Esclusiva BU: parlano i protagonisti delle squadre della Serie A2; seconde 8 girone Est

Esclusive Serie A2 News

Basket Universo ha deciso di intervistare un giocatore o un allenatore per squadra di ognuna delle 32 compagini che prenderanno parte alla prossima Serie A2 per capire cosa ne pensano del prossimo campionato e quali sono le loro impressioni in vista della nuova stagione. Abbiamo diviso le compagini in 4 gruppi da 8 squadre, due gruppi per il girone Est e due gruppi per il girone Ovest.

Dopo le prime otto del girone Est, oggi chiudiamo la nostra serie di interviste con le seconde otto del girone: Ferrara, Ravenna, Roseto, Jesi, Forlì, Imola, RecanatiChieti.

Queste le tre domande che abbiamo posto a tutti gli intervistati:

1) Quali sono gli obiettivi stagionali per il prossimo campionato? Quali squadre secondo te sono le favorite per la promozione finale?

2) Come si è approcciata la squadra a questo precampionato in vista dell’inizio della stagione?

3)  Quale è la tua opinione sul gruppo appena composto? 

 

Queste, quindi, le risposte dei giocatori delle seconde otto squadre del girone Est:

Yankiel Moreno, giocatore della Bondi Pallacanestro Ferrara: 

moreno roseto1)Gli obiettivi stagionali li vedremo partita dopo partita, prima dobbiamo fare in modo di raggiungere la salvezza il prima possibile e poi ovviamente arrivare in classifica più in alto che possiamo, magari tra le prime otto. Sarà un campionato bellissimo ci sono tante squadre molto forti come la Fortitudo Bologna, la Virtus Bologna, Verona, Treviso e altre, ma non e detto che il campionato lo vincano per forza loro.”

2) “Abbiamo fatto un precampionato non come ci aspettava per qualche infortunio, ma ora non abbiamo scuse, mancano tre giorni all’inizio del campionato e quindi domenica andremo a Forlì con un solo obbiettivo: vincere”.

3) “Il nostro è un bel gruppo e stiamo molto bene insieme anche se siamo molti giocatori nuovi, possiamo fare grandi cose”.

 

Antimo Martino, allenatore dell’Orasì Basket Ravenna

1) “Per quanto ci riguarda vogliamo raggiungere la salvezza il prima possibile per poi toglierci delle soddisfazioni come l’anno scorso. Se saremo bravi potremo alzare l’asticella, ma questo passa in secondo piano considerando che abbiamo cambiato 7/10 del nostro roster per poter rimanere sulla stessa linea dei nostri obiettivi. Parlando delle favorite, le due bolognesi a livello di roster hanno qualcosa in più, ma anche Verona è stata ben allestita; lo stesso dicasi per Treviso, che ha mantenuto quasi intatto il suo organico e che ha dalla sua parte un fattore importante come il PalaVerde.”

2) “Siamo contenti di questo precampionato; all’inizio avevamo fatto molta fatica, partendo dal torneo di Cervia, poi siamo cresciuti soprattutto in difesa. Al di là delle vittorie, per questo gruppo l’importante è crescere, poiché siamo una squadra molto giovane, condividendo l’idea di dare sempre il massimo senza peccare di entusiasmo.”

3) “Le sensazioni su questo gruppo sono molto positive: nella costruzione di questa squadra, abbiamo puntato su giocatori che fossero prima di tutto brave persone e fa piacere che questa linea di condotta sia stata confermata, perché abbiamo trovato subito una grande sinergia all’interno del gruppo. Per quanto riguarda le dinamiche, il nostro obiettivo è crescere come squadra: a parte Marks, che sarà quasi sicuramente la nostra stella, gli altri sono buoni giocatori. La nostra forza, tuttavia, sarà nella forza e nel lavoro di gruppo che, pur essendo giovane, può maturare grazie anche a giocatori più esperti come Raschi e Chiumenti: in questo appunto confidiamo in un buon bilanciamento tra giovani ed esperti.”

 

Robert Fultz, capitano dei Roseto Sharks

fultz assigeco
Robert Fultz capitano di Roseto.

1) “Il nostro primo obiettivo è rimanere in categoria fino alla fine della stagione. Sarà dura quest’anno poiché abbiamo un girone difficile e un quasi totalmente nuovo; per raggiungere il nostro obiettivo dovremo dare battaglia in ogni singola partita. Tra le favorite, vedo molto bene le bolognesi, soprattutto la Fortitudo che si è rinforzata quest’estate con l’arrivo di giocatori importanti come Mancinelli e può vantare un palazzetto da 4500 abbonati.”

2) “E’ stato finora un buon precampionato: è vero, gli americani sono arrivati un po’ in ritardo, e la crescita dipende da un gruppo al completo, e inoltre sono alla loro prima esperienza in Italia e devono ambientarsi. Abbiamo svolto una buona preparazione finora e, a parte l’infortunio di Gloria, stiamo bene e ci stiamo amalgamando come squadra.”

3) “Ognuno di noi sarà importante nel corso della stagione: io dovrò apportare la mia esperienza come playmaker; Smith sarà il nostro primo terminale, è un folletto con tanti punti nelle mani ma che va inserito in un contesto di squadra; anche Mei per esempio può darci un cambio di ritmo… Insomma, siamo una squadra che deve tirare fuori il 100% e l’entusiasmo che ci dovrà accompagnare da qua fino alla fine della stagione.”

 

Andrea Benevelli, giocatore della Betulline Aurora Jesi

1) “Tra gli obiettivi ci sarà sicuramente quello di salvarsi il prima possibile. Non è il caso di porsi dei limiti, si vedrà partita dopo partita su come proseguirà il campionato. Per la promozione non si può fare un pronostico poiché sarà un campionato duro con tante squadre forti; penso alle due bolognesi, a Treviso, Verona, Mantova: è un girone tosto e difficile.”

2) “L’atteggiamento è sicuramente buono: siamo una squadra giovane che sta bene insieme, vedo molta voglia di passare la palla e giocare di squadra, anche gli americani si sono inseriti molto bene. Tuttavia c’è ancora tanto da lavorare, bisognare costruire la mentalità di questo gruppo.”

3) “Sicuramente i due americani avranno di più la palla in mano, ma l’intero gruppo in generale ha margini di crescita. Questi margini di crescita, se saranno sfruttati al meglio, possono darci quel salto di qualità che ci serve; c’è tanto da lavorare ma le prospettive sono buone. Non avendo troppa esperienza, dovremo migliorare nella sicurezza in campo e imparare a risolvere le partite non tanto a livello di singoli quanto a livello di squadra.”

 

Carlos Sebastian Vico, playmaker della Unieuro Pallacanestro Forlì

1) “L’obiettivo primario di questa stagione è la salvezza, poi arrivare tra le prime otto sarebbe grandioso considerando che siamo neo-promossi e abbiamo mantenuto tanti giocatori dalla serie B. Sicuramente non ci dobbiamo nascondere dal fatto di essere una buona squadra, ma sappiamo anche bene quanto sia tosto questo girone. Per la vittoria finale vedo favorita la Fortitudo, ma anche Treviso e Virtus Bologna hanno un’ottima squadra da alti piazzamenti.”

2) “Non eravamo messi bene in termini di salute, poichè abbiamo avuto problemi di infortuni, ma nonostante questo abbiamo portato avanti buoni risultati da una preparazione dura con ragazzi disponibili che si sono inseriti velocemente nei nostri meccanismi. Non riusciamo a fare di meglio solamente per le assenze, ci sono state davvero poche occasioni per lavorare tutti insieme; se ci siamo tutti possiamo giocare bene, avere buone rotazioni e crescere di squadra, ora dovremo recuperare sul campo.”

3) “Le conferme fanno sempre piacere, per quanto riguarda gli americani, Crockett è un super atleta e per Blackshear già il nome dice tutto della sua esperienza in serie A. E’ una squadra più giovane e bisogna sfruttare queste energie, soprattutto in difesa dove se riusciamo a gestirci bene, possiamo mettere in pratica il nostro punto forte ossia il contropiede. Sono contento dei compagni, perché si impegnano e tengono alla maglia e daremo il massimo per dare al pubblico una buona annata.”

 

Patricio Prato, capitano dell’Andrea Costa Imola Basket

prato imola
Patricio Prato con la maglia di Imola.

1) “Non si è parlato apertamente di un obiettivo. Non se n è fissato uno specifico. Il fatto è che vogliamo fare bene. Vogliamo divertirci e far divertire i nostri tifosi. Vogliamo vincere ogni partita, giocandocela contro tutti. Poi il campo ed il campionato ci diranno di cosa siamo capaci. È difficile parlare di una squadra favorita alla promozione per via che c’è un unica promozione per 32 squadre. Chi arriverà più in forma nel periodo dei playoff sarà avvantaggiato. Del nostro girone vedo ottime squadre. Con le 2 di Bologna, Verona, Mantova, Treviso un gradino sopra le altre, almeno in partenza.”

2) “L’approccio è stato molto buono, da parte dei nuovi, come da parte di chi, è già qua da un po di tempo. Si è creato un ambiente di molta disponibilità da parte di di tutti, per adattarsi ad un sistema diverso di gioco. Sappiamo che il livello del campionato è più alto rispetto allo scorso anno. E dovremmo fare un gran lavoro.”

3) “Il primo passo è proprio quello: formare un bel gruppo, che spesso fa la differenza, e credo siamo sulla buona strada. È chiaro che avendo cambiato assetto dobbiamo fare dei cambiamenti anche a livello tattico. E tutti stiamo ci stiamo mettendo a disposizione della squadra, del sistema.”

 

Federico Loschi, ala dell’Ambalt USB Recanati

loschi scafati
Federico Loschi riparte da Recanati.

1) “Personalmente, la scelta di venire qui a giocare a Recanati, è stata verso l’allenatore. A Scafati sono stato bene, avevamo una squadra forte con degli alti obiettivi, ma soprattutto era una formazione costruita per vincere. Da quell’esperienza ho cercato di prendere il più possibile e avere una esperienza tranquilla qui; Recanati viene da un’annata difficile e quest’anno ha costruito una squadra giovane e profonda: non sono stati ingaggiati giocatori di prima fascia, ma bravi atleti e ragazzi giovani. Abbiamo anche americani alla loro prima esperienza ma hanno la testa giusta. L’obiettivo, più a lungo è riportare Recanati ai playoff. Da quel che ho visto in SuperCoppa, la Fortitudo Bologna è una squadra difensivamente forte e anche Scafati è rimasta importante; sarà un campionato difficile da pronosticare, le squadre forti sono tante, soprattutto nel girone Est: le bolognesi hanno qualcosa in più per compattezza, poi ci sono anche Treviso, Verona e Mantova. A Ovest Scafati è rimasta importanti ma anche Ferentino ha messo in piedi una bella squadra.”

2) “Sicuramente devastante con Calvani: è un bravissimo allenatore che punta tanto sulla testa dei giocatori. A livello di squadra, abbiamo avuto pazienza nel conoscerci, ma soprattutto abbiamo lavorato tanto sulla tattica anche con i due rookie americani che vengono dal college e quindi sono più abituati a correre e anche a prendere tanti tiri. E’ stato un precampionato difficile da giudicare, ma ora siamo con la testa alla prima con Imola, adesso si comincia a fare sul serio.”

3) “Conoscevo Spizzichini e Sorrentino e sono giocatori di talento che danno tutto in campo; poi a livello di singoli abbiamo un bel gruppo con Reynolds che è un ottima ala, gli under Marini e Bolpin che mi hanno positivamente impressionato… Insomma, è una squadra costruita secondo me sull’idea di Calvani. Adesso vedremo come andrà durante la stagione.”

 

Mattia Venucci, playmaker della Proger Pallacanestro Furie Chieti

1) “Non sono uno che si pone obiettivi personali, voglio lavorare e crescere, i miei obiettivi vanno di pari passo con gli obiettivi del coach e della squadra. Quindi il primo obiettivo è raggiungere la salvezza nel modo più tranquillo possibile. Per far questo dobbiamo affrontare ogni partita con la giusta cattiveria agonistica, il giusto approccio mentale che non potrà avere cali nell’arco dei 40 min. Già domenica giochiamo a mio parere contro LA favorita (Fortitudo Bologna, ndr) poi le altre favorite credo siano: Treviso, Bologna, Piacenza, Verona.”

2) “L’approccio della squadra è stato quello di una squadra che vuol dire la sua in questo girone ostico. Quindi: Difesa, corsa, e transizione. Se troviamo continuità nell’arco della partita ma anche in generale del campionato, possiamo dire la nostra.”

3) Beh! Mi sento fortunato. Ad oggi non rimpiango assolutamente la mia scelta di inizio stagione, credo Chieti sia una piazza che merita. Mi ha messo subito a mio agio sia lo staff tecnico che la società. Il gruppo è coeso. È bello farne parte perché siamo una squadra prima fuori e poi dentro al campo!”

 

La redazione di BasketUniverso ringrazia tutti i giocatori che hanno partecipato all’intervista e gli addetti stampa della squadre per la disponibilità. Auguriamo agli intervistati e alle loro squadre i migliori auguri per il futuro e un in bocca al lupo per il proseguimento della stagione.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.