

Al Pala De Andre’ di Ravenna coach Martino parte con Smith, Deloach, Malaventura, Casini e Masciadri. Coach Galli, invece, comincia con Abbott, allegretti, Sergio, Monaldi e Armwood. Allegretti segna i primi punti della gara per Chieti, ma Deloach con la tripla porta in vantaggio Ravenna. La Proger ripassa avanti, però, la Orasì resta in partita e trova il nuovo vantaggio. La partita resta in equilibrio fino al +6 dei Chieti firmato da Allegretti e gli ospiti scappano. Smith porta Ravenna a -2 ma Chieti trova poi il +8 con Allegretti. Il primo quarto si chiude sul 9-17. Chieti comincia male il secondo periodo e Ravenna riesce a trovare il -3 con Raschi. La Proger, però, prende le misure agli avversari e con un grande Abbott trova addirittura il +11. La Orasì esce dal campo e la Proger allunga ancora fino al +17 con i tre punti di Piazza. Il primo tempo si chiude con un vantaggio abissale per Chieti: 24-41 il punteggio.

Nel terzo periodo Chieti subisce la rimonta di Ravenna, che con grande cuore trova prima il -7 con Smith e poi il -1 con RaschiSmith trova clamorosamente il vantaggio per la Orasì. Chieti ritrova il vantaggio, ma poi Ravenna ritorna sopra nel punteggio. La partita resta ora in grande equilibrio e nonostante Ravenna provi ad allungare con Casini fino al +4, Monaldi trova il -1 per Chieti. Il terzo periodo si chiude sul 54-53. Nel quarto periodo Malaventura e Smith portano subito Ravenna a +5. Chieti prova a tenersi in partita con Armwood, ma i padroni di casa resistono e restano in vantaggio. Nei minuti finali la Orasì aumenta anche il suo vantaggio e chiude a +8 grazie a Deloach. Finisce 68-62.

deloach ravennaMVP, Michael Deloach: grande prova dell’americano che gioca una grande gara e trascina Ravenna ad una strepitosa rimonta. Chiude con 21 punti e 7 assist. TRASCINATORE!

TABELLINI:

ORASI’ RAVENNA: Smith 14, Deloach 21, Malaventura 5, Casini 7, Masciadri 9, Cicognani 0, Rivali ne, Raschi 8, Manetti ne, Smorto 4, Seck ne, Salari 0 ; RIMBALZI: 34 (Masciadri 11); ASSIST: 14 (Deloach 7); TIRI DA 2: 19/31 ; TIRI DA 3: 7/19; TIRI LIBERI: 9/13;

PROGER CHIETI: Abbott 13, Allegretti 11, Sergio 6, Monaldi 9, Armwood 16, Piazza 5, Marchatti ne, Sipala ne, Piccoli 2, Vedovato 0 ; RIMBALZI: 33 (Armwood 14) ASSIST: 11 (Monaldi 3) ; TIRI DA 2: 15/36; TIRI DA 3: 7/24; TIRI LIBERI: 11/18;

 

AURORA BASKET JESI – ANDREA COSTA IMOLA 73 – 75

(8-15; 23-15; 25-20; 17-25)

All’ Ubi Sport Center di Jesi coach Lasi comincia con Greene, Hunter, Paci, Santiangeli e Gueye; mentre coach Ticci risponde con Washington, Maggioli, Anderson, Hassan e Sabatini. I primi punti del match li segna Maggioli per Imola, ma Gueye con la tripla porta in vantaggio Jesi. La partita resta in grande equilibrio per molto tempo, con Jesi che prova ad allungare, ma Imola resta attaccata alla partita. Le squadre si rispondono punto su punto, fino a quando Imola trova l’allungo nei minuti finali del periodo e dopo la tripla di Prato vola a +7. Il primo quarto si chiude sull’8-15. Santiangeli trova subito il -3 per Jesi ad inizio secondo quarto, ma Imola vola a +9 dopo la tripla di Amoni. Jesi prova a restare in partita e trova anche il -5 con Janelidze, ma Imola allunga nuovamente fino al +9 con De Nicolao. L’Andrea Costa trova anche il +11, ma L’Aurora reagisce e torna in partita. SantiangeliGueye trovano il -1 e poi Jesi segna anche il +1 con la tripla di Gueye. Il primo tempo si chiude sul 31-30.

Nel terzo periodo Hassan porta in vantaggio Imola con la tripla, ma Greene pareggia subito con Greene. Partita ora molto equilibrata, senza che nessuna delle due squadre riesca ad allungare. Greene trova la tripla del +3 per l’Aurora, ma Sabatini trova il -1 per Imola. Hunter allora prende per mano i suoi e l’Aurora trova il +7. Il terzo quarto si chiude sul 56-50. Nel quarto periodo Prato e Hassan riportano in parità Imola e Maggioli trova poi anche il vantaggio. Ma i padroni di casa non ci stanno e con Gueye tornano in vantaggio. L’Andrea Costa non molla e con Maggioli si porta a +5, ma Greene riporta l’Aurora in vantaggio. La partita si decide nei minuti finali e Imola trova il +2 proprio allo scadere con Prato. Finisce 73-75.

www.quellikeilbasket.it
www.quellikeilbasket.it

MVP, Patricio Prato: il capitano di Imola parte dalla panchina ma quando entra in campo fa la differenza. Chiude con 18 punti e trascina i suoi alla vittoria. CAPITANO VERO!

TABELLINI:

AURORA BASKET JESI: Greene 23, Hunter 10, Paci 2, Santiangeli 19, Gueye 12, Battisti 0, Scali ne, Lucarelli ne, Janelidze 7, Leggio 0, Picarelli 0, Ciampaglia ne, ; RIMBALZI: 33 (Paci 9); ASSIST: 11 (Greene 4); TIRI DA 2: 19/38 ; TIRI DA 3: 9/28; TIRI LIBERI: 8/11;

ANDREA COSTA IMOLA: Washington 14, Maggioli 10, Anderson 7, Hassan 11, Sabatini 6, Folli ne, Sgorbati 0, Cai ne, Amoni 5, De Nicolao 4, Prato 18, Preti 0  ; RIMBALZI: 38 (Washington 11) ASSIST: 14 (Sabatini, De Nicolao 4) ; TIRI DA 2: 24/48; TIRI DA 3: 8/23; TIRI LIBERI: 3/4;

La classifica sarà aggiornata al termine del turno.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.