A2 Est: Imola sconfigge una arcigna Trieste, Treviglio e Jesi tornano alla vittoria

Serie A2 Recap

Dopo gli anticipi del sabato sera si conclude oggi, alle ore 18.00, la diciottesima giornata di Serie A2 Est. In questo articolo analizziamo tre gare: quella tra l’Andrea Costa Imola che sfida l’Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste, quella tra la Remer Treviglio contro la Orasì Ravenna e quella tra l’Aurora Jesi contro il Basket Recanati.

ANDREA COSTA IMOLA – ALMA-AGENZIA PER IL LAVORO TRIESTE 81 – 77

(20-16; 23-20; 19-18; 19-23)

Al Pala Ruggi Imola sfida Trieste, in una gara dal risultato incerto. La squadra di casa nonostante il terzo posto in classifica con 24 punti e il roster al completo dovrà vedersela contro un arcigna Trieste. Gli ospiti, infatti, che hanno 16 punti in classifica, hanno dimostrato di poter battere chiunque, come nell’ultima partita giocata contro Mantova e all’andata stravinsero contro Imola. Infine tra le fila dei giuliani si attende il debutto del nuovo acquisto Roberto Nelson.

Coach Ticchi parte con Washington, Maggioli, Anderson, Hassan e Sabatini; mentre coach Dalmasson risponde con Parks, Bossi, Pecile, Baldasso e Landi. I primi punti del match li segna Imola con Hassan, ma Parks accorcia subito per Trieste. Poi è l’Andrea Costa ad allungare piazzando un parziale di 5-0 con Anderson sugli scudi, mentre Trieste fatica a costruire gioco. Poi i giuliani trovano un contro-parziale di 6-0, sotto la guida di Pecile, che porta il risultato sull’8-8. Ma i padroni di casa reagiscono subito e si portano a +8 guidati ancora da Anderson. L’Alma poi recupera nel finale del periodo e chiude il quarto a -4. Nel secondo parziale Pecile suona subito la carica per Trieste e porta i suoi a -1. Imola, però, guidata da Washington non vuole saperne di mollare e con un 8-0 di parziale allunga nuovamente il vantaggio. Gli ospiti faticano a trovare punti a causa dell’arcigna difesa dei padroni di casa. Così Maggioli ne approfitta e porta l’Andrea Costa a +10. L’Alma allora reagisce e riesce ad accorciare fino al -5 dopo i due punti di Pipitone. Gli imolesi però non cedono, anzi allungano nuovamente e con Amoni trova il +9. Il primo tempo si chiude con i triestini a segno da due con Parks. Punteggio sul 43-36.

Al rientro in campo Trieste accorcia subito a -4 con Parks, ma Imola resta comunque in vantaggio grazie a Maggioli. L’Alma non molla e si riporta sotto dopo i due punti di Nelson e arriva fino al -2, ma l’Andrea Costa riprende in mano la gara e vola a +7 grazie ad Hassan. Trieste rosicchia due punti ma Ravenna resta sempre sopra e poi ancora con la tripla di Hassan vola a +8. Parks riporta i suoi a -5, ma Jesi a suon di triple si riporta a +10. Trieste comincia il quarto periodo sotto di otto, ma Imola torna subito a +10 con De Nicolao. Ancora De Nicolao porta i suoi a +12 e l’Andrea Costa vola. L’Alma però con un parziale di 6-0 si riporta sotto e riapre la gara. I padroni di casa però tengono e allungano poi a +11. Gli ospiti però non mollano e restano in gara e a un minuto dal termine ritornano a -5 con la tripla di Nelson. La partita si decide allora nell’ultimo minuto ma i troppi errori arbitrali rovinano il finale di gara. Baldasso trova anche il -3 per l’Alma, ma Sabatini chiude i conti nel finale segnando dalla lunetta. Nulla da fare per Trieste, Imola vince 81-77. 

Altra vittoria per l’Andrea Costa che continua nella sua marcia e con questa vittoria raggiunge Treviso a quota 26 punti. Trieste, invece, nonostante tanta grinta e cuore deve ancora soccombere in trasferta e rimane nel centro classifica.

washington imolaMVP, Leonard Washington: l’americano salva Imola in questa partita e consente ai suoi di battere Trieste. Ottima prova in attacco e in difesa dell’americano che chiude con 16 punti, 6 rimbalzi e 3 assist. TRASCINATORE!

TABELLINI:

ANDREA COSTA IMOLA: Washington 16, Maggioli 8, Anderson 11, Hassan 11, Sabatini 5, Folli ne, Cai ne, Sgorbati ne, Amoni 8, De Nicolao 8, Prato 9, Preti 5; RIMBALZI: 36 (Maggioli 8); ASSIST: 14 (Washington, Amoni 3); TIRI DA 2: 21/37; TIRI DA 3: 8/23; TIRI LIBERI: 15/22;

ALMA – AGENZIA PER IL LAVORO TRIESTE: Parks 23, Bossi 5, Coronica 5, Pecile 5, Baldasso 13, Landi 21, Prandin 5, Pipitone 2, Canavesi 2, Nelson 9; RIMBALZI: 35 (Parks 11); ASSIST: 11 (Pecile 4); TIRI DA 2: 20/37; TIRI DA 3: 8/26; TIRI LIBERI: 13/18;

REMER TREVIGLIO – ORASI’ RAVENNA 76 – 74

(19-13; 10-28; 21-9; 26-24)

Altra partita molto interessante sarà quella tra Treviglio e Ravenna che si giocherà al Pala Facchetti. La Remer arriva da una sconfitta nel turno precedente, subita contro Chieti, e oggi vorrà sicuramente rifarsi davanti al proprio pubblico per continuare a stupire. Mentre la Orasì, che si trova a 20 punti in classifica, arriva da tre sconfitte consecutive, ma sta disputando comunque fin qui un ottimo campionato. Per i padroni di casa sarà indisponibile Andrea Ferri, mentre Lorenzo Molinaro farà il suo esordio per gli ospiti. 

Coach Vertemati comincia con Kyzlink, Sorokas, Marino, Tambone e Rossi. Coach Martino, invece, schiera Smith, Deloach, Malaventura, Rivali e Masciadri. Ravenna parte subito fortissimo, mentre Treviglio sembra non essere scesa in campo. Infatti la Orasì guidata da Smith piazza subito un parziale di 8-0. Kyzlink non ci sta e dopo aver segnato i primi punti per Treviglio, porta anche al pareggio i suoi con l’aiuto di Chillo. Poi la Remer con un 7-0 di parziale si porta anche in vantaggio e chiude il periodo in vantaggio. Ravenna allora reagisce con orgoglio e nel secondo periodo trova il pareggio in due minuti, grazie alla guida di Masciadri. La partita resta per un po’ in parità, ma poi la Orasì cerca e trova l’allungo con un parziale di 12-0. Per la Remer è di nuovo black-out. Il primo tempo si chiude sul 29-41

Nel terzo periodo Sorokas piazza subito il -8 per Treviglio, ma Rivali rimette a +10 Ravenna, che resta in vantaggio. Poi però ancora Sorokas guida la Remer ad un parziale di 9-0 che rimette in partita la sua squadra. Rivali prova a reagire per l’Orasì, ma gli ospiti non mollano e con Chillo trovano anche il pareggio. Così il quarto si chiude in parità. Nell’ultimo periodo Ravenna trova subito un parziale di 5-0 è torna in vantaggio, ma Treviglio risponde segnando quattro punti di fila e torna a -1. Poi Marino trova anche il vantaggio con e la Remer vola anche a +4, nonostante il nuovo vantaggio dell’Orasì. Deloach però non molla e riporta in parità Ravenna. Rivali trova anche il +3 per gli ospiti, ma Tambone nei minuti finali trascina i padroni di casa alla vittoria con quattro punti di fila. Finisce 76-74

Treviglio riscatta la sconfitta di Chieti e batte, pur soffrendo, un ostico avversario tornado alla vittoria. Ravenna, invece, perde ancora e vede avvicinarsi proprio Treviglio che con questa vittoria arriva a quota 18 punti.

tambone treviglioMVP, Matteo Tambone: è lui a regalare la vittoria nel finale alla Remer segnando proprio nel momento più importante della partita. Chiude la sua gara con 17 punti, conditi da 5 rimbalzi e 3 assist. DECISIVO!

TABELLINI: 

REMER TREVIGLIO: Kyzlink 12, Sorokas 13, Marino 15, Rossi 2, Turel 2, Savoldelli 0, Chillo 15, Spatti 0, Dessì ne, Mezzanotte ne, Tambone 17; RIMBALZI: 45 (Kyzlink, Chillo 9); ASSIST: 12 (Sorokas, Tambone e Marino 3); TIRI DA 2: 18/41; TIRI DA 3: 9/27; TIRI LIBERI: 13/17;

ORASI’ RAVENNA: Smith 16, Deloach 18, Malaventura 12, Casini 0, Masciadri 10, Molinaro 3, Rivali 9, Raschi 3, Manetti 4, Smorto ne, Seck ne, Salari ne; RIMBALZI: 27 (Masciadri 8); ASSIST: 9 (Deloach 6); TIRI DA 2: 20/40 ; TIRI DA 3: 6/15; TIRI LIBERI: 16/20;

 

AURORA BAKET JESI – BASKET RECANATI 86 – 83

(28-25; 21-23; 21-21; 16-14)

All’ Ubi Bpa Sport Center, invece, si affrontano Jesi e Recanati in una gara da dentro o fuori. L’Aurora, infatti, è al terzultimo posto in classifica con 10 punti e non vince da ben due giornate. I padroni di casa, che hanno disputato fin qui un campionato altalenante, cercheranno quindi di vincere oggi a casa propria. Mentre Recanati è penultima in graduatoria con 8 punti, nonostante un buon avvio di campionato. Gli ospiti non vincono da ben cinque partite e oggi dovranno dimostrare di essere ancora vivi contro una diretta concorrente per la salvezza. Roster al completo per entrambe le squadre.

Coach Lasi parte con Greene, Hunter, Paci, Santiangeli e Gueye; mentre coach Sacco comincia con Pierini, Lauwers, Traini, Lawson e Sollazzo. Recanati va subito in vantaggio con Lawson, ma Santiangeli pareggia subito per Jesi. Gli ospiti ripassano avanti, ma i padroni di casa non mollano e rispondono colpo su colpo. Poi l’Aurora trova l’allungo guidata da Gueye e vola a +4, ma Sollazzo rimette subito Recanati in parità. La gara continua con un batti e ribatti tra le due squadre, fino a quando Jesi piazza un parziale di 7-0 che le permette di allungare. Lawson e compagni però non mollano e piazzano un contro-parziale di 6-0 che li riporta sotto. Jesi chiude comunque a +3 il primo quarto grazie a Santiangeli. Recanati parte bene nel secondo periodo ma Greene reagisce subito e porta a +5 i suoi. Sollazzo e Pierini però non ci stanno e rimettono la gara in parità. Poi ancora Recanati in avanti che con un 6-0 di parziale passa a condurre la gara. Jesi soffre, prova a rientrare, ma subisce il +9 avversario. Allora arriva la reazione dei padroni di casa che guidati da Greene trovano il pareggio e il sorpasso. Così il primo tempo si chiude sul 49-48.

Al rientro in campo l’Aurora parte subito alla grande e con le triple di Gueye e Santiangeli piazza un parziale di 8-0. Recanati, invece, subisce ma cerca comunque di restare in partita. Traini, infatti, tiene a galla i suoi e li trascina fino al -5. Hunter prova a far scappare Jesi, ma ancora Traini mette a -4 i suoi. L’Aurora cerca di allungare, ma Recanati resiste e chiude a -1 il terzo periodo. Nell’ultimo quarto Lawson porta subito in vantaggio la squadra ospite, che arriva anche al +5. Jesi allora prova a rientrare ma Recanati non cede e resta in vantaggio. Solo a due minuti dal termine l’Aurora riesca a portarsi in vantaggio, grazie ad un parziale di 8-0. Sembra finita ma Recanati ha ancora la forza per reagire e ritrova il pareggio nel finale. Solo una tripla di Greene proprio sulla sirena regala la vittoria ai padroni di casa. Jesi in delirio, Recanati è sconfitta. Finisce 86-83.

Jesi trova una vittoria importantissima, proprio allo scadere, contro una diretta avversaria e arriva a quota 12 punti in classifica. Recanati, invece, perde ancora e sono sei di fila. Buio pesto per la squadra marchigiana.

Greene_Drive_USC_RotatorMVP, Josh Greene: l’americano gioca una grande gara e proprio nel finale trova la tripla decisiva. Suoi i punti e gli assist decisivi per la vittoria dell’Aurora. Chiude con 25 punti, 4 rimbalzi e 8 assist. MIRACOLOSO!

TABELLINI:

AURORA BASKET JESI: Greene 25, Hunter 11, Paci 6, Santiangeli 13, Picarelli 0, Gueye 18, Battisti 6, Scali ne, Lucarelli ne, Maganza 0, Janelidze 7, Ciampaglia ne; RIMBALZI: 39 (Hunter 9); ASSIST: 17 (Greene 8); TIRI DA 2: 20/42; TIRI DA 3: 11/28; TIRI LIBERI: 13/15;

BASKET RECANATI: Pierini 19, Traini 11, Bonessio 0, Lawson 22, Sollazzo 21, Braida ne, Forte ne, Raponi ne, Lauwers 0, Nwokoye ne, Procacci 5, Amorese ne, Maspero 5 ; RIMBALZI: 28 (Lawson 17 ASSIST: 18 (Sollazzo 7) ; TIRI DA 2: 22/35; TIRI DA 3: 8/29; TIRI LIBERI: 15/18;

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.