A2 Est: Roseto stende Verona, Brescia vince a Matera, Treviso e Ferrara espugnano Recanati e Legnano

Serie A2 Recap

MEC-ENERGY ROSETO – TEZENIS VERONA 91 – 74 

(22-18; 24-16; 21-19; 24-21)

Al Pala Maggetti di Roseto coach Trullo comincia con Allen, Ferraro, Bryan, Moreno e Waver; mentre coach Crespi parte con Ricci, Boscagin, Cortese, Chikoko e Spanghero. Roseto comincia subito alla grande e con Allen e Bryan vola a +5. Boscagin cerca di tenere in partita Verona, ma la tripla di Ferraro mette a +8 la Mec-Energy, che sembra avere la gara in pugno. Chikoko e Cortese, però, accorciano a -5 le distanze per la Tezenis. Nonostante tutto i padroni di casa allungano nuovamente trascinati dal solito Allen. Nel finale gli ospiti riescono comunque ad accorciare le distanze e chiudono a -4 dopo la tripla di Ricci. Saccaggi nel secondo periodo trascina Verona al -2 e poi Spanghero trova anche il -1, dopo i due punti di Allen che rimettono sopra Roseto. La Tezenis, però, non trova il sorpasso e Allen ne approfitta per portare a +5 la Mec-Energy. Gli ospiti allora reagiscono ancora e rimontano fino al -2 con capitan Boscagin. Verona, però, non trova ancora il pareggio e Roseto risale la china, presa per mano da Marulli e Marini, e trova il +11. La Scaligera tenta ancora di recuperare, ma Allen mette la tripla del +12 per Roseto. Così il primo tempo si chiude con gli Sharks in vantaggio per 46-34

All’inizio del terzo quarto Chikoko e Boscagin cercano subito di accorciare le distanze per Verona, che arriva a -8. Roseto, però, non vuole perdere le gara e con un parziale di 6-0 ritorna in pieno controllo. +14 per la Mec-Energy dopo i due punti di Weaver. La Tezenis cerca di reagire ma subisce anche il +18 dei padroni di casa. Nei tre minuti restanti gli ospiti arrivano anche a rimontare fino al -13, ma non vanno oltre. Allen, infatti, tiene sempre in vantaggio i suoi. Così nell’ultimo quarto Verona prova ancora a rientrare in partita, ma è troppo tardi. Roseto dilaga ancora con Allen e anche con Borra fino al +25 e spegne le speranze di rimonta venete. La Scaligera rende meno amara la sconfitta arrivando fino al -17 ma il risultato non cambia. Finisce 91-74. 

allen rosetoMVP, Bryon Allen: l’americano è un mostro anche questa sera e trascina Roseto ad una vittoria importantissima contro Verona. Chiude con 30 punti e 5 assist. TROPPA ROBA!

TABELLINI:

MEC-ENERGY ROSETO: Allen 30, Ferraro 11, Bryan 5, Moreno 4, Weaver 17, Borra 6, Marini 12, Papa ne, Mariani ne, Trevisan ne, Marulli 6, Stama ne; RIMBALZI: 36 (Weaver, Bryan 6); ASSIST: 19 (Allen, Marulli 5); TIRI DA 2: 24/38; TIRI DA 3: 10/22; TIRI LIBERI: 13/16;

TEZENIS VERONA: Saccaggi 9, Boscagin 18, Da Ros 0, Chikoko 10, Bernardi ne, Ricci 7, Petronio 0, Cortese 17, Michelori 4, Spanghero 9, Ba ne, Rice ne; RIMBALZI: 33 (Chikoko 6); ASSIST: 9 (Boscagin 7); TIRI DA 2: 12/30; TIRI DA 3: 10/30; TIRI LIBERI: 20/36;

 

BAWER MATERA-CENTRALE DEL LATTE BRESCIA 85-96 (A cura di Federico Giabotti)

(17-26; 30-16; 16-27; 22-27) 

Al PalaSassi va di scena lo scontro tra la prima e l’ultima della classe con due obiettivi e stati d’animo totalmente all’opposto; parte subito forte la Leonessa sulle ali di un Holmes subito caldo che infila tre triple per il 2-11 iniziale; dal timeout di Gresta, Corral inizia a guidare la rimonta dei suoi fino al sorpasso, ma Passera e Hollis riprendono a macinare gioco per i lombardi e Matera torna sotto fino al 17-26 di fine primo quarto. Il secondo quarto si apre nel segno di Chase e Okoye che tornano a riagganciare gli avversari: Brescia prova a riprendere le redini della gara, ma l’importante apporto degli italiani garantisce ai lucani uno splendido secondo periodo e il vantaggio che vale il 47-42 di metà gara. Al rientro in campo, è di nuovo il quintetto di coach Diana a riprendere la testa: dopo aver operato l’aggancio grazie a Holmes, Hollis infila 5 punti di fila per il sorpasso e nonostante i tentativi di un ottimo Zaharie, i lombardi chiudono al comando prima dell’ultima frazione sul 63-69. L’ultimo periodo però non vede il nuovo rientro della Bawer: Hollis, Cittadini e Alibegovic guidano il nuovo break bresciano che vale il +14, da cui i padroni di casa non riescono più a riprendersi. Gli americani le provano tutte, ma la solidità mentale dei bresciani garantisce la vittoria per 85-96.

hollis bresciaMVP, Damian Hollis: costante spina nel fianco è sempre lui a risollevare la Leonessa e a guidarla verso la vittoria. Chiude con 30 punti e 6 rimbalzi

BAWER MATERA: Chase 25, Mastrangelo 11, Corral 13, Okoye 16, Cantagalli 6, Rugolo 4, Bertocco, Dagostino ne, Santarsia ne, Zaharie 10; RIMBALZI: 23 (Corral 8); ASSIST: 9 (Chase, Cantagalli 4); TIRI DA 2: 26/47; TIRI DA 3: 6/16; TIRI LIBERI: 15/19;

CENTRALE DEL LATTE BRESCIA: Passera 10, Fernandez 2, Cittadini 13, Alibegovic 11, Assoni ne, Speronello ne, Holmes 28, Totè, Bushati 2, Hollis 30; RIMBALZI: 29 (Holmes 8); ASSIST: 14 (Alibegovic 6); T2: 24/36; T3: 13/21; TL: 9/11.

 

 

BASKET RECANATI-DE LONGHI TREVISO 74-88  (A cura di Federico Giabotti)

(16-19; 17-26; 16-16; 25-27) 

Importante sfida per il ritorno di Sacco sulla panchina che ha guidato la scorsa annata ai playoff, che si trova subito di fronte la terza forza del campionato; partenza a rilento per entrambe le formazioni, che dopo una prima parte da perfetto equilibrio sul 7 pari, iniziano a scaldare le mani. Traini e Fantinelli giocano un ruolo da protagonisti, nel finale di periodo, ma è la tripla di Rinaldi a chiudere la prima frazione sul 16-19. Nel secondo quarto, un break di 6-0 porta i trevigiani sul +9, ma se da un lato i marchegiani iniziano a mancare di precisione dall’arco per riavvicianrsi, gli ospiti non finalizzano vicino al ferro per dilagare. Lauwers, Lawson e Sollazzo le provano tutte per riportare a un possesso i padroni di casa, ma Powell inizia ad alzare il numero di giri all’attacco veneto portando il vantaggio oltre la doppia cifra e chiudendo a metà gara sul 33-45. Al rientro in campo, è puro equilibrio tra le due formazioni: ogni canestro dei padroni di casa trova la pronta risposta degli uomini di Pillastrini che amministrano bene il vantaggio per tutta la durata della frazione rendendo vani i tentativi dei pilastri di coach Sacco e prima dell’ultimo periodo siamo sul 49-61. Nell’ultimo periodo ci si aspetterebbe una reazione di marca marchegiana, ma Lawson da solo non basta: Abbott e soprattutto Fantinelli mettono la freccia a Treviso che tiene il vantaggio di oltre 15 punti dall’inizio fino alla fine della partita, che si chiude sul 74-88 in favore di una Treviso molto solida contro una Recanati troppo affidatasi sul quintetto e appena sotto una nuova gestione per poter rimacinare punti.

fantinelli trevisoMVP, Matteo Fantinelli: il playmaker faentino è ancora una volta il leader di questa squadra con una sontuosa prova da 24 punti, 8 rimbalzi e 7 assist.

BASKET RECANATI: Perini 15, Traini 11, Bonessio, Lawson 26, Sollazzo 14, Braida, Procacci 2, Forte, Lauwers 6, Nwokoye ne, Amorese ne, Maspero; RIMBALZI: 32 (Lawson 15) ; ASSIST: 18 (Sollazzo 8) ; TIRI DA 2: 18/38; TIRI DA 3: 9/27; TIRI LIBERI: 11/16;

DE’ LONGHI TREVISO: Fantinelli 24, Powell 13, Negri 4, Ancellotti 12, Abbott 18, De Zardo ne, Busetto ne, Malbasa 3, Rinaldi 12, Moretti 2, Fabi ne; RIMBALZI: 40 (Ancellotti 9); ASSIST: 26 (Fantinelli, Negri 7); TIRI DA 2: 24/44; TIRI DA 3: 12/21; TIRI LIBERI: 4/8;

 EUROPROMOTION LEGNANO – BONDI FERRARA 78-85 (A cura di Riccardo Picco)

(17-29; 24-19; 18-18; 18-19)

rush ferraraImportante vittoria esterna della Bondi Ferrara che espugna il campo della Europromotion Legnano e la stacca in classifica, mettendo 4 punti tra sé e la zona playout. Al PalaDante si affrontano due squadre appaiate a quota 12 ai margini della zona playout, e seppur alla seconda giornata di ritorno i punti iniziano a farsi davvero pesanti. Legnano reduce da 5 sconfitte di fila, Ferrara da 3. L’inizio è all’insegna dell’equilibrio, il primo vantaggio dei padroni di casa è sul 10-9 grazie alla tripla di Palermo, ma gli ospiti rispondono con un parziale di 12-2 grazie alla tripla di Henderson e successivamente Bucci sempre da 3 firma il massimo vantaggio Ferrara (+11) a 3.30 dalla fine del quarto. Il periodo va in archivio sul 17-29 con il canestro di Soloperto. E’ sempre lui a siglare i 2 liberi del +13 dopo 1.30. Ma i Knights reagiscono trascinati dalle triple di Raivio e Laudoni e riescono a riportarsi a un solo possesso di svantaggio con un parziale di 10-0. Maiocco dall’arco firma il pareggio ma Rush e Losi consentono a Ferrara di andare all’intervallo sul +7 (41-48). Si rientra in campo e l’equilibrio regna sovrano per la prima metà del terzo quarto  fino a quando Raivio e Palermo (5 consecutivi) riportano Legnano a -1. Si segna solo grazie ai tiri liberi, e gli ospiti riescono a chiudere a +7 grazie alla bomba allo scadere di Brkic. Ultimo quarto: Bucci e Soloperto riportano al massimo vantaggio Ferrara (+13). Palermo è on fire (tripla + recupero con canestro), e ben assistito da Pacher firma un 8-0 che riporta Legnano a -4. Sempre il solito Brkic a 4.13 dalla fine piazza una tripla pesantissima che interrompe l’egemonia dei lombardi. A 2.32 Palermo riporta Legnano a -6. Henderson è glaciale dalla lunetta e riporta Ferrara a +8 a 1.31 dalla sirena, Raivio riporta i suoi a -5, ma l’antisportivo a Pacher chiude di fatto la partita. Il finale è 85-78 per Ferrara.

EUROPROMOTION LEGNANO: Allodi 0; Palermo 29; Martini 5;Pacher 9; Raivio 17; Navarini 1; Guidi ne; Maiocco 9; Gastoldi ne; Sacchettini 0; Battilana ne; Laudoni 7; Rimbalzi 29 (Raivio 9); Assist 17 (Raivio 7); T2 15/34 (44%); T3 11/26 (42%); TL 14/20 (70%)

BONDI FERRARA: Rush 17; Bucci 16 ; Losi 5; Henderson 10; Brkic 21; Lestini 3; Salafia ne; Verrigni ne; Soloperto 13; Brighi 0; Rimbalzi 44 (Rush 10); Assist 17 (Rush 17); T2 15/35 (51%); T3 9/26 (34%); TL 22/30 (73%);

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.