A2 Est: Verona affossa Brescia nel secondo tempo, Ferrara vince e convince a Jesi

Serie A2 Recap

Si conclude oggi la 22° giornata di Serie A2 girone Est con gli incontri delle 20.30: quello del Pala Olimpia tra la Scaligera Verona e la Leonessa Brescia e quello dell’Ubi BPA Sport Center tra l’Aurora Jesi e la Pallacanestro Ferrara.

TEZENIS VERONA – CENTRALE DEL LATTE-AMICA NATURA BRESCIA 73 – 49

(14-13; 15-18; 23-4; 21-14)

cortese saccaggi verona

Il match di cartello di questa giornata è sicuramente la sfida tra la Scaligera e la Leonessa, che si affrontano al Pala Olimpia. Verona dopo lo stop di domenica contro Ferrara vuole tornare a vincere per risalire la classifica, che la vede settima con 24 punti. Brescia, invece, è a quota 30 punti e dopo due stop consecutivi vuole rialzarsi subito per non far scappare Mantova e Treviso. Seppur separate da sei punti in classifica entrambe le compagini puntano alla promozione è il match sarà indubbiamente combattutissimo. Per questa sfida i veronesi recuperano il capitano Boscagin, ma dovranno fare ancora a meno di Spanghero, mentre i bresciani si presentano con il roster al completo.

Coach Crespi parte con Rice, Saccaggi, Cortese, Michelori e Da Ros: Coach Diana, invece, risponde con Passera, Cittadini, Alibegovic, Holmese e Hollis. Verona parte subito alla grande con un parziale di 4-0 firmato Saccaggi-Rice. Brescia reagisce con due punti di Holmes, ma subisce due triple consecutive ancora di Saccaggi. Così la Scaligera vola a +8. La Leonessa allora ruggisce e in men che non si dica recupera lo svantaggio, trovando il -1 con Holmes. La Tezenis però non ci sta e allunga nuovamente fino al +5, ma La Centrale del Latte ritorna nuovamente sotto di uno. Nei minuti finali poi entrambe le squadre non sono precise e la partita non si sblocca, così Verona resta sempre a +1. Nel secondo periodo Brescia pareggia subito con Bruttini, ma Verona scappa di nuovo a +4 con Cortese e poi a +6. Poi la Leonessa si riporta di nuovo a -1 per ben due volte, mentre la Scaligera non riesce a limitare i danni nonostante la buona prova in attacco. Arriva poi anche la tripla di Bushati ad un minuto dal termine del quarto, ma Da Ros impatta subito il pareggio dalla lunetta. Ancora Bushati però riporta a +2 la Centrale del Latte, così il primo tempo si chiude sul 29-31.

Al rientro in campo la tripla di Saccaggi porta subito in vantaggio Verona, che poi vola anche a +7 grazie ad uno strepitoso 9-0 di parziale con Da Ros protagonista. Brescia è stordita e solo Bruttini riesce a combinare qualcosa. Verona resta comunque in vantaggio di sette e poi colpisce ancora con Chikoko per il +11. La Leonessa subisce quindi un 15-0 di parziale che spacca la partita e la Scaligera vola a +18. Gli ospiti segnano solo un punto nel finale del periodo e chiudono il terzo quarto sotto di diciassette. La gara sembra ormai in cassaforte. Hollis prova subito a rimettere in partita Brescia, ma Verona colpisce ancora con Ricci e torna a +18. La Tezenis non si ferma più e trova anche il +23, mentre la Centrale del Latte affonda senza riuscire a riemergere. Con la forza della disperazione Brescia cerca di rientrare con Passera ma non è giornata, cosi Verona tocca anche quota +24. La gara a quattro minuti dalla fine è ormai compromessa per i bresciani che devono arrendersi sotto i colpi dei veronesi. Finisce 73-49.

saccaggi crespi veronaVerona affossa Brescia con uno scarto di 24 punti e dà un avvertimento a tutte le altre pretendenti alla promozione. La Scaligera sale al sesto posto in classifica a quota 26 punti. Ora la Leonessa ha solo quattro lunghezze di margine su Verona. Bruttissima prova degli uomini di coach Diana che nel secondo tempo non scendono in campo e subiscono una pesante sconfitta.

MVP, Lorenzo Saccaggi: prova meravigliosa del playmaker massese che con i suoi 24 punti demolisce Brescia. Prova di grande personalità per lui, che cattura anche 7 rimbalzi e serve 2 assist. MAGNIFICO!

TABELLINI:

TEZENIS VERONA: Saccaggi 24, Cortese 10, Michelori 2, Da Ros 9, Rice 15, Bernardi 0, Ricci 7, Petronio 0, Boscagin 0, Chikoko 6; RIMBALZI: 42 (Saccaggi 7); ASSIST: 10 (Cortese, Da Ros 3); TIRI DA 2: 21/39; TIRI DA 3: 8/29; TIRI LIBERI: 7/11;

CENTRALE DEL LATTE-AMICA NATURA BRESCIA: Passera 2, Cittadini 7, Alibegovic 4, Holmes 11, Hollis 11, Fernandez ne, Bruttini 6, Bolis ne, Speronello ne, Dell’Aira ne, Totè 0, Bushati 8; RIMBALZI: 30 (Cittadini 10); ASSIST: 7 (Passera 4); TIRI DA 2: 15/33; TIRI DA 3: 2/16; TIRI LIBERI: 13/18;

BETULINE JESI – BONDI FERRARA 63 – 74

(14-21; 24-17; 15-19; 10-17)

ferraraQuello tra l’Aurora e la Pallacanestro Ferrara sarà senza ombra di dubbio un match molto teso, visto che entrambe le squadre non sono in una posizione di classifica ottimale. Jesi, infatti, che non vince da due partite di seguito, è terzultima in graduatoria con 14 punti. I marchigiani se non si riprendono rischiano seriamente di finire ai play-out. Ferrara, invece, partita con ben altre ambizioni, si ritrova all’undicesimo posto con 20 punti. Dopo due vittorie consecutive la zona retrocessione pare sì lontana ma bisogna comunque fare attenzione. Inoltre la terza vittoria di fila riavvicinerebbe la Bondi alla zona play-off. Roster al completo per entrambe le squadre.

Coach Lasi comincia con Santiangeli, Gueye, Greene, Janelidze e Paci; mentre coach Morea risponde con Rush, Bucci, Losi, Henderson e Brkic. Primi punti del match targati Ferrara con Rush, ma Jesi risponde subito con Paci per il pareggio. L’Aurora non si ferma e con un parziale di 5-0 allunga le distanze. Henderson allora prova a tenere in partita la Bondi, ma Paci e compagni non mollano e restano in vantaggio. Ferrara però trova la forza per reagire e dopo il canestro di Rush arriva fino al -1. Janelidze prova a tenere avanti Jesi, ma gli ospiti sono agguerriti e con il duo Soloperto-Brkic piazzano un parziale di 12-0 che vale il +9. solo nel finale del quarto Hunter accorcia a -7 per l’Aurora. Hunter nel secondo quarto mette anche il -5, ma Rush riporta Ferrara a +7. La Betuline prova nuovamente a rientrare in partita, ma la Bondi resiste. Poi però i padroni di casa mettono a segno un parziale di 7-0 che porta la partita in parità. La tripla di Losi riporta gli ospiti in vantaggio, ma Santiangeli risponde subito da tre per il pareggio. Così la partita resta per qualche minuto in equilibrio, ma poi Ferrara trova il +6 e torna a comandare. Le triple dei Jesi però riequilibrano di nuovo la sfida. Nel finale di tempo Losi prova ad allungare per Ferrara, ma Santiangeli impatta ancora per Jesi. Così il primo tempo si chiude sul 38-38.

Nel terzo quarto Ferrara parte subito alla grande, così GuarinoBrkic trovano subito il +5. La Bondi non si ferma e trova anche il +7 con Henderson, mentre la Betuline non sembra essere scesa in campo. Ancora la strana coppia Guarino-Brkic trascina a +12 gli ospiti che ora dominano la partita. Jesi però non molla e riesce a tornare subito sotto fino al -6 con GreeneHunter. Il parziale dell’Aurora (9-0) non si ferma e i padroni di casa approfittano del black out di Ferrara per rifarsi ancora sotto. Bucci però non ci sta e la Bondi ritrova la concentrazione e ritorna a +6. Jesi però reagisce ancora e trova il -4, che chiude il periodo. Nell’ultimo quarto Greene segna subito il -2, ma poi Ferrara non subisce altri punti e si porta fino al +6. La Betuline cerca ancora di restare in partita, ma la tripla di Losi seguita dalla schiacciata di Brkic mettono la Bondi a +9. Maganza ci prova in tutti i modi a riportare sotto l’Aurora, ma gli avversari concedono poco o nulla. Così nel finale di gara Ferrra allunga a +11 e vince la partita. Finisce 63-74.

Ferrara vince e convince contro un ottima Jesi e si porta così a quota 22 punti in classifica, ad un passo dalla zona play-off. La zona retrocessione è ormai lontana per la Bondi, mentre per la Betuline la situazione si fa ancora più complicata. Jesi perde ancora e rimane al terzultimo posto.

rush ferraraMVP, Erik Rush: magia dopo magia l’ala americana riesce a trascinare Ferrara alla terza vittoria di fila. Una prova di grande spessore quella del prodotto dei Montana State Bobcats che chiude con 20 punti, 10 rimbalzi e 3 assist. FENOMENO VERO!

TABELLINI: 

BETULINE JESI: Santiangeli 13, Gueye 3, Greene 11, Janelidze 6, Paci 5, Hunter 9, Battisti ne, Scali 0, Lucarelli 0, Maganza 11, Schiavoni ne, Picarelli 5. RIMBALZI: 30 (Janelidze 6); ASSIST: 15 (Greene 7); TIRI DA 2: 16/34;TIRI DA 3: 7/30; TIRI LIBERI: 10/15;

BONDI FERRARA: Rush 20, Bucci 9, Losi 13, Henderson 8, Brkic 15, Guarino 7, Brighi 0, Salafia ne, Cacace 0, Soloperto 2; RIMBALZI: 44 (Brkic 14); ASSIST: 17 (Losi 6); TIRI DA 2: 18/38; TIRI DA 3: 10/29; TIRI LIBERI: 8/10.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.