A2 Est: al Pala Olimpia non c’è storia: Verona è straripante, Mantova è umiliata!

Serie A2 Recap

Al Pala Olimpia di Verona va in scena il posticipo della nona giornata di Serie A2 Est, ad affrontarsi, alle ore 20.30; sono la Scaligera Verona e i Mantova Stings nel match di più importante di questa giornata. Partita che si preannuncia scoppiettante e sicuramente non deluderà le aspettative. Verona arriva dalla sconfitta subita in casa contro Treviglio e in classifica è a quota otto punti. Un avvio di stagione altalenante quello della compagine di coach Crespi, che oggi vorrà sicuramente vincere per dare una svolta alla stagione. Dal canto suo Mantova, forte del suo primato in classifica a quota 14 punti e reduce da quattro vittorie consecutive, l’ultima contro Jesi, vorrà sicuramente confermarsi come una delle protagoniste della stagione. Gli uomini di coach Martellossi vorranno sicuramente vincere per staccare nuovamente Treviso e ritrovare il primato solitario.

TEZENIS VERONA – DINAMICA MANTOVA 86 – 55

(28-11; 16-14; 17-16; 25-14)

verona

Coach Crespi parte con Saccaggi, Boscagin, Da Ros, Chikoko e Rice; mentre coach Martelossi risponde con Di Bella, Simms, Hurt, Moraschini e Ndoja. i primi punti della gara li mette a segno Rice che porta Verona sul 2-0, ma Simms pareggia subito per Mantova e porta la gara in parità. Poi è la Scaligera ad allungare a +4 con ChikokoBoscagin. Mantova non resiste alla forza di Verona e subisce ancora in attacco. La Scaligera, infatti, allunga a +10, grazie a RiceBoscagin. Siamo 15-5 a metà periodo. Ancora Rice allunga a +13 per i padroni di casa, con gli ospiti che hanno quindi un moto d’orgoglio e e trovano il -10 con la tripla di Ndoja. Ma la Tezenis non ne vuole sapere di concedere punti alla Dinamica e allunga nuovamente a +14 con Da Ros e poi a +16 con Cortese. Mantova non c’è e Verona ne approfitta per aumentare il suo vantaggio. Il primo quarto si chiude sul 28-11.

Nel secondo periodo la musica non cambia e Spanghero allunga subito a +17 per Verona. Moraschini prova a tenere in vita Mantova e riduce a -15 lo svantaggio, ma la Tezenis oggi è di un’altro livello! Cortese, infatti, allunga a +21 il vantaggio dei veronesi con cinque punti di fila. A metà periodo i padroni di casa conducono 38-17. La Dinamica cerca con Hurtt almeno di ridurre un po’ lo svantaggio, ma la Tezenis non vuole concedere nulla agli avversari. Spanghero piazza anche il +22. HurttSimms trovano il -17 per Mantova e gli ospiti cercano almeno di salvare la faccia. Verona, però, allunga di nuovo,dominando in attacco, mentre gli avversari soffrono in difesa. Il primo tempo si chiude sul 44-25. La partita a metà tempo sembra ormai già chiusa.

La Scaligera parte subito alla grande anche nel terzo periodo e con RiceChikoko piazza subito un 5-0 di parziale che vale il +24. La Dinamica cerca in qualsiasi modo di rientrare in gara ma non riesce a ridurre lo svantaggio; la Tezenis, invece, gioca divinamente. Ancora allungo e +26 per i veronesi, mentre i mantovani cercano con il gioco da tre punti di ridurre lo svantaggio. Boscagin segna il +27 per la Tezenis a metà periodo e Verona vola. Poi, però, Ndoja riporta sotto i suoi con otto punti di fila. La Dinamica con orgoglio trova il -19, approfittando anche del tecnico fischiato a Saccaggi. La grande aggressività dei mantovani produce anche il -17 per gli ospiti. Rice non ci sta e riporta a +20 la Scaligera con la tripla e ferma la rimonta mantovana. Anche il terzo periodo di chiude con un vantaggio abissale per Verona. 61-41 il punteggio.

Nell’ultimo periodo la Scaligera prova ancora ad allungare, ma sono, invece, gli Stings a ridurre a -17 lo svantaggio con la tripla di Gandini. Verona, però, ritrova subito il +20 con Cortese. Mantova allora non ne ha più e non tenta neanche di ridurre nuovamente lo svantaggio. A metà periodo i padroni di casa conducono con ventitré punti di scarto, grazie alla tripla di Cortese. Ancora Scaligera straripante e +30 grazie ad un’altra tripla di Cortese. Veronesi poi anche a +34. La partita si avvia, allora, verso la sua naturale conclusione senza che il risultato sia più in discussione. Finisce 86-55. Mantova è umiliata, Verona è straripante!

Grande prova e grande vittoria di Verona che strapazza Mantova in questa partita. Gli uomini di Crespi giocano con grande intensità e sono straripanti sia in attacco che in difesa. Dopo questa vittoria la Scaligera sale a quota 10 punti in classifica e sembra aver ritrovato se stessa. Per Mantova, invece, una bruttissima prova che costa una umiliante sconfitta al Pala Olimpia. Dopo quattro vittorie di fila, quindi, gli Stings cedono di fronte ai veronesi, che interrompono la marcia trionfale dei mantovani. La Dinamica resta con 14 punti in classifica e non allunga sugli avversari. Gli uomini di coach Martelossi dovranno dimenticare in fretta questa sconfitta e ripartire già dalla prossima gara.

rice veronaMVP, Rayvonte Rice: in una gara dove tutta la Tezenis gioca alla grande, è l’americano a distinguersi per intensità, sia in difesa che in attacco. Chiude con 23 punti, 5 rimbalzi e 2 assist. STRARIPANTE!

TABELLINI:

TEZENIS VERONA: Boscagin 17, Da Ros 4, Chikoko 8, Rice 23, Spanghero 9, Bernardi ne, Saccaggi 2, Ricci 3, Petronio ne, Cortese 18, Michelori 2; RIMBALZI: 37 (Chikoko, Da Ros 8); ASSIST: 17 (Saccaggi 6); TIRI DA 2: 17/27; TIRI DA 3: 11/27;  TIRI LIBERI: 19/24;

DINAMICA GENERALE MANTOVA: Di Bella 4, Simms 6, Hurtt 11, Moraschini 4, Ndoja 15, Alviti 2, Natali ne, Masenelli ne, Fumagalii 0, Gandini 7, Amici 0, Gergati 6; RIMBALZI: 26 (Hurtt 5); ASSIST: 8 (Simms 2); TIRI DA 2: 12/35; TIRI DA 3: 4/17; TIRI LIBERI: 19/23.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.